Città di Torino >
Trasporti e Viabilità > Cantieri attivi > Proseguono i lavori per la realizzazione del parcheggio sotterraneo e la riqualificazione di corso Galileo Ferraris

Proseguono i lavori per la realizzazione del parcheggio sotterraneo e la riqualificazione di corso Galileo Ferraris

Pubblicato il 24-02-2016 (Aggiornato il 23-06-2017)

rendering-2

Nel mese di novembre 2014 sono stati avviati i lavori relativi alla riqualificazione del corso Galileo Ferraris, che prevedono l’eliminazione della sosta nella carreggiata centrale, sostituita da un parcheggio pubblico interrato, e la sua trasformazione in viale pedonale.

L’intervento è realizzato da un concessionario privato attraverso una concessione di progettazione, costruzione e gestione, e l’importo complessivo dell’intero intervento è pari a 15.182.141 di Euro, di cui 11.193.141 a carico del concessionario. Il finanziamento pubblico da parte della Regione Piemonte è di 3.989.000 euro.
Durante l’esecuzione degli scavi per la realizzazione del parcheggio interrato sono emersi resti delle fortificazioni esterne alla Cittadella, in particolare la muratura di contenimento del rivellino “des inavalides”, nelle parti risparmiate dalle demolizioni ottocentesche.
All’inizio di giugno 2015 è stato scoperto un ramo di galleria del 1689, di comunicazione tra il rivellino ed il corpo di piazza della Cittadella, corrente al di sotto del fossato. A luglio 2015 la Soprintendenza Archeologia del Piemonte ha comunicato l'avvio del procedimento di verifica dell'interesse culturale di quanto rinvenuto. I lavori sono stati sospesi il 10 luglio 2015.
Nei mesi di giugno, luglio e agosto 2015 si sono tenuti vari incontri tra le Soprintendenze, la Direzione Generale Archeologia del MIBACT, l’amministrazione comunale ed il Concessionario, al fine di valutare congiuntamente le modalità più consone per mantenere e valorizzare i tratti di murature e di gallerie rinvenuti e conservati nel sottosuolo, nelle parti risparmiate dalle demolizioni ottocentesche.
Il concessionario ha quindi provveduto a redigere una variante al progetto esecutivo del parcheggio ed alla sistemazione superficiale di corso Galileo Ferraris.
Il nuovo progetto prevede la realizzazione di una struttura interrata indipendente dal parcheggio, adibita ad area archeologica, in corrispondenza dei resti del muro di contenimento settentrionale del rivellino e della galleria a emiciclo.
La struttura interrata avrà una dimensione di circa 30 metri per 11 ed un’altezza di 3,80 metri e sarà dotata di impianti di illuminazione, estrazione aria per il mantenimento del volume a condizioni igrometriche idonee.
Le strutture archeologiche verranno restaurate e consolidate.
Il progetto prevede anche di valorizzare il complesso del Pastiss che, realizzato tra il 1572 e il 1574, è una fortificazione, oggi interrata, posta all'esterno del fossato, a protezione ravvicinata del bastione San Lazzaro della Cittadella, dalla quale si potessero colpire alle spalle i nemici che si fossero calati nel fossato stesso. Fu parzialmente distrutto dalla costruzione di edifici eretti tra l'Ottocento ed il Novecento e riscoperto nel 1958 dal colonnello Guido Amoretti. Dalla galleria che si imbocca dal parcheggio si raggiungono due rami di gallerie di contromina, esterne all’autorimessa, che risultano condurre al Pastiss. Il progetto prevede di collegare il parcheggio al Pastiss attraverso una di queste gallerie, previo svuotamento dalla terra che in parte occlude la galleria e messa in sicurezza della stessa. Verranno realizzate anche le opere relative a garantire l’accesso pedonale alla fortificazione interrata da via Papacino, attraverso una scala ed un ascensore.

E' disponibile una presentazione in pdf che illustra il progetto

IL CANTIERE

Aperto al pubblico il parcheggio a raso denominato “Cernaia”  di 94 posti auto, situato sulla banchina centrale di corso Galileo Ferraris tra le vie Meucci e Bertolotti.

Avviati i lavori di riqualificazione della via Meucci. L’intervento consiste nella realizzazione di un percorso pedonale alberato nella parte centrale della strada, analogo a quello esistente in via Bertolotti, con le stesse caratteristiche tipologiche dei materiali, illuminazione pubblica, ecc. di corso Galileo Ferraris. La soluzione prevede la piantumazione di circa 15 nuovi alberi e la realizzazione di aiuole verdi e piazzette pavimentate in pietra.

La realizzazione della pista ciclabile è quasi completata, sono in corso i lavori per la costruzione delle rampe di accesso al parcheggio interrato e della sistemazione del passaggio pedonale in corrispondenza di corso Matteotti.

Proseguono inoltre i lavori per la costruzione del parcheggio interrato, l'apertura è prevista per il prossimo autunno e la sistemazione superficiale nonché il restauro dei reperti dell’area archeologica.

Nel mese di luglio verranno avviati i lavori per realizzare gli incroci rialzati e le asfaltaure del tratto di corso Galileo Ferraris tra via Cernaia e corso Matteotti.
I passaggi pedonali su c.so Galileo in prossimità delle intersezioni con via Revel, Valfrè / Bertolotti, Promis / Meucci, saranno rialzati, in modo da raccordarli con le quote del viale parco centrale e dei marciapiedi esistenti ed al fine di garantire l’attraversamento in sicurezza dei pedoni e rallentare le auto. Tali opere consentono l’abbattimento delle barriere architettoniche sia per i disabili motori, che per ciechi e ipovedenti, realizzando attraversamenti stradali allo stesso livello dei marciapiedi, in modo che l’utente non trovi ostacoli lungo il suo percorso. Si procederà inoltre alla completa riasfaltatura delle due carreggiate stradali che costituiscono i controviali.
I lavori comporteranno la chiusura delle carreggiate di corso Galileo Ferraris, secondo il seguente programma:

FASE 1: dal 03 luglio al 23 luglio 2017 compresi:
Divieto di transito veicolare in Corso Galileo Ferraris tra Via Cernaia e Corso Matteotti carreggiata lato ovest (direzione sud);

FASE 2: dal 24 luglio all’11 agosto 2017 compresi
Divieto di transito veicolare in Corso Galileo Ferraris tra Corso Matteotti e Via Giannone carreggiata lato est (direzione centro);
Poiché si interverrà sulla pavimentazione degli incroci, verranno interessati dalla chiusura anche i tratti terminali delle vie Promis, Valfrè, Montecuccoli De Sonnaz, Revel, Bertolotti, Meucci e Giannone in corrispondenza dell’intersezione con il corso G. Ferraris, con conseguente istituzione di divieto di sosta e senso unico alternato a vista, per consentire l’accesso ai residenti.
Sia la Fase 1 che la fase 2 sono a loro volta suddivise in sottofasi che permetteranno di lavorare per tratti con chiusure e aperture parziali, in modo da ridurre il più possibile il disagio.
Si consiglia di utilizzare i percorsi alternativi degli assi di corso Re Umberto – piazza Solferino e Corso Vinzaglio.
 

 

.

Torna su

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro