Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2018 > Altre news


Regala un albero alla tua città. F.A.Q.

Pubblicato il 25.6.2018 (aggiornato il 3.7.2018)

regalaunalbero-2

REGALA UN ALBERO ALLA TUA CITTA' 2018

F.A.Q. (Frequently Asked Questions)

  1. Chi può proporre una donazione?
  2. Come si fa a donare un albero? 
  3. Quando si può presentare la propria istanza di donazione? 
  4. Posso donare più alberi?
  5. Posso donare un albero acquistato da me?
  6. Quando e come avviene la messa a dimora degli alberi donati? Posso essere presente?
  7. Se scelgo di donare 250 euro per ogni albero, cosa succede dopo l'invio dell'istanza di donazione?
  8. Se scelgo di donare 50 euro o più per il Vivaio comunale, cosa devo fare? poi cosa succede?
  9. Quali sono le località disponibili per la donazione?
  10. Perché viene richiesta la somma di 250 euro?
  11. Perché viene richiesta la somma di 50 euro?
  12. Quali specie di alberi si possono donare?
  13. Perché vengono usati solo alberi di specie determinate?
  14. Cosa succede se non scelgo o non desidero scegliere una specie determinata nel modulo?
  15. Come posso riconoscere l'albero donato? La dedica viene messa sull'albero?
  16. Come versare l’importo donato?
  17. A chi viene affidata la cura degli alberi donati?
  18. Quali cure vengono assicurate agli alberi donati, dopo la messa a dimora?
  19. Che cosa succede se un albero non attecchisce?
  20. Al donatore/alla donatrice di singoli alberi (euro 250,00) cosa viene dato, dopo la messa a dimora?
  21. Al donatore/alla donatrice di un minimo di 50 euro per acquistare alberi per il Vivaio comunale, cosa viene dato?
  22. Come è fatto l'attestato?
  23. Qual è la lunghezza prevista per la dedica?
  24. A chi posso far riferimento per ulteriori informazioni?

 

Chi può proporre una donazione?

Singoli/e cittadini/e o gruppi (il regalo perfetto per una colletta tra amici/amiche), indicando il nome di un/una capogruppo che si occuperà del versamento della somma e dei rapporti con la Città. La donazione è aperta anche ad enti no profit e ad imprese (purché non intendano associare la donazione a comunicazioni pubblicitarie; in caso contrario, occorre invece partecipare alla procedura della sponsorizzazione del verde pubblico). 

alberodonato

Come si fa a donare un albero?

Per prima cosa, occorre compilarecon i propri dati e le proprie scelte l'istanza di donazione (on-line oppure scaricando il modulo)  e inviarla. Nel caso di utilizzo del modulo, esso va inviato, debitamente firmato, via posta o fax, o posta elettronica (purché il modulo sia scansionato e compaia la firma), a:

Città di Torino
Divisione Ambiente, Verde e Protezione civile
Area Verde
Servizio Verde Pubblico
via Padova 29, 10152, Torino
fax 011.011.20105
e-mail verdepubblico@comune.torino.it

Quando si può presentare la propria istanza di donazione?

Dalla data di riapertura dell'iniziativa (in genere maggio, giugno) fino al 20 dicembre di ogni anno, in modo che nei mesi successivi alla chiusura dell'iniziativa (gennaio, febbraio dell'anno successivo) si possano predisporre gli atti necessari per realizzare la messa a dimora (tra febbraio e aprile), degli alberi donati l'anno prima. Nei mesi successivi al piantamento (aprile-maggio-giugno), gli uffici preparano gli attestati di donazione e i nuovi elenchi di specie disponibili per il nuovo anno.

Posso donare più alberi?

Sì. E' possibile donare più alberi, indicandolo negli appositi spazi predisposti sul modulo di adesione; nel caso si vogliano in aree diverse, e/o si vogliano associare diverse dediche, si suggerisce l'utilizzo di più moduli (o la compilazione on-line ripetuta più volte). 

Posso donare un albero acquistato da me?

No. L'iniziativa prevede che l'albero venga acquistato, secondo le procedure in vigore, dall'Amministrazione comunale, in vivai specializzati e scegliendo gli alberi più forti e maggiormente in grado di sopravvivere nell'ambiente urbano. 

Quando e come avviene la messa a dimora degli alberi donati? Posso essere presente?

Gli alberi donati vengono messi a dimora tutti insieme nei primi mesi dell’anno successivo alla donazione (in genere nel periodo di febbraio-marzo-aprile, a seconda dell'andamento climatico). Ai/alle donatori/donatrici viene comunicato, entro la settimana precedente, il giorno e l’ora presunta del piantamento, essendo possibile presenziare alle operazioni, se lo si gradisce, purché a distanza di sicurezza. Tale data e orario non è modificabile, in quanto deriva da una puntuale programmazione dei piantamenti degli alberi donati, da mettere a dimora in diversi parchi e aree verdi cittadini, anche molto distanti tra loro. La programmazione, come è consuetudine, è effettuata, infatti, nell'ottica di ottimizzare i percorsi dell'impresa esterna appositamente incaricata e conseguentemente l'efficacia ed economicità dell'intervento. 

Se scelgo di donare 250 euro per ogni albero, cosa succede dopo l'invio dell'istanza di donazione?

Dopo la presentazione dell'istanza il/la donatore/donatrice verrà, se necessario, contattato telefonicamente (al numero di telefono indicato nell'istanza), da parte dei tecnici dell'Area tecnica Alberate del Servizio Verde pubblico, al fine di verificare la fattibilità della proposta quanto a località e specie. L’accordo definitivo (con località e specie individuate) sarà oggetto di una comunicazione scritta al/alla donatore/donatrice da parte del Servizio Verde Pubblico, con indicazione delle coordinate bancarie per effettuare il versamento. 

Se scelgo di donare almeno 50 euro per il Vivaio comunale, cosa devo fare? poi cosa succede?

Occorre comunque presentare l'istanza con l'apposito modulo, inserendo l'indicazione della cifra che si vuole donare e i propri dati, che servono all'Amministrazione per il regolare incasso della somma donata; farà seguito la comunicazione dal Servizio Verde Pubblico, per posta o e-mail, dell’accettazione della proposta di donazione, nonché delle coordinate bancarie per effettuare il versamento.

Le donazioni saranno raccolte per cofinanziare l'acquisto di alberi per il Vivaio comunale. Attraverso le apposite procedure di evidenza pubblica previste dal D.Lgs 50/2016, verranno acquistati da vivai privati alberi di dimensioni  (e costo) inferiori a quelle degli alberi acquistati per l'immediata messa a dimora .
Nel vivaio comunale tali alberi verranno coltivati per almeno 2 anni, per acclimatarli e accrescerli fino a raggiungere la taglia ideale per l'impiego in ambiente urbano. Una volta raggiunte le dimensioni necessarie, verranno trapiantati nelle aree verdi della città.

Quali sono le località disponibili per la donazione?

Potenzialmente ogni area verde pubblica di proprietà comunale è disponibile per la donazione; tuttavia, non è sempre possibile mettere a dimora un albero dove si desidera: ci possono essere dei servizi nel sottosuolo, oppure l'area non è adatta per le caratteristiche del terreno o per la scarsità del medesimo ad ospitare la crescita di un albero, oppure ci possono essere altre ragioni tecniche che lo sconsigliano, perché per esempio è difficile provvedere ad una corretta cura successiva.
I tecnici dell'Area tecnica Alberate sono a disposizione per fornire tutti gli elementi necessari e per aiutare alla scelta della località più adatta. 
Occorre ricordare che gli alberi sono degli esseri viventi, e non possono essere piantati in terra in un qualsiasi posto che a noi piace; il posizionamento e la specie scelta, al contrario, sono determinanti per la sua sopravvivenza e la sua crescita rigogliosa. Importantissima è anche una corretta cura successiva al piantamento, alla quale provvede la Città di Torino, nell'ambito della propria attività di gestione delle alberate cittadine, ma alla quale il donatore potrà ulteriormente contribuire, comunicandolo alla Città.

Perché viene richiesta la somma di 250 euro?

L’importo richiesto al donatore per ogni albero donato (euro 250,00) è un contributo alla spesa (ben più alta) che la Città complessivamente affronta per l’acquisto delle piante, la loro messa a dimora e la loro cura. 

Perché viene richiesta la somma minima di 50 euro?

Per la raccolta fondi, dal 2018 l'Amministrazione ha scelto di richiedere un importo minimo unitario delle donazioni molto basso, per stimolare maggiormente a donare, favorendo la partecipazione e il crowdfunding (finanziamento collettivo) e dunque nella speranza di raggiungere la raccolta di somme più importanti, al fine di aumentare ulteriormente il numero di alberi da piantare in città.

Quali specie di alberi si possono donare?

E' possibile donare alberi delle specie presenti nel Vivaio comunale. In casi particolari, ad esempio il rimpiazzo di alberi che si sono dovuti abbattere (fallanze), per i quali è necessario mantenere la specie presente in precedenza, la città potrà valutare acquisti straordinari.

Perché vengono usati solo alberi di specie determinate?

Gli alberi utilizzabili per la donazione provengono per la maggior parte dal Vivaio comunale, dopo essere stati acquistati di dimensioni più piccole, e poi accresciuti per un periodo minimo di 2 anni, in modo da raggiungere la taglia ideale per l'impiego in ambiente urbano. Le specie acquistate sono quelle che i tecnici del verde hanno individuato, nel tempo, come le più adatte all'ambiente urbano, per molteplici fattori (resistenza all'inquinamento, minori attacchi di parassiti, ridotta o nulla azione scatenante di reazioni allergiche...) . 

Cosa succede se non scelgo o non desidero scegliere una specie determinata nel modulo?

In caso non si voglia scegliere un tipo di albero, si provvederà d’ufficio.

targhetta-2

Come posso riconoscere l'albero donato? La dedica viene messa sull'albero?

Una targhetta contrassegnerà gli alberi donati, una volta piantati; viene apposta sul tutore e non sul tronco, in un periodo successivo al giorno della messa a dimora. La targhetta ha dimensione cm 8x8, è rossa e reca una indicazione generica uguale per tutti gli alberi: "Albero donato da cittadini che amano il verde". Non è possibile per l'Amministrazione prevedere targhette personalizzate con la dedica; se interessati a posizionare una targa commemorativa occorre richiedere l'autorizzazione al Consiglio Comunale, Commissione Toponomastica. La dedica viene riportata nel Registro Donatori di alberi (qualora richiesto, con dati oscurati per la privacy) e sull'attestato di donazione. 

Quando e come versare l’importo donato?

Nel caso in cui si è scelto di versare un importo minimo di 50 euro per il Vivaio comunale, il versamento della somma donata può essere fatto subito dopo aver inoltrato l'istanza di donazione (compilata on-line o inviata con il modulo).
Nel caso in cui si è scelto di donare singoli alberi per l'importo di 250 euro o multipli, il versamento va fatto dopo aver ricevuto dall'Amministrazione comunale l’accettazione della proposta di donazione.
Potrà essere effettuato un bonifico, utilizzando le coordinate bancarie della Tesoreria comunale: Comune di Torino C/c bancario nr. 110050089 Intestato a “Comune di Torino” IBAN: IT 56 T 02008 01033 000110050089 Codice Bic Swift: UNCRITM1Z43 C/o TESORERIA CIVICA UNICREDIT S.p.A. Via Bellezia nr. 2 – TORINO Con causale (OBBLIGATORIA): “Servizio Verde Pubblico – Donazione alberi”. 
In alternativa, il versamento può essere effettuato di persona, in contanti o assegno, presso la Tesoreria comunale (Via Bellezia 2 - Tel. 011 011 22041 - 011 011 22042 - 011 011 22319 da lunedì a venerdì ore 8.30 - 13.00). In entrambi i casi, la causale da indicare sarà “Verde Pubblico - Donazione di alberi”. 
NON E' OPPORTUNO versare le somme senza aver prima comunicato i propri dati: sarebbe difficoltoso per l'Amministrazione procedere all'incasso. A seguito del pagamento, è gradito che il donatore faccia pervenire al Servizio Verde Pubblico, anche via fax o e-mail, ricevuta del versamento dell’importo concordato.

A chi viene affidata la cura degli alberi donati?

La cura è affidata alla Area Tecnica Alberate - Servizio Verde Pubblico -  Area Verde -  Divisione Ambiente, Verde e Protezione Civile della Città di Torino.

Quali cure vengono assicurate agli alberi donati, dopo la messa a dimora?

La Città, in ragione dell’importanza educativa, ambientale e sociale dell’iniziativa, si impegna a garantire sulle piante donate cure colturali (irrigazioni di soccorso, concimazioni, potatura di allevamento e laddove necessario la sostituzione con un nuovo soggetto arboreo aventi analoghe caratteristiche) particolarmente attente per un periodo di 3-5 anni, periodo che può essere considerato corrispondente alla fase di attecchimento; passato questo periodo, le piante entreranno a far parte dei piani manutentivi ordinari del patrimonio arboreo urbano, che prevedono periodiche operazioni di potatura, controllo di stabilità sugli alberi adulti e nel caso di abbattimento la sostituzione secondo le disponibilità economiche.

Che cosa succede se l’albero non attecchisce?

Il Servizio Verde Pubblico per i primi 3-5 anni si farà carico della sostituzione dell’albero, non appena possibile e nella stagione più favorevole ad un nuovo attecchimento; successivamente, la sostituzione sarà messa in lista in base alle priorità e disponibilità economiche.

Al donatore/alla donatrice di singoli alberi (euro 250,00) cosa viene dato, dopo la messa a dimora? 

cerimonia consegna attestati 2017

A seguito del piantamento, il donatore/la donatrice verrà iscritto/a in apposito Registro comunale dei donatori/delle donatrici di alberi, istituito presso il Servizio Verde Pubblico (qualora richiesto, con dati oscurati per la privacy). A piantamento avvenuto verrà rilasciato al donatore/alla donatrice un attestato, riportante, oltre al ringraziamento dell’Amministrazione comunale, la data del piantamento, l’ubicazione e la specie dell’albero donato. Le modalità per il ritiro saranno indicate in seguito.

Al donatore/alla donatrice di un minimo di 50 euro per acquistare alberi per il Vivaio comunale, cosa viene dato? 

Le singole donazioni di 50 euro non danno luogo ad attestato di donazione, ma il donatore/la donatrice verrà inserito/a nel Registro comunale dei donatori /delle donatrici di alberi.

Come è fatto l'attestato di donazione?

attestato-2

L'attestato di donazione è concepito come ringraziamento della Città al donatore (vedi fac-simile).

Qual è la lunghezza prevista per la dedica?

La dedica non può superare i 100 caratteri.

A chi posso far riferimento per ulteriori informazioni?

Funzionaria Resp. Ufficio Comunicazione:

dott.ssa Patrizia Rossini
Città di Torino
Direzione Ambiente, Verde e Protezione civile
Area Verde
Servizio Verde Pubblico
via Padova 29 - Torino
Tel. 011.011.20118
Tel. 011.20110 - 20111 (segreteria del Servizio)
fax 011.011.20105
e-mail verdepubblico@comune.torino.it

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina