Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2010 > Parchi e giardini


Restaurato il percorso ginnico nel Parco Ruffini

Pubblicato il 22.10.2010 (aggiornato il 8.5.2012)

ginnastica-al-ruffini

E' noto quanto sia importante essere attivi e mantenersi in forma. Fare regolarmente esercizio porta enormi benefici: mantiene tonici muscoli e giunture, migliora la coordinazione, la stabilità, la mobilità e previene le cadute delle persone anziane, il più delle volte causa di condizioni psico-fisiche invalidanti.

In questa direzione va il nuovissimo percorso “Salute e forma”, che sarà fruibile dal 27 ottobre 2010 nel Parco Ruffini per fare esercizi all’aperto.

Le 9 attrezzature di cui è composto, nuove di zecca, sostituiscono le vecchie postazioni del “percorso vita” attrezzato, ormai fatiscente, realizzato oltre 10 anni fa . Il sistema di postazioni per fare ginnastica all’aperto si snoda lungo un anello, sul lato di corso Trapani e poi nei viali interni al parco, affiancando e completando l’area fitness ad uso libero, inaugurata oltre un anno fa nel medesimo parco e molto apprezzata. A differenza di questa, adatta alle persone sopra i 10 anni, si tratta di attrezzature che non presentano parti in movimento, e quindi risultano adatte a tutti, anche ai bambini più piccoli.

Ecco l’elenco delle nuove stazioni, ciascuna dotata di un cartello che ne spiega l'utilizzo:

  1. Palestra con quadro a pioli orizzontale
  2. Mancorrenti con barre a 2 altezze
  3. Panche con incastro per i piedi
  4. Percorso a ostacoli con 5 elementi
  5. Palestra con barre di trazione a 3 altezze diverse
  6. Palestra con barre di trazione a 2 altezze diverse e piattaforma di rilassamento
  7. Mancorrente con barre ad altezza media
  8. Tronchetti appoggio piedi
  9. Attrezzi di appoggio per mani e piedi

La città prosegue, dunque, nel suo intento, che è quello di attrezzare le aree verdi con un’attenzione particolare non solo ai bambini e ai giovani, con le classiche aree gioco, ma anche agli adulti e alla terza età, e alle necessità di movimento e sport specifici.

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina