Insieme per capire e scoprire

Ente: Associazione CEPIM Torino - Centro Persone Down

Settore di intervento: Assistenza - Disabili

Obiettivi del progetto

Incrementare il benessere, l’indipendenza e l’inclusione sociale delle persone con sindrome di Down attraverso un progetto specifico in cui i giovani del Servizio Civile si impegnino ad affiancare i volontari e i tecnici dell’associazione.

Obiettivi specifici e attività d'impiego dei volontari

Incrementare le occasioni di accompagnamento ai neogenitori nel percorso di crescita del figlio, dalla nascita all’adolescenza.

  • Presenza agli incontri di accoglienza e prima consulenza psicologica per conoscere i genitori e instaurare un rapporto di fiducia
  • Osservazione partecipata degli incontri di orientamento psicologico tenuti dalla psicologa che segue e sostiene i genitori per l’apprendimento delle migliori strategie educative da mettere in atto e alla consulenza domiciliare con l’ortopedagogista
  • Supporto organizzativo nella creazione e realizzazione di un calendario di incontri di gruppo su tematiche legate alla genitorialità,
  • Partecipazione all’incontro di valutazione finale insieme ai genitori del percorso svolto negli incontri di discussione sulle tematiche legate alla genitorialità
  • Partecipazione agli incontri di progettazione di nuovi laboratori di gioco e di psicomotricità, in base alle necessità dei bambini da 0 a 6 anni
  • Partecipazione agli incontri settimanali e agli incontri di verifica dei laboratori di gioco e di psicomotricità, e agli incontri con i genitori dei bambini che frequentano i laboratori gioco e psicomotricità per la restituzione dei miglioramenti registrati durante l’anno e pianificazione dei passi successivi
  • Supporto organizzativo e partecipazione agli incontri mensili dell’officina della vita indipendente
  • Partecipazione agli incontri di programmazione, agli incontri settimanali e agli incontri di verifica del nuovo laboratorio delle idee, e agli incontri con i genitori dei giovani che lo frequentano per la restituzione dei miglioramenti registrati durante l’anno e pianificazione dei passi successivi
  • Partecipazione agli incontri di programmazione, agli incontri settimanali e agli incontri di verifica del nuovo laboratorio di autonomia per giovani dai 10 ai 13 anni di età, e agli incontri con i genitori dei giovani che lo frequentano per la restituzione dei miglioramenti registrati durante l’anno e pianificazione dei passi successivi
  • Partecipazione agli incontri di programmazione, agli incontri settimanali e agli incontri di verifica del laboratorio ALIANTE per giovani dai 13 ai 16 anni di età e agli incontri con i genitori dei giovani che lo frequentano per la restituzione dei miglioramenti registrati durante l’anno e pianificazione dei passi successivi.

Diffondere una nuova concezione della persona adulta con disabilità.

  • Partecipazione agli incontri di pianificazione e partecipazione attiva alle iniziative che favoriscano l’inclusione sociale delle persone con disabilità
  • Partecipazione a tavoli, manifestazioni, convegni e seminari
  • Collaborazione con altri enti pubblici e privati che permettano di diffondere una corretta conoscenza della disabilità e incrementare l’inclusione sociale
  • Partecipazione agli incontri di valutazione delle iniziative svolte
  • Aggiornamento continuo del sito dell’associazione con la formazione e la supervisione del partner del progetto s.n.c. Patrucco

Incrementare i percorsi per favorire la vita indipendente di adulti con sindrome di Down.
Partecipazione agli incontri di progettazione, presenza agli incontri settimanali dei laboratori che lavorano sulle capacità di autonomia e agli incontri di valutazione delle attività.

  • Area dell’autonomia di base:
    • partecipazione agli incontri settimanali di attività con ragazzi con la sindrome di Down e i volontari dell’associazione, e alle riunioni mensili per la programmazione specifica delle attività
    • collaborazione all’elaborazione di modalità che destino l’interesse dei ragazzi con sindrome ad imparare a conoscere e ad usare il denaro e i mezzi pubblici, a leggere l’ora, a conoscere i propri dati, a orientarsi sul territorio
    • partecipazione alle uscite sul territorio in supporto ai volontari del CEPIM
  • Area dello sviluppo della manualità fine e della creatività:
    • affiancamento dei ragazzi con sindrome di Down nella creazione di oggetti, in collaborazione con i volontari dell’associazione
    • collaborazione all’individuazione di lavori adatti ai laboratori manuali
    • partecipazione a riunioni mensili per la programmazione delle attività
  • Area ludico-motoria:
    • partecipazione a riunioni mensili per la programmazione delle attività
    • partecipazione ai momenti di attività strutturati dai volontari del CEPIM: tone up, ginnastica dolce accompagnata dalla musica, corse, gincane, giochi di squadra e staffetta, giochi specifici per la gestione del corpo e lo sviluppo del senso di equilibrio
  • Area dell'espressività:
    • partecipazione a riunioni mensili per la programmazione delle attività
      affiancamento, in collaborazione con i volontari dell’associazione, dei ragazzi con sindrome di Down durante l’attività
    • partecipazione alle eventuali uscite sul territorio
    • collaborazione alla stesura di testi di rappresentazione teatrale
    • preparazione alle prove dello spettacolo in supporto ai volontari del CEPIM
    • partecipazione ai week-end di ritiro per la messa a punto dello spettacolo, in affiancamento ai volontari del CEPIM
    • partecipazione all’allestimento dello spettacolo e allo spettacolo stesso
  • Area dell'autonomia abitativa:
    • partecipazione a riunioni per la programmazione delle attività
    • partecipazione agli incontri settimanali con le persone con sindrome di Down e i volontari dell’associazione
    • partecipazione ai weekend mensili in un appartamento

Partecipazione all’incontro con i genitori delle persone che frequentano i laboratori che lavorano sulle capacità di autonomia.

Partecipazione agli incontri di pianificazione, presenza durante la settimana e durante gli incontri di valutazione finale dei soggiorni estivi in autogestione:

  • partecipazione alle riunioni di pianificazione degli aspetti pratici dei soggiorni estivi (luogo, periodo, partecipanti) insieme a tutti gli operatori coinvolti
  • compiti di gestione pratica dei soggiorni: tenere i contatti con le famiglie, preparazione dei volantini con le informazioni, in supporto al coordinatore dei volontari
  • partecipazione alle riunioni organizzative per la definizione del programma del soggiorno insieme a tutti gli operatori coinvolti
  • partecipazione con gli operatori all’incontro in cui si presentano le caratteristiche dei ragazzi partecipanti al soggiorno e si stabiliscono gli obiettivi per ciascuno di loro
  • partecipazione al soggiorno in affiancamento ai volontari del CEPIM e collaborazione nella gestione delle attività durante il soggiorno
  • collaborazione al supporto educativo dei ragazzi con sindrome
  • partecipazione alle riunioni di verifica dell’andamento del soggiorno insieme a tutti gli operatori coinvolti
  • compilazione delle schede di verifica per ogni ragazzo frequentante il soggiorno, insieme a tutti gli operatori coinvolti
  • stesura dei verbali degli incontri, in aiuto al responsabile dell’attività

Criteri di selezione

La selezione dei volontari avverrà secondo il  Sistema di Reclutamento e Selezione della Città di Torino accreditato dall’Ufficio Regionale per il Servizio Civile, in sintesi la selezione prevede: 

  • una valutazione curriculare dei candidati;
  • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base relative al Servizio Civile Nazionale Volontario e alle peculiarità del progetto; 
  • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la  corrispondenza tra  il candidato e il profilo del volontario richiesto dal progetto. 

L’assenza anche a uno solo dei colloqui sarà considerata rinuncia; l’esito della valutazione curriculare e il punteggio attribuito nel corso del colloquio serviranno a formare la graduatoria.

Condizioni di servizio e aspetti organizzativi

Numero ore di servizio dei volontari
Monte ore annuo di 1400 ore, con un minimo di 12 ore settimanali

Giorni di servizio a settimana dei volontari:  5 

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio: 
disponibilità alla flessibilità oraria e a recarsi a soggiorni fuori dalla sede di servizio per un massimo di 30 giorni annuali, come descritto nelle attività. Disponibilità a partecipare ai soggiorni.
Disponibilità a guidare il veicolo dell’Associazione o i mezzi messi a disposizione dai Centri di Servizio per il Volontariato per eventi e manifestazioni dell’Associazione.
  
Requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto

Obbligatori:  Diploma scuola media superiore

Preferenziali: . 

  • Esperienze
    Esperienze di volontariato in ambito sociale
  • Patente B

Sedi di svolgimento e posti disponibili

Sede di attuazione del progetto: CEPIM Torino 
Comune: Torino 
Indirizzo: via P. Canonica 4
Cod. identificativo sede: 88413
Numero volontari per sede: 4 posti senza vitto e alloggio

Caratteristiche conoscenze acquisibili

Nell’ambito del presente progetto, è previsto il rilascio delle seguenti dichiarazioni valide ai fini del curriculum vitae: 

  1. Attestato di partecipazione al progetto di Servizio Civile rilasciato dall’ente proponente Città di Torino 
  2. Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento corso di formazione ex art. 37 comma 2 del D.LGS 81/2008 e S.M.I. (Formazione generale di 4 h). 
  3. Dichiarazione delle capacità e competenze acquisite rilasciato dall’ente Cooperativa Sociale O.R.So. (ente terzo certificatore, accreditato presso la regione Piemonte per i servizi formativi ed orientativi) a seguito della partecipazione dei volontari al percorso di “Bilancio dell’esperienza”.

Formazione specifica dei volontari

La durata totale della formazione specifica sarà di 72 ore, così come dettagliato:

  • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile 
  • L’accoglienza delle famiglie 
  • I progetti di vita dalla nascita all’età adulta
  • Gli strumenti per l’autonomia delle persone con sindrome di Down 
  • La progettazione delle attività e il lavoro di squadra
  • Creatività e capacità espressive nelle persone con disabilità intellettiva
  • Gestione del tempo libero e socializzazione

Per informazioni e presentazione candidature

Associazione CEPIM Torino - Centro Persone Down:

Paolo Pissia
via Pietro Canonica 4, Torino
tel. 0113090158
email: cepim@cepimtorino.191.it
indirizzo di posta certificata: cepimtorino@pec.net

Consulta il testo completo del progetto
Insieme per capire e scoprire (.pdf)

 

Torna all'elenco dei progetti nella pagina Bando Servizio Civile

 

Data aggiornamento: 
26 Maggio 2017