Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2018 > Parchi e giardini


Il nuovo giardino di via Revello prende forma: al via la progettazione partecipata

Pubblicato il 9.5.2018 (aggiornato il 17.7.2018)

revello

 

Sono giunti ad una tappa decisiva i lavori di riqualificazione della nuova area verde pubblica di via Revello ang. via Frejus. Il giardino potrà essere aperto entro il mese di luglio, in modo da consentire al terreno di consolidarsi, all’erba di crescere e di poter essere tagliata una prima volta senza danneggiare, con i mezzi meccanici necessari, la sistemazione appena realizzata.

L’Amministrazione ha ritenuto opportuno intervenire sull’area in due momenti distinti, procedendo dapprima all’apertura, il prima possibile, del giardino, attraverso una sistemazione di massima che ne consentisse la fruizione. Nel frattempo, attraverso un percorso partecipato di coprogettazione con i cittadini, verrà decisa la destinazione futura del giardino e le ulteriori funzioni che vi potranno trovare posto.

Ora da parte dei cittadini occorre soltanto avere ancora un po’ di pazienza e lasciare alla natura il suo decorso, di modo che l’erba cresca senza essere calpestata; da luglio e per tutta l’estate il giardino potrà essere fruito, per trovare un angolo di frescura, socializzazione e pace.

Nel frattempo, dal 29 maggio insieme alla Circoscrizione 3 si darà il via al percorso partecipato, una serie di incontri volti a pensare insieme a come si vuole far diventare il giardino un’area vivace e sempre più utile e accogliente. La partecipazione a tutte le fasi del percorso è gratuita e libera per tutti i residenti del quartiere Cenisia, previa iscrizione, che potrà essere effettuata partecipando direttamente al primo incontro.

Calendario

29 maggio, ore 18.30 (attenzione l'orario è stato posticipato), Sala del Consiglio Circoscrizionale, corso Peschiera 193 ang. corso Racconigi: presentazione del format e della call per partecipare al dibattito; Nel corso dell'incontro è stato concordato di lasciare la possibilità di iscriversi TASSATIVAMENTE ENTRO IL 5 GIUGNO a coloro i quali non avessero potuto partecipare all'incontro del 29 maggio; compilare e inviare le prime 2 pagine del modulo di iscrizione scaricabile qui a verdepubblico@comune.torino.it 

9 giugno, ore 10-13: primo appuntamento, con visita guidata dell'area, per raccogliere informazioni sul campo e a seguire, una sessione facilitata per immaginare insieme il futuro del giardino; guarda il video dell'incontro 

19 giugno, ore 18-20, via Moretta 55 bis:  secondo workshop di progettazione, per confrontarsi sui primi scenari; guarda il video dell'incontro

9 luglio, ore 18-20, via Moretta 55 bis: raccolta degli esiti dei precedenti workshop e finalizzazione del progetto preliminare;

19 luglio, ore 18.00, Palazzo Civico, Sala dell'Orologio, piazza Palazzo di Città 1 restituzione degli esiti del processo di progettazione partecipata, presentazione del progetto preliminare

Scarica il volantino cliccando qui! 

La sistemazione preliminare e messa in sicurezza dell’area ha comportato una serie di interventi lunghi e complessi, a partire dalla demolizione dei fabbricati presenti, con bonifica dall’amianto prima della demolizione, e dalla rimozione e bonifica di 3 serbatoi interrati, comprensivi delle opportune verifiche e certificazioni ambientali atte a comprovare la qualità ambientale del terreno circostante. Il terreno è stato spietrato, risagomato nei suoi profili, mediante uno scavo generale di sbancamento e ridistribuzione; è stato steso uno strato di terra agraria, con fresatura e semina dell’erba, che attualmente sta spuntando. Si è inoltre provveduto alla demolizione parziale del muro perimetrale di via Frejus, lasciando un muretto della stessa altezza di quello presente sul lato di via Revello, dove è stata rimossa la recinzione in ferro e relativi cancelli. Gli intonaci di tutti i muretti sono stati sistemati. Sono stati creati due ingressi, l’uno da via Revello e l’altro da via Frejus, e realizzato un camminamento interno che li unisce tra loro, in pietrisco stabilizzato naturale. Infine, sono stati posizionati elementi di arredo urbano (panchine e cestini per i rifiuti) e Iren ha provveduto a migliorare e ampliare l’illuminazione pubblica. Gli alberi presenti, alcuni di essi maestosi, sono stati particolarmente oggetto di attenzioni: il controllo della loro stabilità da parte di professionisti esterni incaricati, nell’ottica della massima conservazione del patrimonio arboreo e faunistico esistente, ha dato luogo a mirati interventi di potatura e all’eliminazione soltanto di alcuni alberi spontanei pericolosi, per garantire la fruizione in sicurezza del giardino.

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina