Concorso del Ministero della Giustizia per 142 posti da Assistente Tecnico

Assunzione a tempo indeterminato per diplomati
Scadenza iscrizioni: 
Lunedì 18 Gennaio 2021

È indetto un concorso pubblico per il reclutamento di 142 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato per il profilo di Assistente tecnico, da inquadrare nell'Area funzionale, fascia retributiva F2, nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia - Dipartimento amministrazione penitenziaria, di cui:

  • Codice TE01 - Assistente Tecnico – specializzazione Edile n. 40 unità
  • Codice TE02 - Assistente Tecnico – specializzazione Elettronica n. 32 unità
  • Codice TE03 - Assistente Tecnico – specializzazione Elettrotecnica n. 32 unità
  • Codice TM04 - Assistente Tecnico – specializzazione Meccanica n. 32 unità
  • Codice TA05 - Assistente Tecnico – specializzazione Agraria n. 6 unità

È garantita la pari opportunità tra uomini e donne.

Requisiti

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini di presentazione della domanda di partecipazione nonché al momento dell’assunzione in servizio:

  • cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione Europea.
    Possono anche partecipare altri soggetti elencati all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, commi 1 e 3 bis, e i familiari di cittadini dell’Unione (o italiani) ai sensi dell’art. 24 della direttiva 2004/38
  • età non inferiore a 18 anni
  • diploma di istruzione secondaria di secondo grado
  • abilitazione all’esercizio della professione nella specializzazione per cui si concorre
  • idoneità fisica alle mansioni
  • qualità morali e di condotta previste dall’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
  • non esser stati destituiti o licenziati a seguito di procedimento disciplinare, o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero coloro che siano stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi, o interdetti dai pubblici uffici per effetto di sentenza passata in giudicato.

La selezione si svolge per esami e consisterà in due prove scritte e una prova orale che comprenderà anche l’accertamento della conoscenza della lingua straniera prescelta e delle capacità e attitudini all’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche.​

Candidature

Le domande di partecipazione possono essere inviate via telematica dal 19 dicembre 2020 al 18 gennaio 2021 effettuando la registrazione compilando successivamente la domanda online.
Sono valide anche se presentate dalle 00.01 del 16 dicembre 2020 alle ore 8.00 del 17 dicembre 2020, come indicato dall’avviso pubblicato sul sito istituzionale in relazione alle precedenti comunicazioni di avviamento del concorso.

Per maggiori informazioni su come registrarsi al portale e inviare la propria candidatura, consultare il Manuale utenti.

Tutte le informazioni sul concorso sono dettagliate nel bando di partecipazione.

 

Info

Ministero della Giustizia
www.giustizia.it

 

Se cerchi lavoro, ti potrebbe interessare anche la pagina Posizioni aperte con un elenco di aziende che hanno sezioni dedicate alla ricerca di personale.

 

Hai trovato lavoro consultando questo annuncio?
Scrivi a TorinoGiovani per farci sapere la tua opinione.

Data aggiornamento: 
2 Dicembre 2020