Emergenza Coronavirus a Torino

Informazioni sui provvedimenti in vigore per contrastare l'emergenza sanitaria

Disposizioni recenti

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato il 14 gennaio la proroga, fino al 30 aprile 2021, dello stato d’emergenza in conseguenza della dichiarazione di “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” da parte della Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Il 2 marzo Mario Draghi ha firmato un nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da COVID-19.
Il DPCM sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021 e conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.
È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Le misure previste cambiano del colore della zona attribuita al territorio di residenza.

Fino a lunedì 15 marzo il Piemonte è in zona arancione (alcuni comuni piemontesi sono però in zona rossa) e vanno rispettate una serie di misure di cui le principali sono:

  • la mascherina va indossata in tutti luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto salvo sia garantito l'isolamento da persone non conviventi 
  • è vietato spostarsi in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune
  • dalle ore 22:00 alle ore 5:00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È in ogni caso fortemente raccomandato, per la restante parte della giornata, di non spostarsi
  • è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di 2 persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono
  • sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie).
    E' consentita fino alle 22 la ristorazione d'asporto con divieto di consumazione sul posto. Per bar e esercizi simili senza cucina l'asporto è consentito fino alle 18.
    Non ci sono restrizioni per le consegne a domicilio
  • sono sospesi musei e mostre mentre le biblioteche possono funzionare dove i servizi sono offerti su prenotazione
  • Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche o altri locali o spazi anche all'aperto

Sul sito del Governo Italiano sono disponibili le domande frequenti (FAQ) sulle disposizioni in vigore per le aree gialla, arancione e rossa.

Il testo del Dpcm e gli allegati sono disponibili anche in formato .docx sul sito del Governo Italiano.

Da lunedì 8 marzo e per 15 giorni nelle seconde e terze medie e nelle scuole superiori del Piemonte si applicherà la didattica a distanza al 100%.

In Piemonte, dal 15 febbraio, le persone con più di 80 anni (nati nel 1941 compresi) potranno segnalare la loro volontà di ricevere il vaccino al proprio medico di famiglia.

Sempre da lunedì 15 febbraio il personale, docente e non docente, in servizio presso gli istituti scolastici e universitari pubblici e privati potrà manifestare la propria volontà di aderire alla vaccinazione anti Covid-19 tramite il portale www.ilpiemontetivaccina.it.

Ulteriori informazioni sui provvedimenti in vigore a livello locale sono disponibili sul sito della Regione Piemonte.

Prevenzione

Uso della mascherina

​La mascherina aiuta a prevenire il contagio e, dal 13 ottobre, è obbligatorio averla sempre con sè.
Le mascherine vanno sempre indossate nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, come i negozi o sui mezzi di trasporto, ma anche in tutti i luoghi all'aperto a meno che non si sia isolati rispetto a persone non conviventi.

Domande e risposte sull'uso delle mascherine:
(si ricorda che nelle zone rosse è vietato ogni spostamento, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute)

  • Tutti devono indossare le mascherine?
    Sono esclusi dall'obbligo di indossare la mascherina i bambini di età inferiore ai 6 anni, i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina e coloro che per interagire con questi ultimi versino nella stessa incompatibilità. 
  • Va indossata anche quando si fa sport?
    L'uso della mascherina non è obbligatorio durante lo svolgimento dell'attività sportiva.
  • Se passeggio in un centro abitato devo indossarla?
    Sì ogni volta che ci troviamo in prossimità di una persona non convivente.
  • Se passeggio in una zona isolata devo indossarla?
    No, ma bisogna essere pronti a metterla se si incontrano altre persone.
  • Che cosa devo fare se prendo un mezzo pubblico?
    Alla fermata  va indossata se ci sono altre persone in attesa e poi va tenuta quandosi sale a bordo.
  • Se vado in macchina devo indossarla?
    Non va indossata se si è da soli o con i congiunti. Va messa se si trasportano persone anche familiari ma non conviventi. Lo stesso vale per le moto.
  • Se sto in ufficio devo usarla?
    Sì, è obbligatoria sempre al chiuso a meno che non si stia in stanza da soli.
     

Pratiche quotidiane

Le principali indicazioni pratiche sul comportamento da adottare quotidianamente sono l'abitudine a lavarsi spesso le mani e il mantenimento della distanza di sicurezza dalle altre persone. 
Copri bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci. Se non hai un fazzoletto usa la piega del gomito.
Non bere da bottiglie e bicchieri usati da altri.
Pulisci le superfici
con disinfettanti a base di cloro o alcol.
Per contrastare il Coronavirus è disponibile un vademecum con informazioni su come prevenire il Coronavirus.
 

Informazioni sanitarie in altre lingue

Informazioni sulle corrette norme igieniche per evitare il contagio sono disponibili, sul sito dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, in francese, inglese, arabo, cinese e spagnolo e in numerose altre lingue.

 

Emergenza

  • Problemi sanitari 
    In caso di dubbi non andare al Pronto Soccorso: chiama il tuo medico di base e segui le sue indicazioni.
    L’Unità di crisi della Regione Piemonte ha istituito il numero verde sanitario 800192020, attivo 24 ore su 24, a disposizione di tutti i cittadini che abbiano il dubbio di aver contratto il virus.
    Il 112 rimane il numero di riferimento per le emergenze sanitarie e altri tipi di emergenze.
    Per informazioni generiche di carattere sanitario sul Coronavirus e sui comportamenti di prevenzione si rimanda al 1500, numero verde del ministero della Salute.
    Per tutte le richieste e i dubbi di carattere sanitario legati all'emergenza è anche disponibile il Call Center Covid-19 dell'ASL Città di Torino al numero 011.5663169, attivo tutti i giorni della settimana dalle ore 9.00 alle 17.00.
     
  • Problemi non sanitari
    La Regione Piemonte ha potenziato il numero verde 800333444, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 per fornire chiarimenti sulle misure di natura non sanitaria. 
     
  • Misura straordinaria di solidarietà alimentare
    Da mercoledì 9 dicembre è ripreso il sostegno con panieri solidali e buoni spesa per le famiglie in difficoltà economica.
     
  • Aiuto per persone in condizioni di fragilità
    Il Centro Operativo Comunale della Protezione Civile a Torino risponde alle chiamate dei cittadini dando supporto a quella popolazione che, a seguito della loro situazione di contagio che li costringe alla permanenza presso la propria abitazione o dimora, si trova nella impossibilità di poter svolgere alcune attività del quotidiano (spesa, farmaci, accompagnamento animali) perché in condizioni di fragilità e/o senza il supporto di una rete parentale e/o amicale.
    Il Centro Operativo della Protezione Civile è operativo dal lunedì alla domenica (dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 14.30 alle 16.30) chiamando il numero 011.01137777.
    È inoltre a disposizione, per eventuali ulteriori comunicazioni, l'indirizzo e-mail emergenza.protezionecivile@comune.torino.it.
     
  • servizio di supporto psicologico
    L'Associazione "Psicologi per i Popoli di Torino" offre un servizio gratuito di supporto psicologico.
    Il servizio è operativo tutti i giorni dal lunedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 14.30 alle 16.30, chiamando il numero 011.01137740.
     
  • Tamponi rapidi all'Allianz Stadium
    Dal lunedì al sabato, con orario 8-14 è in funzione l'hotspot all'Allianz Stadium per tamponi rapidi.
    All’hotspot potranno accedere, esclusivamente con l’automobile, gli utenti prenotati dai medici di medicina generale sulla piattaforma sanitaria della Regione e non sarà possibile scendere dall’auto fino alla conclusione delle operazioni. I risultati del test saranno consegnati agli utenti circa 15 minuti dopo l’esecuzione.
     
  • Tamponi rapidi per Covid-19 in farmacia
    Dal 26 ottobre, nella Regione Piemonte, oltre che negli ospedali, i test possono essere effettuati tramite le farmacie.
    Il tampone rapido non è a carico del Sistema Sanitario Regionale. 
    Una volta acquistato il test, per evitare assembramenti nelle farmacie, un infermiere lo effettuerà a domicilio 3 giorni dopo, dando così il tempo ad eventuali sintomi di manifestarsi.

Spostamenti

Essendo il Piemonte in area gialla, è consentito spostarsi tra le ore 5.00 e le ore 22.00, all’interno della Regione.
Gli spostamenti verso altre regioni o province autonome sono consentiti esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.
È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
Per quanto riguarda le visite ad amici o parenti, nella zona gialla è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata nella regione, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di 2 persone, oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. 
La persona o le 2 persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

Spostamenti per l'estero

Le regole per i viaggi sono diverse a seconda dello Stato di provenienza o destinazione e delle motivazioni degli spostamenti.
Tutte le informazioni sulle limitazioni relative agli spostamenti per i vari paesi sono disponibili nella pagina dedicata del Ministero della Salute.

Singole Regioni potrebbero imporre a chi proviene da alcuni Stati o territori esteri il rispetto di particolari obblighi. Prima di partire per rientrare in Italia, si raccomanda di verificare eventuali disposizioni aggiuntive da parte delle Regioni di destinazione, contattandole direttamente o visitandone i siti web delle regioni italiane.
Per chi deve recarsi all'estero è anche opportuno consultare le informazioni "Focus Coronavirus" sul sito viaggiaresicuri.it.

Rientro a casa dall'estero

Se sei all'estero e devi ritornare in Italia le informazioni sugli obblighi per i viaggiatori, in base al paese di provenienza, sono reperibili nella pagina dedicata del Ministero della Salute.

Sul sito della Regione Piemonte è disponibile una pagina con istruzioni per chi rientra dall'estero.

 

Agevolazioni economiche

  • Contributi per pagare l'affitto
    Fino al 30 settembre 2020 è stato possibile richiedere un contributo a integrazione dei canoni di locazione (affitti) per le annualità 2019 e 2020.
     
  • Agevolazioni economiche per imprese e lavoratori
    Per favorire la ripresa economica sono a disposizione alcuni provvedimenti a sostegno di famiglie e imprese, come la sospensione dei mutui prima casa e dei prestiti personali, bonus per alcune categorie di lavoratori autonomi, microcredito e sospensioni versamenti fiscali per le imprese.
     
  • Bonus Vacanze
    Anche per il 2021 viene riconosciuto un bonus vacanze a favore dei nuclei familiari con ISEE inferiore a 40.000 euro da utilizzare entro il 30 giugno 2021, per pagare servizi turistici (hotel, agriturismi, bed & breakfast ecc.). L’80% del credito viene corrisposto come sconto mentre il 20% dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi del 2021 come detrazione d'imposta.
  • Voucher vacanze in Piemonte
    La Regione Piemonte ha introdotto un voucher vacanza per incentivare il turismo in Piemonte offrendo ai visitatori, compresi i residenti, 3 pernottamenti al costo di 1, da prenotare entro il 31 dicembre 2020 e da utilizzare per tutto il 2021. 

Fonti ufficiali di informazione

 

Puoi usare Google Translate per tradurre questa pagina in altre lingue

 

Consulta su TorinoGiovani altre informazioni dedicate a Salute e vita affettiva

 

 

Data aggiornamento: 
4 Marzo 2021
Fino al 30 settembre si può richiedere un contributo a integrazione dei canoni di locazione (affitti) per le annualità 2019 e 2020.
Provvedimenti per il sostegno delle famiglie e delle imprese
Dal 9 dicembre il via alle domande di sostegno alimentare per le famiglie non ancora inserite nella rete di Torino Solidale
Informazioni sulle precauzioni da adottare per evitare il contagio