Lavorare come babysitter

Il lavoro come babysitter prevede la cura e la sorveglianza di bambine bambine nel momento in cui i loro genitori sono assenti.

Le famiglie si rivolgono al servizio di babysitter in varie situazioni che incidono sull'orario di lavoro e sul servizio richiesto.

L’orario di lavoro è di solito pomeridiano e serale durante la settimana ma può anche concentrarsi in alcune fasce orarie dei fine settimana, in base alle esigenze delle famiglie oppure in alcuni orari tutti i giorni (es. prendere un bambino all’uscita da scuola).

L’attività può essere saltuaria oppure svolgersi in giorni e in orari fissi (ad esempio tutti i venerdì sera).

Le mansioni da babysitter comprendono attività di vario tipo: non solo la custodia ma anche accudire e seguire le esigenze dei bambini in base alla loro età.

I bambini più piccoli vanno nutriti, lavati, accuditi costantemente durante la veglia e durante il sonno.

Quelli più grandi hanno esigenze più di intrattenimento o educative, per cui alle e ai babysitter può essere richiesto di seguire un documentario o un cartone animato insieme, oppure aiutare a fare i compiti scolastici.
In caso di babysitter madrelingua sarà richiesto l’uso di una lingua straniera.

Il lavoro come babysitter non prevede l’esecuzione di lavori domestici.

Requisiti

Per questo lavoro è preferibile aver frequentato un corso per Operatore per l’infanzia e avere delle referenze per precedenti esperienze.

Inoltre può essere utile aver seguito un corso di pronto soccorso in cui si imparano le manovre di disostruzione delle vie aeree dei bambini.
Aver effettuato un tirocinio o un'esperienza di lavoro presso baby parking, asili, colonie e centri estivi ecc. può costituire un elemento di preferenza.

L’età minima è di 16 anni.

Questo lavoro può essere svolto da ragazze e ragazzi, anche se continua a prevalere una richiesta di babysitter di genere femminile.

Pagamento e contratto

Il lavoro come babysitter di solito viene pagato in base alle ore di lavoro e al numero di bambini da seguire.
Le tariffe cambiano da città a città.

Il lavoro è considerato un lavoro occasionale e deve essere retribuito con il Libretto di Famiglia.
Il libretto di famiglia è lo strumento contrattuale che deve essere utilizzato per garantire la contribuzione INPS ai fini pensionistici e la copertura INAIL in caso di infortunio sul lavoro.
Le istruzioni per l'uso del Libretto di Famiglia si trovano sulla pagina di Torinogiovani Lavoro occasionale.

Annunci di lavoro

Per inserire un annuncio di lavoro come babysitter è necessario registrarsi sui portali che offrono alle famiglie la possibilità di valutare velocemente i profili, in base al curriculum o altri parametri (es. età, zona di residenza ecc.).

Su Torinogiovani è disponibile una pagina dedicata ai Portali per babysitter.

Data aggiornamento: 
3 Giugno 2019
Il Comune assegna a cooperative e associazioni la gestione dei centri estivi per ragazze/i dai 6 agli 11 anni in città. Chi vuole collaborare può candidarsi con gli enti che gestiranno Estate Ragazzi
Modalità di selezione e requisiti per lavorare nel settore traduzioni, interpretariato e insegnamento delle lingue straniere.
Modalità di selezione e requisiti per lavorare nel settore sportivo. Elenco degli enti sportivi presenti a Torino a cui inviare la propria candidatura.
Modalità di selezione e requisti per lavorare nel servizio pre e post scuola a Torino.