Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2018 > Alberi


Un angolo di Parigi nel cuore del quartiere Rossini: l'esedra di via Reggio riqualificata con nuovi alberi

Pubblicato il 9.3.2018

reggio

Si inaugura venerdì 9 marzo alle ore 15, alla presenza dell’Assessore Alberto Unia, del Presidente della Circoscrizione 7 Luca Deri e della Coordinatrice all’Ambiente Valentina Cremonini, il nuovo volto dell’esedra Rossini.

La piazza, dal caratteristico stile francese, è da qualche tempo luogo di ritrovo di moltissimi giovani che la conoscono come “le panche”. A sottolineare l’atmosfera bohemienne del luogo il duo strumentale Pelissero/Barbieri si esibirà in un breve concerto di musiche dal mondo e gli allievi delle classi primarie 2a e 2B della Scuola Lessona saranno presenti con il Progetto Mus-e Torino Onlus laboratorio Arti Visive condotto da Mauro Biffaro.

L’esedra è stata oggetto di un intervento di piantumazione con la messa a dimora di 64 Prunus cerasifera su Lungo Dora Firenze e 20 Catalpa bignonoides nana sulla piazzetta via Reggio/ponte Rossini, in sostituzione di quelli danneggiati dal nubifragio dello scorso anno;  sono stati collocati numerosi dissuasori a panettone per evitare la sosta selvaggia.

Nei mesi scorsi" dichiarano il Presidente della Circoscrizione 7 Luca Deri e della Coordinatrice all’Ambiente Valentina Cremonini, siamo stati contattati da diversi cittadini e commercianti che richiedevano la sostituzione delle piante abbattute dal nubifragio della scorsa estate. In quella occasione abbiamo sottolineato la possibilità di collaborare con la Città attraverso l’iniziativa "Regala un albero alla tua città" e grazie ai contributi dei residenti e di alcuni imprenditori sono state acquistati otto alberi”. “Inoltre", prosegue l’Assessore all’Ambiente Alberto Unia, "ringraziamo i cittadini che a titolo personale hanno contribuito a rendere uno spazio verde anche quest’angolo di città”.

(A cura dell'Ufficio Stampa della Giunta Comunale e della Circ. 7)

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina