Città di Torino > Ufficio Stampa > Comunicati stampa 2019 > GENNAIO

Comunicato stampa

PRESIDIO CUB 15 GENNAIO, LA SCELTA DEL COMUNE È VOLTA A GARANTIRE LA QUALITÀ DEL SERVIZIO

La riduzione delle 15 sezioni di scuola dell’infanzia per l’anno scolastico 2020/21 sono una decisione praticamente obbligata e di buon senso. Non è corretto parlare di tagli di servizi perché a seguito del calo demografico i posti dell’offerta cittadina superano ampiamente la popolazione di 3-5 anni con 1000 posti vuoti più ulteriori 500 il prossimo anno. Si tratta invece di una distribuzione razionale dell’offerta perché nelle scuole comunali con posti vuoti non ha senso mantenere sezioni senza bambini, in altre, a fronte del calo demografico già visibile nella zona, i vicini istituti pubblici statali contribuiranno a soddisfare la domanda in caso di esuberi. In tutte le scuole comunali vi sono posti disponibili per le iscrizioni in corso.
L’azione di sistema affronta con responsabilità le criticità dei Servizi Educativi comunali: da un lato il calo demografico e dall’altro il pensionamento di almeno 250 unità di personale in servizio. E’ falso quindi sostenere che si vuole smantellare l’offerta comunale ma si tratta di riduzioni entro certi limiti, finalizzate a razionalizzarla a seguito di dati concreti e reali, garantendone la tenuta e la qualità con personale il più possibile stabile. A seguito del concorso entreranno 35 docenti di ruolo e i precari avranno modo di lavorare perché resteranno diversi posti vacanti.
Anche nel caso della scuola Gianelli non vi sono tagli e chiusure, ma semplice trasferimento presso la vicina scuola Turoldo dove potrà godere di ampi spazi anche per i laboratori. E il quartiere anziché veder tagliare servizi potrà fruire della presenza di un’altra scuola pubblica rivolta a giovani dai 16 anni e adulti, per completare l’offerta formativa con corsi gratuiti per l’arricchimento di competenze (ad es. le lingue straniere) aperte a tutti, che possono favorire l’occupabilità.
Dato il diffondersi continuo di notizie distorte e strumentalizzazioni l’Assessorato, anche in collaborazione con le circoscrizioni, programmerà iniziative e incontri con le famiglie e i docenti.
(mm)


Pubblicato il 15 Gennaio 2020

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro