Torinoplus - La Spina centrale

La Spina Centrale

Il Passante Ferroviario, con l’interramento di oltre 7 km di binari, è il più grande intervento infrastrutturale realizzato a Torino dal dopoguerra. Il progetto ha consentito la ricucitura di due parti di città da sempre separate dalla ferrovia e la realizzazione della Spina Centrale, la “spina dorsale” dello sviluppo della città, fulcro dei principali interventi di trasformazione urbana.

La realizzazione del nuovo viale della Spina Centrale è stata l’occasione per progettare da zero - a favore della qualità ambientale e della vita dei residenti - la viabilità con la separazione dei flussi di transito: il grande asse di scorrimento al centro, i controviali a velocità moderata, la pista ciclabile, l’area di sosta, i marciapiedi e il verde. Il progetto associa arte e spazio pubblico, attraverso un’iniziativa – affidata dalla Città di Torino alla competenza di Rudi Fuchs, direttore dello Stedelijk Museum di Amsterdam, e di Cristina Mundici - che prevede l’inserimento lungo il viale di installazioni di 11 famosi artisti contemporanei: Per Kirkeby, Mario Merz, Giuseppe Penone, Walter Pichler, Giovanni Anselmo, Luigi Mainolfi, Giulio Paolini, Ulrich Rückriem, Gilberto Zorio, Jannis Kounellis, Michelangelo Pistoletto. Le tre prime opere sono già state completate: l’“Igloo” dell’artista milanese Mario Merz; il giardino “Caduti di Cefalonia e Corfù” ridisegnato con nuovi sentieri e alberature da Giuseppe Penone e l’“Opera per Torino” dell’artista danese Per Kirkeby.

Nell’area della Spina Centrale, che attraversa le Spine 1, 2, 3 e 4, saranno realizzati alcuni dei più importanti progetti di trasformazione di Torino: la nuova stazione ferroviaria di Porta Susa, che sarà la futura principale stazione cittadina, la riqualificazione delle OGR e delle Carceri Nuove, la realizzazione del nuovo centro direzionale Intesa San Paolo progettato da Renzo Piano, il recupero di aree industriali dismesse, tra cui la nuova Cittadella del Politecnico, e la realizzazione del grande Parco della Dora lungo la Dora Riparia, a Nord di Torino.