Tecnica - tecnico soccorso alpino

Operare nel Soccorso Alpino significa diventare a tutti gli effetti membro di un’associazione di volontariato riconosciuta dallo Stato Italiano come preposta alla prevenzione e alle operazioni di soccorso in montagna. In questa pagina trovi informazioni su come diventare tecnica - tecnico soccorso alpino:  in cosa consiste il lavoro, cosa serve per poterlo fare e quali corsi sono disponibili.

Profilo professionale

Questa figura professionale opera nell'ambito del CNSAS - Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico un servizio di pubblica utilità del C.A.I - Club Alpino Italiano.

Il Corpo effettua numerose attività attraverso volontarie e volontari altamente qualificati che si occupano di operazioni di salvataggio in territorio montano, in condizioni meteo avverse e in situazioni di grave pericolo, come quando la persona da salvare è caduta in un crepaccio o in una grotta oppure quando ci si trova di fronte a calamità naturali.

Il ruolo del personale tecnico di soccorso alpino

Competenze e requisiti richiesti

Per far parte del soccorso alpino occorre:

  • essere soci del C.A.I - Club Alpino Italiano
  • avere tra i 18 e i 45 anni
  • superare le prove di ammissione tecnico-pratiche.

In particolare, per il soccorso speleologico è necessario conoscere le tecniche di arrampicata e di movimento in grotta, avere capacità di attrezzamento e di progressione su corda e in meandro mentre per il soccorso alpino sono necessarie capacità di movimento su tutti i terreni di montagna, arrampicata su roccia da capocorda e su ghiaccio, sci su tutti i tipi di neve.

Formazione

Per diventare operatori tecnici, superato un test di ammissione, le persone volontarie dovranno seguire una formazione molto impegnativa, in base ai programmi delle singole Scuole nazionali:

Per approfondire è disponibile una pagina dedicata alla formazione del CNSAS.

 

Accesso alla professione

La domanda di ammissione al Corpo deve essere presentata al responsabile della Stazione CNSAS competente per territorio, unitamente al curriculum dell’attività alpinistica o speleologica svolta negli ultimi due anni e a un certificato medico.

Occorre superare una preselezione tecnico-pratica, a cui segue un percorso formativo obbligatorio presso le Scuole Nazionali.

Alle persone che svolgono attività di volontariato al CNSAS, per le operazioni di soccorso e per i giorni d'esercitazione spettano: 

  • per lavoratori dipendenti: il diritto di astenersi dal lavoro, la retribuzione e il trattamento previdenziale
  • per lavoratori autonomi: un'indennità per il mancato reddito giornaliero.
Data aggiornamento: 
11 Giugno 2019
Professionista che interviene nella progettazione di edifici e strutture secondo criteri che rispettano l’ambiente.
Figura professionale che si occupa della conduzione di famiglie d’api e della raccolta e commercializzazione dei loro prodotti.
Professionista con competenze nel campo dei materiali, macchine e dispositivi utilizzati nelle costruzioni; competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, catastale, nella stima di terreni e di
Figura professionale che si occupa di conservazione e uso razionale delle risorse energetiche
Professionisti che si occupano dei vari aspetti legati al territorio, all’ambiente e all’evoluzione comportamentale degli animali e delle persone.
Figura professionale impegnata nel campo della tutela della natura che svolge funzioni di vigilanza e si occupa di educazione, prevenzione e informazione.