Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2011 > Altre news


Tremila tonnellate di ramaglie del verde pubblico sono vendute attraverso un’asta pubblica

Pubblicato il 8.9.2011 (aggiornato il 8.5.2012)

catasta_legna

La Città deve smaltire ogni anno circa 3000 tonnellate di ramaglie e tronchi derivanti dalle operazioni di potatura e  rimozione piante morte o pericolose nei boschi, nonché di abbattimenti di alberi, ivi compresi quelli danneggiati da temporali e nubifragi, come quelli che nei mesi scorsi hanno colpito Torino.

Si tratta di materiale legnoso depositato nei magazzini comunali di corso Casale n°354 e di strada del Meisino.

La proposta è stata presentata oggi in Giunta. La base d’asta sarà di 500 euro. “I materiali che derivano dalla potatura sono una risorsa e hanno un valore reale importante - ha affermato l’assessore Lavolta -. Ci è parso giusto perciò evitare lo spreco di tale risorsa portando la nostra attenzione su questo mercato, vista l’imponenza del patrimonio arboreo cittadino, circa 160mila alberi, e dei conseguenti materiali risultanti dal lavoro quotidiano dei nostri tecnici”.

Il mancato conferimento in discarica di questo materiale garantirà all’Amministrazione un immediato risparmio di circa 146mila euro, che sarebbe la spesa prevista se si tratta questo materiale come rifiuto.

L'asta è stata pubblicata il giorno 9 settembre 2011 sul sito web del Comune e all'Albo pretorio: la scadenza è il 4 ottobre 2011, ore 10. Sopralluoghi per prendere visione dei materiali sono possibili, previa prenotazione telefonica, fino al 3 ottobre ore 10.

 

Aggiudicazione: si veda avviso di post-informazione

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina