Emergenza Coronavirus a Torino

Domande e risposte sui sostegni e sui servizi disponibili durante l’emergenza
Emergenza coronavirus, come faccio a

L'emergenza sanitaria e le misure per contrastare il Coronavirus stanno cambiando profondamente il nostro modo di vivere.
Per riorganizzare la nostra vita, per aiutare chi ci sta intorno a capire cosa si può e cosa non si può fare, sono disponibili informazioni utili su alcuni aspetti principali:

  • come preservare la tua salute e quella di chi ti sta intorno
  • dove e come puoi ricevere aiuto per le esigenze di tutti i giorni e come puoi darne
  • che tipi di sostegno economico e non economico sono previsti
  • come affrontare una quotidianità diversa.

La pagina verrà regolarmente aggiornata via via che nuovi servizi o nuove informazioni saranno disponibili. 

Se ti sembra che manchi qualcosa, o che alcune informazioni o link non siano aggiornati, scrivi a torinogiovani@comune.torino.it e segnalaci commenti, migliorie e integrazioni.

Scopri di più su ciascun argomento:

La Città di Torino ha aperto un conto corrente per raccogliere donazioni da destinare a persone in difficoltà.
Dai una mano anche tu!

 

Informazioni generali e aggiornamento sulle misure in vigore

E' obbligatorio l'uso delle mascherine anche all'aperto?
L'ordinanza n. 64 del presidente della Piemonte, Cirio, che aveva stabilito l'obbligatorietà dell'uso della mascherina anche all'aperto, da venerdì 29 maggio fino alla mezzanotte di martedì 2 giugno, non è stata prorogata
Resta però in vigore l'obbligatorietà della mascherina ovunque non sia possibile garantire il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno 1 metro.
Per quanto riguarda le attività di ristorazione l'uso della mascherina non è obbligatorio per chi siede ai tavoli di un locale, sia all'interno che all'esterno nei dehors.
L'ordinanza n. 63 del presidente della Regione Piemonte aveva invece introdotto, fino al 14 giugno 2020 l’obbligo di utilizzo della mascherina in tutte le aree di pertinenza dei centri commerciali
Sono esclusi dall'obbligo i bambini di età inferiore ai 6 anni e i soggetti con forme di disabilità o con patologie non compatibili con l'uso continuativo di dispositivi di protezione individuale.

 

Quali sono i punti salienti delle misure in vigore?
A partire dal 3 giugno è nuovamente possibile spostarsi, senza autocertificazione, fra le regioni italiane mentre, dal 18 maggio al 2 giugno, era possibile spostarsi solamente all'interno della propria regione.
Resta il divieto di assembramento in luoghi pubblici e la necessità di rispettare il distanziamento. 
Occorre portare sempre con sè una mascherina: andrà obbligatoriamento indossata nei casi previsti (trasporti pubblici, luoghi chiusi, ovvero in posti affollati).

I soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.
È previsto il divieto assoluto di uscire da casa per chi è sottoposto alla misura della quarantena essendo risultato positivo al virus.

Le disposizioni più recenti riguardanti le misure di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 sono contenute nel DPCM del 17 maggio 2020 (.pdf)

Ulteriori informazioni sulle disposizioni in vigore e chiarimenti su casi specifici sono consultabili nelle domande frequenti sulle misure adottate dal Governo.

A livello locale l'ordinanza n. 57 del Presidente della Regione Piemonte, Cirio, ha stabilito, il 17 maggio, che:

  • da lunedì 18 maggio hanno riaperto tutti i negozi al dettaglio, i saloni per parrucchieri, i centri estetici, gli studi di tatuaggio e piercing, i servizi per gli animali (dog sitter, pensioni e addestramento, mentre le toelettature avevano già riaperto), tutte le altre strutture ricettive al momento ancora chiuse e i musei.
  • da lunedì 18 maggio sono consentiti anche tutti gli sport all'aria aperta in forma individuale o in coppia con il proprio istruttore, purché sempre nel rispetto delle distanze e delle relative disposizioni di sicurezza;
  • da mercoledì 20 maggio nei mercati possono essere presenti i banchi extralimentari (si possono così applicare le procedure di adeguamento alle nuove linee guida per la sicurezza);
  • da sabato 23 maggio è consentita la riapertura in Piemonte bar e ristoranti e le altre attività di somministrazione di alimenti.

Secondo quanto annunciato dal presidente Conte dal 25 maggio è consentita la riapertura di palestre, piscine, centri sportivi e dal 15 giugno potranno riprendere le loro attività cinema e teatri.

Dal 18 maggio sono riprese anche le funzioni religiose, ma occorre evitare assembramenti, rispettare le distanze e indossare le mascherine.

 

Come faccio ad avere informazioni di carattere sanitario?
Trovi informazioni dettagliate nella pagina FAQ - Covid-19, domande e risposte
Puoi anche chiamare il numero verde della Regione Piemonte 800192020 (attivo 24 ore su 24) oppure il numero verde nazionale del Ministero della Salute 1500
In casi di emergenza sanitaria va chiamato il numero 112, valido anche per altre emergenze.

 

E informazioni di carattere NON sanitario?
Il numero verde della Regione Piemonte per chiarimenti sulle misure di natura non sanitaria è 800333444 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20. 
 

Quando è obbligatorio indossare la mascherina?
A partire da lunedì 4  maggio, secondo quanto disposto dall'art. 3 comma 2 del DPCM 26 Aprile 2020 è obbligatorio l'uso di protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. 
Sono esclusi dall’obbligo i bambini sotto i 6 anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina. 
Le mascherine possono essere monouso o lavabili, anche auto-prodotte in grado di fornire una adeguata barriera.
L'obbligo è confermato dall'ordinanza n. 57 del Presidente della Regione Piemonte, Cirio del 17 maggio.

 

Sono una donna che subisce violenza domestica e adesso non posso uscire di casa. Come posso avere aiuto?
Purtroppo, l’emergenza sanitaria ha effetti devastanti su persone che vivono situazione di violenza o abuso domestico.
Sul sito www.1522.eu oppure sull’app 1522 è possibile chattare con le operatrici senza essere ascoltate da altre persone in casa. 
Per farvi fronte e denunciare le violenze domestiche è possibile contattare l’help line violenza e stalking al numero gratuito 1522, attivo 24 ore su 24.
L'app 1522 è scaricabile su Google Play oppure su App Store.
 

Sono titolare di un permesso di soggiorno in scadenza; come faccio a rinnovarlo?
Il Decreto legge 18/2020 del 17 marzo 2020 stabilisce che “tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020”.
Pertanto la validità di tutti i permessi di soggiorno in scadenza in questo periodo viene prorogata fino al 15 giugno 2020, dando la possibilità ai titolari di poter effettuare la domanda di rinnovo dopo tale data.
E' possibile approfondire la questione dei permessi di soggiorno nel periodo di emergenza da Coronavirus nella scheda sintetica preparata dalla sezione emiliana dell’ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione).

 

Salute

Come faccio a ridurre le possibilità di contagio?

  • Lavati spesso le mani con acqua e sapone o gel a base alcolica.
  • Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  • Mantieni almeno un metro di distanza dalle altre persone, in particolare quando tossiscono o starnutiscono o hanno la febbre, perché il virus è contenuto nelle goccioline di saliva e può essere trasmesso a distanza ravvicinata.
  • Evita abbracci e strette di mano
  • Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  • Copri bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci. Se non hai un fazzoletto usa la piega del gomito
  • Se hai un’infezione respiratoria acuta, evita contatti ravvicinati con le altre persone.
  • Non bere da bottiglie e bicchieri usati da altri, in particolare durante l'attività sportiva
  • Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  • Non prendere farmaci antivirali, antibiotici e antinfiammatori, a meno che siano prescritti dal medico
  • La mascherina aiuta a prevenire il contagio ed il suo uso è obbligatorio nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, come i negozi, sui mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. 
  • In caso di dubbi non andare al Pronto Soccorso: chiama il tuo medico di base e segui le sue indicazioni.
  • Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

Approfondisci le informazioni su Come prevenire il Coronavirus.

 

Dove trovo informazioni sanitarie in altre lingue?
Informazioni sulle corrette norme igieniche per evitare il contagio sono disponibili, sul sito dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, in francese, inglese, arabo, cinese e spagnolo e in numerose altre lingue.
 

 

Supporto economico

Oltre alle informazioni presenti in questa pagina, puoi trovare aggiornamenti e approfondimenti sulle agevolazioni economiche per imprese e lavoratori (reddito d'emergenza, bonus colf e badanti, bonus biciclettebonus vacanze) nella pagina dedicata

 

FAMIGLIE

Cosa sono i buoni spesa? Come posso richiederli?
I buoni spesa sono una forma di aiuto per soddisfare le necessità più urgenti e essenziali delle persone in difficoltà.
La Città di Torino da venerdì 3 a domenica 5 aprile ha raccolto le domande di assegnazione dei buoni spesa per le persone in difficoltà a causa dell'emergenza Covid-19. La distribuzione via SMS dei buoni spesa assegnati è avvenuta fra lunedì 6 e giovedì 9 aprile.
Per tutti coloro che non hanno ricevuto i buoni spesa e che comunque presentano situazioni di necessità, la Città sta individuando forme alternative di aiuto.
Le persone che non riescono ad acquistare il cibo possono contattare il numero verde della Protezione Civile per richiedere un pacco alimentare.

Maggiori informazioni sulla homepage della Città di Torino.

 

Ho letto che è possibile sospendere le rate del mutuo; dove trovo maggiori informazioni? 
Il Fondo di solidarietà per i mutui per l'acquisto della prima casa (il cosiddetto fondo Gasparrini) istituito con legge  legge n. 244 del 24/12/2007 ha previsto la possibilità, per i titolari di un mutuo fino a 250.000 euro, contratto per l'acquisto della prima casa, di beneficiare della sospensione per 18 mesi del pagamento delle rate al verificarsi di situazioni di temporanea difficoltà.
Prima dell'emergenza Coronavirus la sospensione del mutuo era possibile nei seguenti casi:

  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato
  • cessazione dei rapporti di lavoro “atipici” 
  • morte o riconoscimento di handicap grave di un titolare del mutuo

ora possono richiedere la sospensione anche queste persone:

  • I lavoratori che hanno subito una sospensione o una riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni (p. es. Cassa Integrazione)
  • I lavoratori autonomi e liberi professionisti riduzione del fatturato superiore al 33% rispetto a quanto fatturato nell’ultimo trimestre 2019 in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività per l'emergenza Coronavirus

A partire dal 30 marzo 2020 è disponibile la nuova modulistica per presentare la domanda di sospensione del mutuo.

 

Ho letto che è possibile sospendere le rate dei prestiti personali; dove trovo maggiori informazioni? 
Le finanziarie che concedono prestiti personali hanno previsto una moratoria di 6 mesi per i finanziamenti superiori a 1.000 euro.
La sospensione dei prestiti può essere totale o della sola quota capitale.
E’ possibile per chi ha perso il lavoro dal 21 febbraio al 30 giugno 2020, per chi è in cassa integrazione per almeno 30 giorni e per i professionisti che hanno ridotto il fatturato di più del 33% rispetto all’ultimo trimestre 2019.
La sospensione riguarda anche gli eredi di chi non aveva stipulato un’assicurazione a copertura del credito residuo.
Per ottenere la sospensione è necessario far richiesta via email alla finanziaria che ha erogato il prestito. 
E’ disponibile l’elenco delle finanziarie aderenti a Assofin.

 

E' vero che a Torino il pagamento della TARI, la tassa sulla raccolta rifiuti è sospesa anche per le famiglie?
Sì, il Comune di Torino ha sospeso il pagamento dell’acconto TARI abitazioni.
Le nuove scadenze di pagamento TARI per le utenze domestiche sono:
10 luglio, 5 agosto, 4 settembre, 9 dicembre (saldo) che sostituiscono rispettivamente le scadenze del 30 aprile, 29 maggio, 30 giugno e 2 dicembre.
Il call center della società di riscossioni Soris è regolarmente in funzione al numero 848.800.141.

 

E' vero che in questo periodo sono sospesi gli sfratti?
Sì, il Decreto Legge 14 marzo 2020 n. 18 ("Cura Italia") ha disposto la sospensione degli sfratti fino al 30 giugno.

 

Esiste qualche forma di sostegno per chi è in difficoltà a pagare l'affitto?
La Regione Piemonte ha recentemente stanziato  3,6 milioni di euro per il sostegno all’accesso alle abitazioni in affitto.
Le domande potranno essere presentate esclusivamente dal 1° al 30 settembre.
Maggiori informazioni sui criteri di accesso sono disponibili sul sito InformaCasa della Città di Torino.

 

Come faccio a richiedere il Bonus Baby Sitting?
Le domande per il bonus Baby Sitting possono essere presentate sul sito dell'INPS a partire dal 1 aprile e riguardano attività di babysitting per bimbi sotto i 12 anni svolte durante il periodo di emergenza sanitaria. 
Ulteriori informazioni possono essere richieste al Contact Center Inps-Inail al numero 803164 (gratuito da rete fissa) oppure, da cellulare, al numero 06164164 (con tariffazione a carico dell'utenza chiamante). 

 

Come faccio a ottenere il rimborso per la mensa scolastica?
Il Comune di Torino ha previsto un rimborso delle spese sostenute per la mensa scolastica. Leggi i dettagli sul RisTo, il sito della Ristorazione Scolastica a Torino. 

 

IMPRESE E ASSOCIAZIONI

Ho un’impresa o un’associazione, cosa faccio con la tassa rifiuti (TARI)?
Le rate del 16 marzo e del 15 maggio della TARI, tassa per la raccolta rifiuti, saranno posticipate senza penali per tutte le utenze non domestiche, per le imprese, negozi e locali messi in difficoltà dalle limitazioni imposte per ridurre il contagio.
 

La mia associazione ha uno spazio in convenzione con il Comune di Torino; posso richiedere agevolazioni per il canone d’affitto? 
Sì, è vero. Con delibera del 17/03 “Misure di sostegno a favore di associazioni e di enti no-profit concessionari di beni di proprietà della Città di Torino”, approvata il 17 marzo 2020, la Città di Torino ha deciso di dilazionare i canoni di affitto.
Per la procedura, occorre mettersi in contatto direttamente con gli uffici che hanno seguito la pratica della convenzione.

 

INFORMAZIONI GENERICHE

Che cos'è il bonus lavoratori autonomi? Chi può richiederlo?
Il bonus di 600 euro mensili per i professionisti e lavoratori autonomi previsto per i mesi di marzo e aprile 2020, aumenta a 1.000 euro per il mese di maggio.
E’ rivolto a lavoratori autonomi (commercianti, artigiani e coltivatori diretti), liberi professionisti non iscritti a casse di previdenza obbligatoria, collaboratori coordinati e continuativi, lavoratori stagionali e dello spettacolo a cui si aggiungono i lavoratori in somministrazione del settore turistico che hanno cessato il lavoro nel periodo 1° gennaio-17 marzo 2020 senza altri sussidi (es. NASPI).
I lavoratori autonomi devono dimostrare almeno una riduzione dei ricavi del 33% nel secondo bimestre 2020.
Per i lavoratori agricoli il bonus di 600 euro previsto per il mese di marzo viene erogato di 500 euro per il mese di aprile.
Il bonus di 600 euro mensili viene riconosciuto anche ad alcuni lavoratori dipendenti, per i mesi di aprile e maggio 2020, tra cui: lavoratori stagionali anche di settori diversi dal turismo, lavoratori intermittenti, lavoratori autonomi occasionali, incaricati alle vendite a domicilio.
Non può essere richiesto da chi percepisce il Reddito di Cittadinanza. Non fa cumulo con altri redditi.
Occorre presentare una domanda online - si accede tramite SPID, credenziali INPS o con la procedura PIN semplificato - sul sito INPS.
Leggi le istruzioni per presentare la domanda di indennità. L'accesso ai servizi telematici dell'INPS può avvenire dalle 8 alle 16 per patronati e intermediari abilitati e dalle 16 alle 8 per i cittadini.

Mi serve l’ISEE per una serie di richieste; come faccio a ottenerlo adesso che molti uffici sono chiusi?
Viste le difficoltà di accesso a molti servizi per la compilazione del modello ISEE, l’INPS ha previsto in via sperimentale un sistema sostitutivo, Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). Sul sito dell’INPS si trovano dettagli e procedure.
 

Dove trovo tutti i Decreti con le misure a favore di famiglie, lavoratori e imprese?
Sul sito del Governo puoi trovare l’elenco di tutte le misure a sostegno di famiglie, lavoratori e imprese

 

Supporto non economico

In questo momento ho difficoltà ad acquistare il cibo per me e la mia famiglia, posso ricevere un aiuto?
Assolutamente sì. Contatta il numero della Protezione Civile al numero 800444004 (con orario 9-18, tutti i giorni).
Una volta verificate le condizioni familiari ed economiche la richiesta verrà presa in carico dal progetto Torino Solidale e verrai iscritto nella lista delle persone che hanno bisogno di ricevere pacchi alimentari.

Attenzione: questo tipo di aiuto è diverso dai buoni spesa, si prega di non chiamare la Protezione Civile per richiedere i buoni spesa, alla Protezione Civile si possono richiedere solo pacchi alimentari.

Le persone che hanno più di 80 anni possono richiedere alla fondazione Specchio dei Tempi, con l'iniziativa "Over 80", la consegna gratuita di una spesa di 40 euro, le prenotazioni vanno fatte al tel. 3489338812.
La spesa viene lasciata sullo zerbino.

 

Non posso uscire di casa, qualcuno può andare a fare la spesa per me, pagando?
Se uscire materialmente di casa è un problema (sei ammalato, anziano, hai bambini che non puoi lasciare soli a casa ecc.) puoi contattare il numero verde della Protezione Civile 800444004 (con orario 9-18, tutti i giorni) e chiedere che qualcuno ti porti la spesa.
Per questo servizio viene richiesto il pagamento della spesa.

 

Ho bisogno di farmaci e non posso uscire: a chi posso rivolgermi?
La Croce Rossa ha attivato un servizio di consegna dei farmaci a domicilio.
Il servizio può essere richiesto al numero verde 800.065510 (attivo h. 24, 7 giorni su 7).
I volontari della Croce Rossa, riconoscibili dall’uniforme, ritirano la ricetta presso lo studio medico, si recano in farmacia per il ritiro dei medicinali e poi li consegnano a casa in busta chiusa.
Le medicine possono essere ritirate in farmacia anche senza ricetta medica: servono il Numero di Ricetta Elettronica e il codice fiscale dell’assistito.
Il servizio è gratuito. E’ sufficiente rimborsare al volontario l’eventuale costo del medicinale anticipato al farmacista.
Si può richiedere lo scontrino fiscale da utilizzare per le detrazioni fiscali.

Anche Federfarma ha attivato il numero verde 800.189521 al quale possono rivolgersi le persone impossibilitate a recarsi in farmacia, per disabilità o gravi malattie, che non possono delegare altri soggetti, per richiedere la consegna di farmaci a a domicilio per casi non urgenti.

 

Sono sola/o con figli. Come faccio se devo andare in ospedale? Chi si occupa di loro?
In città ci sono molti progetti per bambini e adolescenti: contatta subito i servizi sociali perché indirizzeranno a seconda del bisogno e della circostanza. Si può contattare lo 011.6194260 oppure il servizio sociale della propria circoscrizione di appartenenza.

 

Sono solo e non ho nessuno, se mi ammalo cosa succede? E se dovessi morire?
Nel caso di decesso di una persona sola a Torino, dopo aver accertato che non vi siano parenti di primo grado, se nessuno intende occuparsi del funerale, la Città se ne prende carico attraverso AFC Torino Spa (la Società pubblica del Comune che gestisce i cimiteri dal 2006). Il funerale municipale gratuito del Comune è garantito alle persone che muoiono sole e per i cittadini il cui reddito annuo certificato ISEE non superi i 13mila euro.
Maggiori informazioni sul sito www.oltre.torino.it.
 

 

Ci sono servizi di supporto psicologico durante questo periodo di quarantena?
Certamente, esistono diversi sportelli di ascolto telefonico da chiamare se sei solo o sola a casa e hai bisogno di parlare con qualcuno:

  • Il Ministero della Salute e dalla Protezione Civile ha attivato il numero verde di supporto psicologico 800.833.833.
    Tutti i giorni, dalle ore 8 alle 24, professionisti specializzati, psicologi, psicoterapeuti e psicoanalisti, risponderanno al telefono alle richieste di aiuto.
  • l’associazione "Psicologi per i popoli Torino" offre, tramite volontari, un servizio gratuito di supporto psicologico ai cittadini.
    Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 10 alle 18 telefonando ai seguenti numeri:  011. 01137782 - 011.0218642 - 011.8266066
    è anche possibile scrivere a coronaviruspsi@gmail.com
  • il Gruppo Abele uno sportello telefonico di assistenza psicologica per supportare chiunque in questo momento stia vivendo una situazione di sofferenza e disagio.
    Lo sportello è attivo 7 giorni su 7 dalle 15 alle 20 telefonando al numero: 011.3841040
  • Il centro di ascolto Aria per giovani e adolescenti ha attivato un servizio gratuito di ascolto psicologico, per ragazze e ragazzi dai 14 ai 21 anni in funzione dal lunedì al venerdì dale 15 alle 17. 

 

Come faccio ad avere supporto nelle necessità domestiche, come ricevere la spesa a casa, far portare fuori il cane, se non posso uscire?
Per questo tipo di esigenze quotidiane, puoi chiamare il numero della Protezione civile torinese 800444004 (con orario 9-18, tutti i giorni) e chiedere aiuto. Saranno loro a fornirti sostegno oppure ad indirizzarti al servizio a te più vicino.

 

Ho problemi di salute e non ho un medico. Come posso fare per ottenere assistenza medica e delle medicine?
L'Associazione Camminare Insieme offre assistenza sanitaria agli strati più fragili della popolazione, immigrati con o senza permesso di soggiorno, italiani  in condizioni disagiate, homeless ecc. 
In questo periodo viene garantita solo l'assistenza di medicina generale e la fornitura di farmaci.
E' possibile segnalare problemi e bisogni al numero telefonico 011.4365980 tutte le mattine, tranne il sabato, dalle 9 alle 13.
L'ambulatorio in via Cottolengo, 24/a è aperto il lunedì e il giovedì dalle 9 alle 12.

 

E se in questo momento una casa non ce l’ho?
Dove posso ricevere cure, cibo e trovare un posto in cui passare la quarantena?

Per le persone senza fissa dimora, sia i dormitori che le mense sono aperte.
I dormitori a Torino hanno ampliato il servizio ed è possibile rimanervi anche di giorno (tranne alcune ore dedicate alla pulizia).
Le mense gratuite per persone indigenti e senza dimora sono aperte anche se in questo periodo di emergenza Coronavirus viene fornito solo cibo da asporto.

Esiste inoltre

  • un ambulatorio in cui ricevere informazioni servizi disponibili (bagni, mense, dormitori); l'ambulatorio "Roberto Gamba" è in via Sacchi 49 ed è aperto tutti i giorni dalle 15.30 alle 18.30

Trovi maggiori informazioni su questi servizi nella pagina su dormitori e mense a Torino.

 

Vita quotidiana

Partiamo dalla domanda più importante: posso uscire di casa?
A partire da lunedì 18 maggio è possibile muoversi liberamente, all'interno della propria regione, senza più dover giustificare le ragioni dello spostamento.
Resta il divieto di assembramento in luoghi pubblici e la necessità di rispettare il distanziamento. 
Come già detto è obbligatorio l’uso della mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico come i mezzi di trasporto pubblico ed i negozi e in strade o luoghi affollati quando non è possibile rispettare le distanze.

E' possibile spostarsi in un'altra regione solo per motivi di lavoro, salute e urgenza.
In questo caso è ancora necessario portare con sè il modulo di autodichiarazione degli spostamenti e dichiarare di non essere sottoposto a quarantena.

Rimane il divieto per tutti gli altri spostamenti al di fuori della propria regione, comprese le visite ai congiunti che non potranno essere effettuate fino al 3 giugno 2020, quando si prevede che potranno riprendere gli spostamenti interregionali.

L'ordinanza n. 57 della Regione Piemonte, del 17 maggio, ha anche ribadito l'obbligo per i soggetti con febbre maggiore di 37,5° C o con sintomi compatibili da infezione da Covid-19 (tosse, difficoltà respiratorie, riduzione dell'olfatto o del gusto, diarrea, mal di gola o raffreddore) di rimanere presso il proprio domicilio, limitare al massimo i rapporti sociali e contattare il proprio medico curante
 

Non riesco a procurarmi una mascherina adeguata, come posso averne una?
La Regione Piemonte ha annunciato il 15 aprile che ai primi di maggio verranno distribuite a tutta la popolazione piemontese 5 milioni di mascherine lavabili.

 

Come faccio a spostarmi con i mezzi pubblici?
Da lunedi' 4 maggio
l'utilizzo dei mezzi pubblici dovrà avvenire nel rispetto delle regole anti-contagio.
Sui mezzi sarà consentita la salita a bordo di massimo 20 passeggeri sui bus da 12 metri e di 30 persone sui bus da 18 metri e sui tram.
Viene introdotto l'obbligo di indossare la mascherina a bordo di tutti i mezzi pubblici. Saranno disponibili dispenser di disinfettante idroalcolico da utilizzare quando si sale a bordo.
Sui bus e sui tram arancioni si sale dalla porta posteriore e si scende da quella centrale.
Sugli altri tram si deve fare scendere i passeggeri prima di salire a bordo, sempre nel rispetto delle distanze. Sulle porte di tutti i mezzi sono comunque presenti vetrofanie che lo ricordano.
Saranno presenti cartelli e una apposita segnaletica a terra (anche in fermata) per consentire alla clientela di viaggiare in sicurezza rispettando la distanza di 1 metro.
In metropolitana saranno differenziati i percorsi di entrata (frecce verdi) e uscita (frecce blu) e saranno presenti sul pavimento delle banchine e dei treni apposite segnaletiche per il rispetto delle distanze.
I sedili non utilizzabili su tram bus, metro e treni saranno segnalati da specifici adesivi.
Ulteriori informazioni sul sito di GTT.

 

Come faccio a sapere quali negozi sono aperti e consegnano a casa?

  • E' disponibile una mappa dei negozi aperti con i contatti dei singoli esercizi commerciali dove fare i tuoi acquisti e farteli consegnare a casa nelle modalità da loro previste.
  • Sul sito di Confesercenti è presente l'iniziativa La spesa è servita con l'elenco delle attività commerciali disponibili a fare consegne a domicilio, diviso per Comuni. 
  • L'Ascom promuove invece ConsegnaTO a domicilio, una lista di negozi di beni di prima necessità che effettuano consegne a Torino e provincia. 
     

Le mense per gli studenti universitari sono aperte?
In questo periodo è aperta la mensa Olimpia in lungo Dora Siena 102/b.

 

Quali sono le risorse digitali messe a disposizione gratuitamente? 

  • TorinoCityLove offre risorse online per aiutare lo studio e il lavoro da remoto, per facilitare l'accesso ai servizi digitali, per favorire la comunicazione a distanza, con proposte per la scuola, per la cittadinanza, per il lavoro e le imprese.
  • Solidarietà Digitale è il sito del Governo con soluzioni tecnologiche gratuite; si trovano corsi, abbonamenti a riviste specializzate, strumenti per lo smart working e la comunicazione a distanza, piattaforme in cloud e assistenza informatica per le imprese. 
     

Come faccio ad andare in biblioteca per prendere dei libri o consultare riviste?
In attesa della riapertura delle biblioteche civiche la Città di Torino ha messo il servizio a disposizione online per persone residenti o domiciliate, scopri come iscriverti a Biblioteche civiche online.
 

Come faccio a sapere quali sono le iniziative online di Musei, Teatri, Cinema, Musica a livello nazionale?
Sul sito del MIBACT è possibile trovare un elenco di tutto ciò che è disponibile online.
Inoltre il ministero ha avviato un portale #WEAREITALY in cui raccoglie varie iniziative per bambini, giovani adulti e per tutti coloro abbiano voglia di esplorare l’Italia, i suoi luoghi, la sua arte.
Su TorinoGiovani è disponibile l'elenco dei musei virtuali e la segnalazione delle principali attività culturali online a Torino fruibili a distanza. 
 

Come faccio a sapere cosa succede a Torino dal punto di vista artistico?
Torino Creativa, un progetto della Città di Torino nato nel 2019, raccoglie iniziative, progetti, spettacoli e musica di giovani creativi e creative torinesi. Seguite anche la pagina Instagram.
 

 

Puoi usare Google Translate per tradurre questa pagina in altre lingue

 

Consulta su TorinoGiovani altre informazioni dedicate a Salute e vita affettiva

Data aggiornamento: 
4 Giugno 2020
Sportelli di orientamento e supporto in vari ambiti
Provvedimenti per il sostegno delle famiglie e delle imprese
Aiuto per soddisfare le necessità più urgenti e essenziali delle persone in difficoltà
Informazioni sulle precauzioni da adottare per evitare il contagio