Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2018 > Alberi


Interventi di cura del patrimonio arboreo in città: Piantamenti a Mirafiori e Lingotto, potature in corso Dante e corso Umbria

Pubblicato il 30.11.2018

DanteAlberata

Continuano gli interventi di cura e implementazione del patrimonio arboreo della città, comunicati nell’“Agenda Alberi” ogni 15 giorni sul sito web del verde pubblico.

Dopo il piantamento forestale di 260 alberi (molto giovani) insieme ai cittadini nell’area del Parco Dora, a sud del fiume, in occasione della Giornata Nazionale dell’Albero, è in corso la messa a dimora di 179 alberi con i fondi del Progetto Periferie “AxTo” , nel territorio delle circoscrizioni 2 (ex 10) e 8 (ex 9): parco Di Vittorio, corso Giambone, corso Unione Sovietica, giardino di via Daneo, giardino Ravera, via Pio VII le località più significative.

La prossima settimana partiranno due importanti interventi di potatura.

Il primo, su un asse molto importante per la viabilità cittadina, riguarderà corso Dante, dove si interverrà con la potatura di tutti gli olmi presenti (140), a partire da quelli presenti nella tratta dal Ponte Isabella a corso Massimo d’Azeglio. Il cantiere occuperà parte della carreggiata e saranno possibili dei rallentamenti del traffico veicolare. Le operazioni saranno tuttavia organizzate in modo tale da diminuire il più possibile i disagi per gli automobilisti, anche visto l'avvicinarsi delle festività natalizie. Apposita segnaletica sarà posizionata in loco, per evidenziare le modifiche alla viabilità. I passaggi pedonali verranno limitati, ma gestiti con la presenza di movieri, in modo da garantire l’accesso alle attività commerciali e ai numeri civici. Il cantiere sarà attivo solo dalle ore 8:00 alle ore 17:00; al di fuori di tale orario, la circolazione veicolare sarà priva di restrizioni. In ragione di ciò, si richiede ai cittadini di scegliere, per quanto possibile, percorsi alternativi, o pazientare in caso di code. Si confida nella comprensione e nella pazienza della cittadinanza. Finita la prima tratta, i lavori proseguiranno (presumibilmente dai primi di gennaio) anche sui restanti olmi della tratta da corso Massimo d'Azeglio a via Nizza.

L’altro cantiere di potatura riguarderà l’intero corso Umbria (222 piante). L'alberata di Corso Umbria, composta da aceri americani (Acer negundo), è già caratterizzata da numerosi alberi mancanti, abbattuti in epoche passate perché malati, o instabili e dunque pericolosi. Nei sopralluoghi delle ultime settimane, i tecnici dell'Area Alberate del Servizio Verde Pubblico hanno riscontrato ancora numerosi alberi con scarsa vitalità, seccume diffuso, cavità interne; durante le potature si valuterà caso per caso la possibilità di mantenere le piante, nel rispetto della dignità dell'albero e della sicurezza degli utenti, ma non si può escludere, purtroppo, che si debbano rimuovere alcune decine di alberi.

Si ricorda che la Città non abbatte gli alberi a cuor leggero, ma i tecnici effettuano i necessari interventi sempre nell’ottica di garantire il più possibile la sicurezza e l’incolumità dei cittadini: infatti, in caso di forti eventi meteo, sempre più frequenti, gli alberi deperienti e le parti della pianta con cavità interne sono deboli e a forte rischio di schianto, e possono causare, in un’area a forte fruizione da parte di cittadini e automobilisti, notevoli danni a persone e cose. Vogliamo assicurare, pertanto, i cittadini ed i residenti, che ogni situazione sarà attentamente valutata dai tecnici e che nel corso dell'inverno è prevista la messa a dimora di nuovi alberi: corso Umbria è, infatti, una località in cui potrà avvenire un’operazione di rinnovo del viale alberato, applicando quella che è ormai un’urgenza, ossia la necessità di adattare le città al cambiamento climatico; sarà possibile utilizzare le specie che, da studi e analisi condotte dalle università e dai centri di ricerca, si sono rivelate più adatte alle attuali condizioni ambientali e al clima delle città.

Tutte le operazioni sono condotte da imprese appaltatrici specializzate in lavori di arboricoltura e, salvo condizioni meteo avverse, avranno inizio in ogni località non appena saranno espletate tutte le formalità burocratiche e logistiche.

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina