Parkinson? Non sei solo!

Ente: Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte onlus

Settore e area di intervento: Assistenza Pazienti affetti da patologie permanentemente invalidanti

Obiettivi del progetto

Sostenere i malati di Parkinson e le loro famiglie offrendo loro assistenza, supporto nella gestione dei bisogni ed occasioni di socializzazione. Favorire nella cittadinanza e nelle Istituzioni una maggiore conoscenza del Parkinson e dei servizi dell’AAPP, intercettando così le famiglie che sul territorio sono coinvolte dalla malattia ed avvicinandole all’Associazione.

Obiettivi specifici e attività d'impiego dei volontari

Aumentare il numero dei malati e delle loro famiglie partecipanti alle attività​. 

  • Affianca il responsabile nell’analisi della situazione di partenza (analisi delle attività e servizi in corso, incontro con i volontari dell’Associazione responsabili, raccolta delle presenze e rilevazione della soddisfazione delle famiglie).
  • Contribuisce alla valutazione in termini di punti di forza/criticità delle attività e dei servizi in atto, all’interno del consiglio direttivo dell’Associazione.
  • Sostiene le attività già esistenti, in affiancamento al volontario responsabile. 
  • Propone, promuove ed organizza nuove occasioni di incontro e socializzazione sul territorio, supportato dai responsabili dell’associazione.
  • In affiancamento alla segreteria, promuove le iniziative tramite newsletter, telefonate, volantini, etc.. 

Aumentare il numero dei contatti con famiglie coinvolte dal Parkinson, finalizzati ad offrire supporto nella gestione delle differenti problematiche legate a questa patologia 

  • Sotto la supervisione dei responsabili dell’Associazione, mappa le risorse esistenti sul territorio con ricerche ed approfondimenti circa le realtà già esistenti che operano in relazione alla malattia di Parkinson e i bisogni emersi. 
  • Dopo un periodo di affiancamento, è inserito all’interno del progetto “accanto” (accogliere e gestire le richieste di supporto in arrivo), con autonomia crescente. 
  • Supportato dalla responsabile, si inserisce nel progetto “contatto con malati e caregiver” (contattare periodicamente le famiglie e monitorare le situazioni fragili). 
  • Opera in affiancamento alla segreteria nella gestione dell’attività giornaliera. 
  • Sotto la supervisione dei responsabili dell’Associazione, analizza le situazioni seguite durante l’anno, riflette sui bisogni emersi e i percorsi di risposta costruiti, per elaborare proposte da sottoporre al Consiglio Direttivo.

Aumentare tra le famiglie la conoscenza e la fruizione dei servizi offerti dall’Associazione  

  • Collabora con il responsabile dell’area all’impostazione del piano annuale e delle attività di comunicazione dell’Associazione.
  • Sotto la supervisione del responsabile, predispone il calendario mensile delle attività, aggiorna la pagina web dell’Associazione e i social, predispone ed invia la newsletter settimanale dell’Associazione (utilizzo di Mail Chimp), prepara e divulga materiale cartaceo (volantini, locandine, etc.) relativo agli eventi dell’Associazione, riflette sull’efficacia dell’intervento e studia proposte per i mesi a venire.

Aumentare il numero delle famiglie supportate dall’Associazione

  • Si inserisce nel progetto “visibilità” sul territorio, collaborando con i responsabili alla diffusione sul territorio di materiali sull’Associazione e il Parkinson (es. locandine negli ospedali, presidi, farmacie, medici di base, etc.). 
  • Sotto la supervisione del responsabile, riflette sull’efficacia dell’intervento e studia proposte per i mesi a venire.

Aumento delle attività/iniziative organizzate dall’AAPP al fine di sensibilizzare la cittadinanza e nello specifico la popolazione parkinsoniana.

  • Si inserisce nel progetto “visibilità” quale presenza negli ambulatori ospedalieri / presidi sanitari (cadenza da definire) e in occasione dei convegni dell’Associazione e di altri Enti del territorio.
  • Supportato dai responsabili dell’Associazione, organizza eventi per questo obiettivo. I principali saranno: Giornata Nazionale del Parkinson (fine novembre); incontri con i medici presso gli Ospedali e presenza nelle Piazze; Convegno Annuale Parkinson (aprile); Run for Parkinson (aprile, Parco Ruffini).
  • Sotto la supervisione del responsabile, collabora alla redazione del giornale semestrale (marzo - ottobre) dell’Associazione; cura i contatti con il Vol.to (Centro servizi per il Volontariato della provincia di Torino) per la diffusione delle iniziative sui principali canali del territorio e della rassegna stampa; aggiorna i contenuti del sito dell’Associazione (utilizzo di joomla); aggiorna i social per la promozione degli eventi.
  • Propone, promuove ed organizza nuove occasioni di visibilità, supportato dai responsabili dell’associazione.

Criteri di selezione

La selezione dei volontari avverrà secondo il  Sistema di Reclutamento e Selezione della Città di Torino accreditato dall’Ufficio Regionale per il Servizio Civile, in sintesi la selezione prevede: 

  • una valutazione curriculare dei candidati;
  • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base  relative al Servizio Civile Nazionale Volontario e alle peculiarità del progetto; 
  • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la  corrispondenza tra  il candidato e il profilo del volontario richiesto dal progetto. 

L’assenza anche a uno solo dei colloqui sarà considerata rinuncia; l’esito della valutazione curriculare e il punteggio attribuito nel corso del colloquio serviranno a formare la graduatoria. 

Condizioni di servizio e aspetti organizzativi

Numero ore di servizio dei volontari
monte ore annuo di 1400 ore, con un minimo di 12 ore settimanali. 

Giorni di servizio a settimana dei volontari:  5 

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio: 
si richiede flessibilità oraria per la gestione delle attività del servizio anche in orario serale o in giornate festive. Disponibilità ad effettuare il servizio civile anche in occasioni straordinarie (per es.convegni, gite, soggiorni e/o eventi esterni) organizzati di sabato o domenica, anche fuori Torino. 
Per la natura dei servizi richiesti e dell’utenza del progetto, si richiedono ai volontari doti di gentilezza, solidarietà, generosità e riservatezza, anche a fronte delle confidenze ricevute occasionalmente. Oltre al rispetto della privacy, i volontari non potranno dare consigli medici o inerenti terapie farmacologiche.. 
  
Requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto

Obbligatori:  Diploma scuola media superiore

Preferenziali: 

  • Istruzione e formazione
    Studi in campo informatico o scienze della comunicazione o psicologia
  • Competenze linguistiche
    Inglese 
  • Competenze informatiche
    Buona conoscenza del pacchetto office. Uso dei social network, mail chimp, joomla  
  • Conoscenze tecniche
    Predisposizione alla relazione di aiuto
  • Patenti
    Patente B

Sedi di svolgimento e posti disponibili

Sede di attuazione del progetto: Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte Onlus -Residenza Cimabue
Comune: Torino 
Indirizzo: via Cimabue 2
Cod. identificativo sede: 129069
Numero volontari per sede: 2 posti senza vitto e alloggio

Caratteristiche conoscenze acquisibili

Nell’ambito del presente progetto, è previsto il rilascio delle seguenti dichiarazioni valide ai fini del curriculum vitae: 

  1. Attestato di partecipazione al progetto di Servizio Civile rilasciato dall’ente proponente Città di Torino 
  2. Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento corso di formazione ex art. 37 comma 2 del D.LGS 81/2008 e S.M.I. (Formazione generale di 4 h). 
  3. Dichiarazione delle capacità e competenze acquisite rilasciato dall’ente Cooperativa Sociale O.R.So. (ente terzo certificatore, accreditato presso la regione Piemonte per i servizi formativi ed orientativi) a seguito della partecipazione dei volontari al percorso di “Bilancio dell’esperienza”. 

Formazione specifica dei volontari

La durata totale della formazione specifica sarà di 72 ore, così come dettagliato: 

  • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile
  • Presentazione dell’ente e dei servizi. La malattia di Parkinson. Consigli pratici per la mobilità.
  • Le problematiche delle famiglie e le risposte dell’Associazione.
  • La relazione di aiuto.
  • Incontri di supervisione.
  • Comunicare la propria associazione in modo efficace.
  • Strumenti informatici a supporto dell’Associazione.

 

Per informazioni e presentazione candidature

Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte Onlus
presso Vol.To - via Giolitti 21, Torino (orario: mart-ven 9-13)
tel. 011-3119392 (orario: mart-ven 9-13)
email: info@parkinsoninpiemonte.it
 

Solo in data 26 giugno, ultimo giorno disponibile per candidarsi, le domande saranno raccolte con orario 9.00-14.00, presso la nostra succursale di corso Cincinnato 233/a - Torino

 

Consulta il testo completo del progetto
Parkinson? Non sei solo! (.pdf)

 

Torna all'elenco dei progetti nella pagina Bando Servizio Civile

 

Data aggiornamento: 
26 Maggio 2017