Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2018 > Altre news


La citta’ cerca sponsor privati per il verde. Tree generation: un progetto per incrementare l’infrastruttura verde della citta’ ed educare i bambini all’ambiente

Pubblicato il 18.7.2018

treegeneration

La Città come ogni anno dal 2008, cerca sponsor per il verde pubblico, e da quest’anno cerca anche uno o più sponsor per realizzare “Tree Generation”, il progetto approvato dalla Giunta Comunale nelle scorse settimane, frutto di una collaborazione dell’Assessorato alle Politiche per l’Ambiente e il Verde con il Vivaio Monte San Giorgio di Piossasco.

Il progetto, che nasce all’interno di una strategia di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, in cui la forestazione urbana è centrale sia nel sequestro di anidride carbonica, sia nella riduzione delle isole di calore e nella gestione delle acque piovane, ha l’obiettivo di incrementare l’infrastruttura verde della Città, avvicinando nel contempo in modo attivo il giovane cittadino (e la sua famiglia) al valore dell’albero come momento chiave nell’ambiente.

Con il progetto si vogliono realizzare azioni di educazione ambientale nelle scuole e nelle famiglie, attraverso un’attività di semina, coltivazione domestica, accompagnamento, condivisione con la community e piantamento finale di alberi insieme ai cittadini. Il Vivaio Monte San Giorgio si rende disponibile alla gestione di tutto il percorso, con l’utilizzo dei kit del sistema “Growing Pixel Bosco” (vaso con etichette personalizzate), che costituiscono un supporto didattico permanente e permettono ai bambini di coltivare alberi da seme o da piantine già sviluppate.

Tali kit verranno consegnati in un momento pubblico e all’aria aperta ai bambini delle scuole partecipanti, con l’illustrazione delle istruzioni utili ad una corretta coltivazione e l’inserimento di ciascun partecipante in una community di coltivatori. Entro 2 anni, a conclusione del periodo di sviluppo delle piante (un anno scolastico e un altro anno in vivaio) le piante saranno destinate all’impianto definitivo (e relativa geolocalizzazione) nell’ambito delle iniziative pubbliche di forestazione urbana partecipata previste dalla Città di Torino, con il coinvolgimento dei residenti.

Il progetto Tree Generation richiede, per poter essere operativo, il reperimento dei necessari finanziamenti, che serviranno per acquistare i supporti alla coltivazione (vasi, terriccio, semi certificati, piantine), i supporti di comunicazione e software (etichette, piattaforma dedicata e sistema di geolocalizzazione on-line, strumentazione video e foto), la realizzazione dei momenti didattici diretti, l’assistenza on-line. Un totale di circa 40.000 euro, corrispondente a 40 classi coinvolte, per circa 1100 allievi, con una produzione di circa 4400 alberi forestali, per i quali si cerca uno o più partner privati che ne otterranno in cambio un interessante ritorno di immagine.

Infatti, l’impegno dello sponsor potrà essere veicolato attraverso l’inserimento del brand con immagine coordinata sulle etichette dei vasi, sull’abbigliamento del personale operante e sui mezzi utilizzati, negli strumenti di comunicazione istituzionale e social del progetto; inoltre, lo sponsor potrà essere coinvolto nella premiazione dei partecipanti al concorso associato al progetto, come sostenitore nello sviluppo della piattaforma web dedicata al progetto di foresta virtuale, nonché nella fase finale di messa a dimora degli alberi generati dal progetto.

Per ulteriori informazioni, contattare:
Simone Mangili, Assessorato al Verde Pubblico, segreteria.assessoreunia@comune.torino.it
Patrizia Rossini, Servizio Verde Pubblico, verdepubblico@comune.torino.it

L’Avviso di Ricerca sponsor, e in particolare l’allegato A7 “Progetto Tree Generation” sono disponibili

a questo link:

http://www.comune.torino.it/verdepubblico/patrimonioverde/curaverde/cercasponsor.shtml

Tree Generation: 

http://www.comune.torino.it/verdepubblico/patrimonioverde/curaverde/pdf/2018/bando_sponsor_2018-2019-allegatoA7-finale.pdf

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina