Cresciamo insieme: per una Barriera di Milano dell’intercultura e della legalità

Ente: Associazione ACMOS (Aggregazione, Coscientizzazione, Movimentazione sociale)

Settore e area di intervento: Educazione e promozione culturale - Animazione culturale verso i giovani - Interventi di animazione nel territorio

Obiettivi del progetto

Costruire un legame sociale e aumentare la coesione sociale nel territorio; diminuire i conflitti e le discriminazioni; diminuire la diffusione della cultura mafiosa, dell’illegalità e dei comportamenti devianti tra i giovani del quartiere; migliorare la convivenza nei contesti scolastici e nell’utilizzo degli spazi pubblici.

Obiettivi specifici e attività d'impiego dei volontari

Ridurre i pregiudizi culturali e i comportamenti discriminatori.

  • Partecipare alla formazione dell’associazione e a momenti pubblici, gestiti da Acmos, sui temi: identità culturale, immigrazioni a Torino, seconde generazioni, richiedenti asilo e rifugiati politici (contribuendo anche con le proprie competenze o esperienze precedenti)
  • Organizzare e partecipare alle attività informali per conoscere e aggregare i bambini, giovani o famiglie del territorio per comprenderne bisogni e difficoltà
  • Partecipare alla progettazione dei laboratori e delle proposte educative incentrate sull’intercultura e sull’integrazione da portare nelle scuole in collaborazione con gli educatori di Acmos
  • Partecipare ai momenti di incontro nelle scuole per la promozione dei percorsi educativi e alla realizzazione degli stessi con gli educatori di Acmos
  • Partecipare attivamente alle attività di accoglienza di gruppi in Casa Acmos con gli operatori dell’associazione
  • Organizzare e promuovere eventi pubblici in collaborazione con le famiglie di bambini e giovani in cui poter conoscere le diverse culture che animano il territorio attraverso il cibo, le danze, la scrittura (predisposizione di materiale informativo, pubblicizzazione sul territorio, ideazione di attività innovative, partecipazione agli eventi)

Aumentare la conoscenza del fenomeno mafioso per ridurre il rischio che si alimentino traffici illeciti inconsapevolmente.

  • Partecipare alla formazione dell’associazione e a momenti pubblici, gestiti da Acmos sui temi: le Mafie al Nord e il loro radicamento nel territorio, i beni confiscati e il loro riutilizzo sociale (contribuendo anche con le proprie competenze o esperienze precedenti)
  • Partecipare alla progettazione e alla promozione nelle scuole del territorio di percorsi di formazione alla legalità e all’antimafia incentrati sulle mafie al nord, beni confiscati, gioco d’azzardo, traffici illeciti, geoblog dei beni confiscati e sul valore del riutilizzo sociale dei beni confiscati in collaborazione con gli operatori dell’associazione. A supporto della preparazione e della realizzazione dei percorsi educativi ci saranno anche gli educatori di Performing Media Lab, Cascina Caccia e Cascina Arzilla (i tre beni confiscati gestiti da Acmos)
  • Partecipare a preparazione, promozione e realizzazione di eventi pubblici per sensibilizzare i residenti del territorio ai temi della legalità e dell'antimafia (con il supporto del Performing Media Lab, Cascina Caccia e Cascina Arzilla) in collaborazione con gli operatori di Acmos, le scuole e i giovani impegnati sul territorio
  • Realizzare, insieme agli educatori di Acmos, visite di gruppi scolastici presso Cascina Caccia e Cascina Arzilla (soprattutto nel periodo estivo si prevede di realizzare laboratori, soggiorni estivi e campi)
  • Partecipare all’organizzazione e alla promozione di eventi da realizzare presso i tre beni confiscati gestiti da Acmos (Performing Media Lab, Cascina Caccia e Cascina Arzilla) per coinvolgere i giovani e le famiglie incontrate nel territorio in collaborazione con gli operatori di Acmos
  • Realizzare, insieme agli educatori di Acmos, percorsi educativi rivolti ai giovani coinvolti nelle scuole per far sì che questi si impegnino in modo continuativo nei tre beni confiscati gestiti dall’ente (Performing Media Lab, Cascina Caccia e Cascina Arzilla)

Incrementare la coesione sociale, il senso di appartenenza alla comunità scolastica e del territorio e la qualità delle relazioni.

  • Partecipare attivamente alla mappatura del territorio e del suo utilizzo da parte dei giovani, affiancandosi ai volontari dell’associazione
  • Partecipare alle formazioni dell’associazione dedicate a: mediazione dei conflitti, nonviolenza, processi democratici, processi di inclusione sociale (contribuendo anche con le proprie competenze o esperienze precedenti)
  • Affiancare gli operatori di Acmos nell’organizzazione e nella realizzazione di attività informali per conoscere bambini, giovani e famiglie del territorio e comprenderne difficoltà, conflitti latenti e cause di conflitti
  • Elaborare, insieme agli educatori di Acmos, percorsi educativi per la creazione dei gruppi classe e la mediazione dei conflitti da proporre alle scuole del territorio
  • Affiancare gli operatori dell’ente nella promozione e nella realizzazione dei laboratori della mediazione dei conflitti nelle scuole territorio volte a migliorare la qualità delle relazioni e a coinvolgere i giovani alle iniziative del territorio
  • Accompagnare gli operatori di Acmos nel monitoraggio del territorio per individuare occasioni di conflitto e accompagnarne la mediazione
  • Aiutare la ricerca di soluzioni creative ai conflitti individuati nelle scuole e nel territorio
  • Partecipare all’ideazione, alla promozione e alla realizzazione di iniziative continuative sul territorio dei giardini Saragat e del parco della Colletta per bambini e adolescenti (attività sportive, animative, educativa di strada, aiuto allo studio...) in collaborazione con gli operatori di Acmos e gli altri enti che operano nelle stesse aree. I volontari potranno contribuire alla realizzazione iniziative innovative a partire dalle loro esperienze precedenti o competenze idonee.
  • Organizzare e promuovere eventi pubblici in collaborazione con le famiglie di bambini e giovani che rafforzino il senso di appartenenza alla comunità in collaborazione con gli operatori dell’associazione

 

Si specifica inoltre che:

  • Durante il periodo estivo i volontari parteciperanno anche ai campi di Estate Liberi presso Cascina Caccia e Cascina Arzilla, nel rispetto della normativa vigente utilizzando la possibilità del trasferimento temporaneo della sede di servizio per un massimo di 30 giorni.
  • I volontari svolgeranno le attività in collaborazione con gli operatori dell’ente e, pur svolgendo le medesime attività, potrebbero non essere tutti nelle stesse scuole (in base alle esperienze dei volontari e alla loro sensibilità può anche avvenire un volontario si dedichi principalmente alle scuole primarie o alle secondarie)
  • I volontari svolgeranno le medesime iniziative, ma due volontari si occuperanno in modo particolare di promuovere e accompagnare le iniziative di animazione e aggregazione presso i giardini Saragat e nel territorio circostante a Casa Acmos (Via Leoncavallo 27) e due presso il parco della Colletta e nel territorio circostante al Perfoming Media Lab (Via Salgari 7).

Criteri di selezione

La selezione dei volontari avverrà secondo il  Sistema di Reclutamento e Selezione della Città di Torino accreditato dall’Ufficio Regionale per il Servizio Civile, in sintesi la selezione prevede: 

  • una valutazione curriculare dei candidati;
  • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base relative al Servizio Civile Nazionale Volontario e alle peculiarità del progetto;
  • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la corrispondenza tra il candidato e il profilo del volontario richiesto dal progetto.

L'assenza anche a uno solo dei colloqui sarà considerata rinuncia; l'esito della valutazione curriculare e il punteggio attribuito nel corso del colloquio serviranno a formare la graduatoria.

Condizioni di servizio e aspetti organizzativi

Numero ore di servizio dei volontari
Monte ore annuo di 1400 ore, con un minimo di 12 ore settimanali 

Giorni di servizio a settimana dei volontari: 5 

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio: 
Gli orari saranno flessibili e talvolta potrebbe essere richiesto la presenza dei volontari alle iniziative organizzate nei weekend. Inoltre, durante il periodo estivo, il progetto prevede la partecipazione ai soggiorni estivi e ai campi di Estate Liberi! presso Cascina Caccia e Cascina Arzilla, nel rispetto della normativa vigente, utilizzando il trasferimento temporaneo di sede di servizio, per un massimo di trenta giorni.

Requisiti richiesti ai candidati per la partecipazione al progetto
Obbligatori: Diploma di scuola media superiore

Preferenziali:

  • Istruzione e formazione
    Percorso di studi o corsi di formazioni coerenti con i temi e le attività previste del progetto
  • Esperienze
    Precedenti esperienze nel campo dell’animazione e dell’educazione in contesti interculturali, nel campo dell’educazione all’antimafia o della gestione di gruppi e mediazione dei conflitti maturate presso l’ente o simili
  • Competenze linguistiche
    Conoscenza lingua inglese o altre lingue comunitarie
  • Competenze informatiche
    Pacchetto office, utilizzo social network
  • Patente B

Sedi di svolgimento e posti disponibili

  • Sede di attuazione del progetto: Casa Acmos 
    Comune: Torino 
    Indirizzo: via Leoncavallo 27
    Cod. ident. sede: 8697
    Numero volontari per sede: 2 posti senza vitto e alloggio
  • Sede di attuazione del progetto: Performing Media Lab
    Comune: Torino 
    Indirizzo: via Salgari 7
    Cod. ident. sede: 125194
    Numero volontari per sede: 2 posti senza vitto e alloggio

Caratteristiche conoscenze acquisibili

Nell’ambito del presente progetto, è previsto il rilascio delle seguenti dichiarazioni valide ai fini del curriculum vitae:

  1. Attestato di partecipazione al progetto di Servizio Civile rilasciato dall’ente proponente Città di Torino 
  2. Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento corso di formazione ex art. 37 comma 2 del D.LGS 81/2008 e S.M.I. (Formazione generale di 4 h). 
  3. Dichiarazione delle capacità e competenze acquisite rilasciato dall’ente Cooperativa Sociale O.R.So. (ente terzo certificatore, accreditato presso la regione Piemonte per i servizi formativi ed orientativi) a seguito della partecipazione dei volontari al percorso di “Bilancio dell’esperienza”.

Formazione specifica dei volontari

La durata totale della formazione specifica sarà di 90 ore, così come dettagliato:

  • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile.
  • Animazione d’ambiente e il rapporto con il territorio e con le scuole.
  • Mediazione e incontro tra culture, lingue e religioni. Educazione all’inclusione e prevenzione ai radicalismi culturali. Tecniche di animazione per adolescenti e per bambini.
  • Costruire percorsi educativi per adolescenti e per bambini. Ascolto e sostegno psicologico.
  • Mediazione dei conflitti e gestione dei gruppo. Mafie al Nord. Beni confiscati e riutilizzo sociale.

Per informazioni e presentazione candidature

Associazione ACMOS:

Isabella Spezzano
via Leoncavallo 27 Torino
tel. 0112386330 - 3407030566 (chiamare dal lunedì al venerdì)
email: isabella.spezzano@acmos.net

Consulta il testo completo del progetto
Cresciamo insieme: per una Barriera di Milano dell’intercultura e della legalità (.pdf)

 

Torna all'elenco dei progetti nella pagina Bando Servizio Civile

 

Data aggiornamento: 
26 Maggio 2017