Città di Torino >
Trasporti e Viabilità > ZTL Centrale > Circolazione per i mezzi pesanti

Circolazione per i mezzi pesanti

Pubblicato il 05-12-2016 (Aggiornato il 13-10-2020)

Le aree a traffico limitato per i mezzi pesanti

mappa limitazioni

Disponibile la mappa dei limiti alla circolazione per i mezzi pesanti in città

Da mercoledì 1 luglio, con nuove modalità di accesso per il pubblico, è attivo l'Ufficio Permessi di Circolazione di via Cavour 29a
In attuazione alle disposizioni emanate per contenere la diffusione del virus Covid-19, l'accesso all'Ufficio Permessi potrà avvenire esclusivamente previa convocazione, via mail e/o telefonica da parte dell'Ufficio permessi che provvederà a pianificare gli appuntamenti, unicamente per il rilascio dei contrassegni e solo dal lunedì al giovedì

L'ingresso all'Ufficio Permessi sarà garantito, solamente alle persone convocate e a non più di due persone alla volta anche laddove nell'ufficio siano presenti più operatori.
Si avvisano gli utenti convocati, che per accedere all'Ufficio è obbligatorio indossare una mascherina a copertura di naso e bocca e in fase di triage sarà rilevata la temperatura corporea

Le istanze devono essere presentate via mail utilizzando la casella di posta: ztlpermessi@comune.torino.it   per richiedere informazioni e per richiedere i permessi  per la circolazione dei mezzi pesanti nelle aree vietate.
Terminata l'istruttoria della richiesta, gli interessati saranno contattati via mail per il prosieguo della procedura

Limitazioni alla circolazione 
.
Ai sensi dell'ordinanza n. 3175/2020, dal 1 ottobre 2020 al 31 marzo 2021 verrà sospeso il rilascio dei permessi di circolazione ZTL per i veicoli diesel di categoria inferiore o uguale ad Euro 3


Trasporti eccezionali

La L.R. 16/2004 trasferisce alle Province, ora Città Metropolitana, le funzioni in materia di trasporti eccezionali, di competizioni sportive su strada e di regolamentazione della circolazione stradale.
L’ufficio del Traffico del Servizio Esercizio della Viabilità della Provincia di Torino, ora Città Metropolitana di Torino,si occupa del rilascio delle autorizzazioni alla circolazione dei veicoli eccezionali e dei trasporti in condizione di eccezionalità (art. 10, c. 6 del C.d.S.).
Per informazioni e richieste relative a veicoli eccezionali e/o a trasporti in condizione di eccezionalità consultare il sito della Città Metropolitana di Torino alla pagina web “Concessioni stradali”
http://www.cittametropolitana.torino.it/viabilita/concessioni/uff_traffico/eccezionali/index.shtml

Transito sui ponti cittadini

L'autorizzazione al transito dei trasporti eccezionali sui ponti di proprietà della Città dovrà essere rilasciata dal Servizio Ponti, Vie d'Acqua ed Infrastrutture della Divisione Infrastrutture e Mobilità, in piazza San Giovanni 5 presso l’Ufficio Tecnico della Città di Torino.

Il transito sul ponte Vittorio Emanuele I (Gran Madre) sul fiume Po in corrispondenza di piazza Vittorio Veneto è vietato ai mezzi con peso complessivo superiore alle 3,5 tonnellate

Per tutti gli altri transiti sui ponti cittadini valgono le seguenti limitazioni:
divieto di transito per i veicoli con peso complessivo superiore ad 8 tonnellate:
   - ponte Isabella sul Po in corrispondenza di corso Dante
 divieto di transito per i veicoli con peso complessivo superiore a 44 tonnellate:
   - ponte Re Alberto del Belgio sul fiume Dora in corso Principe Oddone
   - ponte Duca degli Abruzzi sul fiume Dora in via Cigna
   - ponte Mosca sul fiume Dora in corso Giulio Cesare
   - ponte Rossini sul fiume Dora in via Rossini
   - ponte Amedeo VIII sul fiume Stura in corrispondenza di strada Settimo
   - ponte Diga sul fiume Po in corrispondenza di Lungo Stura Lazio
   - cavalcaferrovia sulla linea Torino-Cirié-Lanzo in corrispondenza di via Piossasco
   - cavalcaferrovia sulla linea Torino-Mondane in corrispondenza di via Guido Reni
   - viadotti strada Traforo del Pino
divieto di transito su tutti i ponti del territorio collinare (limite definito dai corsi Casale e
    Moncalieri) per i veicoli con peso complessivo superiore ad 8 tonnellate

All'interno della ZONA A, per la sosta e la circolazione di via Roma (anche in caso di attraversamento), di lungo Po Armando Diaz e di lungo Po Luigi Cadorna, vige il limite di carico massimo pari a 5 tonnellate

E' vietato il transito sul ponte Vittorio Emanuele I (ponte della chiesa della Gran Madre di Dio) per i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate

Il permesso per la ZONA B, NON AUTORIZZA la circolazione degli AUTOARTICOLATI e degli AUTOTRENI in corso Chieri, corso Moncalieri e corso Casale (nel tratto da piazza Zara a piazza Modena)

Per ottenere l'autorizzazione alla circolazione per i veicoli pesanti nelle STRADE CONSORTILI O PRIVATE occorre ottenere dalla proprietà della strada, il permesso a transitare

Il permesso di durata annuale (VEP) per la ZONA B, NON AUTORIZZA il transito sulle STRADE CONSORTILI O PRIVATE

Per svolgere lavori urgenti e limitati nel tempo, con veicoli con massa complessiva a pieno carico inferiore alle 11,5 tonnellate (in Zona A)  e inferiore alle 8 tonnellate (in zona B), è possibile richiedere un permesso al GTT spa

Informazioni

In considerazione della massa di alcuni veicoli, che potrebbe cagionare pericolo di danno a persone o cose, o grave intralcio alla circolazione veicolare, è vietata la circolazione dalle ore 00.00 alle ore 24.00:
a tutti i mezzi aventi massa a pieno carico superiore alle 11,5 tonnellate nella ZONA A interna al perimetro formato da: fiume Po, corso Vittorio Emanuele II, corso Inghilterra, piazza Statuto, corso Principe Eugenio e corso Regina Margherita esclusi;
a tutti i mezzi aventi massa a pieno carico superiore alle 8 tonnellate nella ZONA B interna al perimetro formato da: strada comunale di Superga compresa, confine con il Comune di Baldissero Torinese, confine con il Comune di Pino Torinese, confine con il Comune di Pecetto, confine con il Comune di Moncalieri, strada comunale  dei Ronchi compresa, strada del Fioccardo compresa, corso Moncalieri e corso Casale esclusi (ad eccezione di strada Traforo del Pino e di corso Chieri)
Normativa: ordinanza 4367 del 24/12/2001

In deroga alle succitate limitazioni alla circolazione, a condizione che tali veicoli non arrechino intralcio alla circolazione veicolare, presentando istanza in bollo all'Ufficio Permessi di Circolazione della Città di Torino, è possibile ottenere l'autorizzazione alla circolazione per i mezzi pesanti
Normativa: ordinanza 2271 del 18/5/2004

Nel rispetto della normativa anti Covid-19, gli interessati facenti richiesta via mail all'indirizzo ztlpermessi@comune.torino.it, per autorizzazione alla circolazione per mezzi pesanti, saranno contattati, via posta elettronica.
Si prega di attenersi a quanto espressamente indicato nelle mail ricevute.

Considerata la sempre più elevata richiesta di permessi e l'esigua entità numerica degli operatori dell'Ufficio di Circolazione, data la necessità di dover effettuare le opportune e dovute verifiche sui documenti prodotti dal cittadino, che possono dar luogo a tempi lunghi di istruttoria, occorre presentare con un congruo anticipo le istanze relative. 

A tutte le richieste verrà data regolare risposta nel rispetto della tempistica (30 giorni) ai sensi della Legge 241/90 e smi sulle norme in materia di procedimento amministrativo.

L'Ufficio Permessi della Città di Torino, per la circolazione dei mezzi pesanti nella ZTL, rilascia due tipologie di permesso:
- il permesso veicoli pesanti (VEP) di durata annuale
- l’autorizzazione temporanea valida da 1 giorno a 6 mesi

Il permesso VEP viene rilasciato se sussistono le seguenti caratteristiche:
- continuità delle esigenze di circolazione
- caratteristiche del veicolo tali da consentire il transito in modo reiterato senza creare pericolo di danni
- impossibilità di definire un particolare percorso da seguire

L' autorizzazione temporanea viene rilasciata se non sussistono le succitate caratteristiche

Come richiedere il permesso:
   -  modulo VEP zona A per i permessi annuali
   -  modulo Autorizzazione temporanea zona A, per i transiti occasionali

Per ottenere il permesso VEP e/o l'Autorizzazione temporanea in Zona A, occorre obbligatoriamente presentare i seguenti documenti:
● copie dei libretti di circolazione(fronte-retro) dei veicoli
● copie dei certificati assicurativi dei veicoli
● copia di un documento di identità in corso di validità (fronte-retro)
● copia della prima pagina della visura camerale (con il Qr-Code)
● documentazione che comprovi la necessità di transitare nella Zona A

Potrebbe essere ulteriormente richiesta una adeguata garanzia a copertura di eventuali danni alla pavimentazione nel caso di interventi sulle Piazze Auliche (piazza Castello - piazza Vittorio Veneto - piazza San Carlo - piazza Carignano - piazza Carlo Alberto - piazza Palazzo di Città - piazza Carlo Felice - piazza CLN)

LE RICHIESTE INCOMPLETE Di TUTTA LA DOCUMENTAZIONE NON POTRANNO ESSERE ACCETTATE

Come richiedere il permesso:
   - modulo VEP zona B per i permessi annuali
   - modulo Autorizzazione temporanea zona B per i transiti occasionali

Per ottenere il permesso VEP e/o l'Autorizzazione temporanea in Zona B, occorre obbligatoriamente presentare i seguenti documenti:
● copie dei libretti di circolazione(fronte-retro) dei veicoli
● copie dei certificati assicurativi dei veicoli
● una perizia dettagliata, redatta da un tecnico abilitato, che attesti la compatibilità del trasporto con i manufatti interessati dal percorso con particolare attenzione alla verifica sull'idoneità statica dei ponti interessati e la effettiva transitabilità sulle scarpate e sui terrapieni coinvolti
● autorizzazione della proprietà per il transito sulle strade consortili o private (solo per le autorizzazioni temporanee)
● copia di un documento di identità in corso di validità (fronte-retro)
● copia della prima pagina della visura camerale (con il Qr-Code)
● documentazione che comprovi la necessità di transitare nella Zona B

Considerate le "Linee guida" Ministeriali sulla sicurezza dei ponti, è necessario che la perizia tecnica richiesta, sia particolarmente puntuale circa la compatibilità del trasporto con i manufatti esistenti

LE RICHIESTE INCOMPLETE Di TUTTA LA DOCUMENTAZIONE NON POTRANNO ESSERE ACCETTATE

Costi e Indicazioni per ottenere l'autorizzazione temporanea mezzi pesanti (da 1 giorno a 6 mesi)
SPESE DI CONTRASSEGNO
   - 51,81 Euro (per ogni automezzo) comprensivi di diritti di segreteria
Possibilità di effettuare il pagamento tramite:
   - bollettino postale, 3 matrici, o bollettino on-line, c.c.p. n. 86935384
     indicando nella causale: UFFICIO PERMESSI – SPESE RILASCIO CONTRASSEGNI
     (l’attestazione di versamento dovrà essere portata all’Ufficio Permessi per il ritiro dei contrassegni)
   - bonifico bancario su codice IBAN: IT 57 K 07601 01000 000086935384
     (pagamento da effettuare almeno 3 giorni lavorativi antecedenti al ritiro del permesso)
   - bancomat direttamente c/o l’Ufficio Permessi 
MARCHE DA BOLLO
   - n. 1 da  Euro 16,00 da apporre sulla domanda per il rilascio dell’Autorizzazione (se già non apposta)
   - n. 1 da  Euro 16,00 per ogni Autorizzazione concessa

Costi e indicazioni per ottenere l'autorizzazione annuale mezzi pesanti ( VEP)
SPESE DI CONTRASSEGNO
   - 101,81 Euro (per ogni automezzo) comprensivi di diritti di segreteria
Possibilità di effettuare il pagamento tramite:
   - bollettino postale, 3 matrici, o bollettino on-line, c.c.p. n. 86935384
     indicando nella causale: UFFICIO PERMESSI – SPESE RILASCIO CONTRASSEGNI
     (l’attestazione di versamento dovrà essere portata all’Ufficio Permessi per il ritiro dei contrassegni)
   - bonifico bancario su codice IBAN: IT 57 K 07601 01000 000086935384
     (pagamento da effettuare almeno 3 giorni lavorativi antecedenti al ritiro del permesso)
   - bancomat direttamente c/o l’Ufficio Permessi 
MARCHE DA BOLLO
   - n. 1 da  Euro 16,00 da apporre sulla domanda per il rilascio dell’Autorizzazione (se già non apposta)
   - n. 1 da  Euro 16,00 per ogni Autorizzazione concessa

Torna su

Stampa questa pagina

ZTL: istruzioni per l'uso

Condividi

Torna indietro