Reddito di cittadinanza

Percorso di inserimento lavorativo e di aiuto economico alle famiglie

Il Reddito di cittadinanza è una misura di politica attiva del lavoro e di inclusione sociale che prevede un sostegno economico e un percorso di inserimento lavorativo.

Chi può richiederlo

Per richiedere il Reddito di cittadinanza occorrono alcuni requisiti:

  • di cittadinanza, residenza e permessi di soggiorno
  • economici e patrimoniali. 

E' disponibile la pagina A chi è destinato (requisiti).

Come presentare la domanda

La richiesta si può presentare online su www.redditodicittadinanza.gov.it
E' necessario accedere con lo SPID- Sistema Pubblico Identità Digitale.

La domanda si può inoltre inoltrare presso un CAF - Centro Assistenza Fiscale - vedi gli indirizzi dei CAF di Torino - oppure presso gli uffici delle Poste Italiane.

Come viene erogato

In seguito alla valutazione dell'INPS viene erogato tramite una carta di pagamento emessa da Poste Italiane.

La Carta Rdc consente di:

  • acquistare beni e servizi
  • effettuare bonifici per pagare l'affitto o il mutuo
  • effettuare prelievi fino a 100 Euro al mese (superiori per più componenti in famiglia).

Come si calcola

Il sostegno economico si compone di due parti:

  • la quota A di integrazione al reddito, calcolata in base al numero dei componenti del nucleo, fino a 6.000 Euro annui
  • la quota B per l'affitto, fino a 280 Euro mensili oppure per il mutuo, fino a 150 Euro mensili.

Il Patto per il lavoro e il Patto di inclusione sociale

La domanda di Rdc comporta la sottoscrizione di un Patto di lavoro, un percorso di accompagnamento che prevede la redazione del bilancio di competenze e l'accettazione di un'offerta di lavoro fra 2 offerte congrue (prima della Legge di Bilancio 2022 le offerte erano 3) o, in caso di rinnovo, della prima offerta di lavoro congrua proposta dai servizi per l'impiego.

In caso di rifiuto della prima offerta scatta una riduzione mensile di 5 euro, in caso di rifiuto della seconda offerta il Rdc viene revocato.

La domanda di Rdc contiene al suo interno anche la DID - Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (tranne che per alcuni soggetti esonerati) che dovrà poi essere integrata online con altri dati sul nucleo familiare.

Durante lo svolgimento del Patto di lavoro, presso il Centro per l’Impiego viene effettuata almeno una verifica mensile delle attività svolte e in caso di mancata presentazione agli incontri si decade dal Rdc.

Le persone esonerate saranno invece convocate dai servizi del Comune per stipulare il Patto per l’inclusione sociale che può prevedere attività di servizio alla comunità.

Altre informazioni si trovano su Patto per il lavoro e Patto per l'inclusione sociale.

Quanto dura

​Il Reddito di cittadinanza dura 18 mesi e, dopo la sospensione di un mese, si rinnova per ulteriori 18 mesi.

Contributo per avviare un lavoro autonomo

Nei primi 12 mesi di erogazione, chi intende Mettersi in proprio e avviare un'attività di lavoro autonomo potrà ricevere un beneficio addizionale in un’unica soluzione, fino 780 Euro per 6 mensilità. 

Altre informazioni

Oltre al sito www.redditodicittadinanza.gov.it è disponibile la pagina con le FAQ - Domande frequenti - Reddito di cittadinanza a cura dell'INPS.

Per domande specifiche è possibile utilizzare il Form di contatto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Torna alla sezione di TorinoGiovani Incentivi e Indennità di lavoro

Data aggiornamento: 
18 Luglio 2022
Nella ricerca di lavoro è utile conoscere gli incentivi per le aziende che assumono nuovo personale. Scopri se hai i requisiti che possono favorire il tuo inserimento nel mondo del lavoro.
Chi perde il lavoro può ottenere un aiuto economico dall'INPS; scopri in quali casi è possibile richiedere un sussidio di disoccupazione e come funzionano