Città di Torino >
Trasporti e Viabilità > Cantieri attivi > METROPOLITANA, LA TALPA “MASHA” E’ ARRIVATA ALLA STAZIONE “LINGOTTO”

METROPOLITANA, LA TALPA “MASHA” E’ ARRIVATA ALLA STAZIONE “LINGOTTO”

Pubblicato il 11-06-2018 (Aggiornato il 20-08-2018)

Masha

La TBM ha completato lo scavo di tutto il tunnel della tratta “Lingotto-Bengasi” della linea 1 della Metropolitana

Realizzati 690 metri di galleria da “Italia ’61” a “Lingotto”.

La TBM “Masha” ha concluso lo scavo della galleria del prolungamento Sud - tratta “Lingotto-Bengasi” - della linea 1 della Metropolitana.

La talpa, partita lo scorso 21 Novembre, ha realizzato gli ultimi 690 metri di galleria dalla stazione “Italia ’61-Regione Piemonte” a “Lingotto” posizionando 492 anelli. Nel suo percorso ha superato il sottopasso Lingotto ad una profondità di quasi 30 metri, facendo registrare la sua miglior performance di scavo con la posa di 15 anelli/giorno, corrispondenti a 21 metri di scavo/giorno.

Adesso la TBM verrà smontata, estratta e destinata ad altri lavori dall’impresa.

Ultimato lo smontaggio e l’estrazione della TBM, partiranno i lavori di completamento delle stazioni, i lavori per la realizzazione del piano di rotolamento dei treni (attualmente in corso nel tratto che va dalla stazione Bengasi al Pozzo Terminale) e quelli relativi agli impianti di sistema necessari per il funzionamento dei treni in galleria.

Con il progredire dei lavori parallelamente si procederà con la restituzione della aree di cantiere alla città e con il ripristino della normale viabilità su Via Nizza.


E’ INOLTRE PARTITA LA GARA PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE CIVILI DELLA TRATTA “FERMI-COLLEGNO CENTRO”

L’importo complessivo a base di gara per la realizzazione delle opere civili è di € 62.294.372,37 ed è interamente finanziato dallo Stato.

La nuova tratta sarà lunga 1750 metri e prevede la realizzazione di due stazioni: Certosa e Collegno Centro.

E’ partita la gara per la realizzazione delle opere civili al rustico, delle finiture architettoniche di completamento e degli impianti non connessi al sistema del I° lotto funzionale “Fermi-Collegno Centro” della tratta “Collegno-Cascine Vica” della linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino.

L’importo complessivo a base di gara per la realizzazione delle opere civili, di finitura ed impianti è di € 62.294.372,37 ed è interamente finanziato dallo Stato. 
I lavori delle opere civili, finiture ed impianti, partiranno nell’autunno del 2018 e dureranno circa 3 anni e mezzo. Successivamente verranno realizzate le opere connesse al sistema per il funzionamento dei treni.
Nel frattempo è in fase di conclusione la gara per la progettazione esecutiva del II° Lotto Funzionale “Collegno Centro-Cascine Vica”. Una volta redatto il progetto esecutivo, Infra.To potrà bandire la gara per la realizzazione anche di questo secondo lotto e successivamente dare il via ai lavori.

In totale si prevede di ultimare tutto il prolungamento Ovest della linea 1 della Metropolitana, da Fermi a Cascine Vica, in circa 4 anni e mezzo.

Il tracciato

Il nuovo tratto sarà lungo complessivamente 1750 metri. Subito dopo la stazione Fermi (attuale capolinea), la linea si innesta sulla via E. De Amicis nel Comune di Collegno. Successivamente il tracciato si sviluppa lungo via E. De Amicis fino all’incrocio con corso Pastrengo, sottopassa la ferrovia Torino/Modane, e, dopo aver percorso via Risorgimento, si porta al di sotto ed in asse di corso Francia.
In questo primo lotto è prevista la realizzazione di due stazioni.
La stazione “Certosa” sarà la stazione di interscambio con il servizio ferroviario nella stazione di Collegno. Questa sarà l’unica stazione della linea 1 ad avere parte dell’edificio realizzato in superficie.
La stazione “Collegno Centro” sarà ubicata nel centro del Comune di Collegno su corso Francia all’altezza dell’attuale sede del mercato e sarà realizzata su due livelli. Questa stazione, così come le altre due stazioni del II° lotto funzionale che verranno realizzate su corso Francia, saranno dotate di un ascensore per ogni accesso consentendo in questo modo di utilizzare la stazione come un naturale sottopasso di corso Francia accessibile ad ogni tipologia di utenza.

Tecniche di scavo

La parte iniziale della galleria sarà realizzata con sistema “cut&cover” (il sistema utilizzato per la realizzazione delle stazioni). La restante parte della galleria sarà invece scavata con il metodo tradizionale a foro cieco. Rispetto al progetto preliminare, dove era previsto lo scavo di tutta la galleria con sistema cut&cover, con questa tecnica si potrà ottenere un minor impatto sul sistema viabilistico lungo l’asse della galleria; cantieri concentrati e non diffusi; minori volumi scavati e minori volumi di materiali da costruzione impiegati; minore emissione di rumori e polveri.

I numeri della TBM (Tunnel Boring Machine)

Nome: Masha
Ditta che ha prodotto la TBM: Herrenknecht - Germania
Diametro di scavo: 7,70m

Lunghezza TBM: 100 m
Peso TBM: 400 tonnellate
Diametro interno della galleria: 6,80m
Lunghezza della galleria: 1880 m
Profondità media di scavo: - 20m
Profondità massima di scavo: - 25
Conci utilizzati per il rivestimento della galleria: 7752
Numero anelli montati nella tratta “Bengasi-Pozzo Terminale”: 150 (900 conci)
Numero massimo di anelli montati in un giorno: 9 (equivalenti a 12.6 metri scavati)
Quantità di terra estratta con TBM (tratta Bengasi-P.Terminale): circa 9.800m³

Galleria con TBM
Masha, questo il nome della TBM, è lunga 100 metri. La testa fresante ha un diametro di 7.70 m. con i colori della Città di Torino: giallo e blu. La TBM è in grado di scavare ad una media di 12 metri al giorno. 

Per maggiori informazioni visita il sito: www.infrato.it

Torna su

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro