L'altra parte di Torino

Progetto di Servizio civile con misure aggiuntive presso il Servizio Integrazione della Città di Torino - Bando 2019

Codice progetto: R01NZ0151219103476HNAZ

Settore, area di intervento ed ente

Educazione e Promozione culturale, paesaggistica, ambientale, del turismo sostenibile e sociale e dello sport - Attività Interculturali

ENTE: Città di Torino - Servizio Integrazione
L’Ufficio di Coordinamento delle Politiche per l’Integrazione ha la funzione di coordinare le progettazioni e le realizzazioni di interventi atti a valorizzare il patrimonio multiculturale presente in città costituito dalla sua storia, dai cambiamenti e dai rinnovamenti sociali e ambientali. La metodologia adottata si basa sulla cooperazione, il lavoro sinergico della rete sia interna alla Pubblica Amministrazione comunale, sia esterna con altre istituzioni e organizzazioni, in particolare il privato sociale e il volontariato che comprende le associazioni etniche.

Obiettivi del progetto

Rafforzare la cooperazione nei processi d’inclusione ed integrazione della cittadinanza migrante offrendo servizi che favoriscano la loro partecipazione alla vita pubblica e realizzando strumenti, spazi di dialogo e scambio, occasioni di incontro tra i diversi abitanti della Città.

Misura aggiuntiva per giovani che non hanno quindi conseguito un diploma di scuola superiore
Questo progetto prevede in via sperimentale l’applicazione di una novità introdotta dalla riforma del Servizio Civile Universale, ovvero la possibilità di favorire la partecipazione di giovani a bassa scolarizzazione, in possesso di un titolo di studio non superiore al diploma di scuola secondaria inferiore, che non hanno quindi conseguito un diploma di scuola superiore.
l progetto prevede complessivamente 6 posti, 4 riservati a giovani con diploma e 2 riservati a giovani a bassa scolarizzazione per chi non ha conseguito il diploma .

Sintesi attività d'impiego dei volontari e delle volontarie

Le attività di seguito elencate potranno coinvolgere tutti i volontari impiegati nel progetto, oppure essere rivolte solo ai volontari con diploma o solo ai volontari a bassa scolarizzazione (Licenza media).

Promuovere la conoscenza delle procedure e dei servizi per sviluppare processi di comunità e prossimità
Attività finalizzate ad aumentare il n° degli utenti a cui offrire un sostegno in fase di accoglienza negli uffici pubblici, per favorirne un corretto utilizzo

  • Partecipazione alle riunioni di equipe per programmare le attività ed individuazione del materiale necessario a svolgere il servizio informativo (tutti i volontari e le volontarie)
  • Affiancamento ai dipendenti pubblici nella sperimentazione di momenti di prima accoglienza ed in cui verificare la gestione di uno sportello informativo, l’orientamento da offrire ai cittadini, e la documentazione da consegnare (volontari e volontarie con licenza media)
  • Collaborazione con i dipendenti nella predisposizione di materiale informativo e cartellonistica adeguata alle esigenze degli utenti: per es. traduzione in lingue diverse, semplificazione testi e modulistica, ecc.  (volontari e volontarie con licenza media)
  • Collaborazione con i dipendenti nell’elaborazione di una scheda in cui rilevare le criticità emerse nella gestione dello sportello di accoglienze relativamente alle diverse fasce di utenza (volontari e volontarie con il diploma)
  • Partecipazione agli incontri di formazione sulle tematiche relative alle modalità e gestione degli sportelli a contatto con pubblico multiculturale (tutti)
  • Collaborazione con i dipendenti nella gestione dello sportello di accoglienza di alcuni uffici pubblici con alta percentuale di utenza straniera: per es. anagrafe, questura, servizi educativi, ecc,  in cui offrire informazioni di orientamento generale (volontari e volontarie con licenza media)
  • Realizzazione anche in autonomia di un servizio di sostegno-accompagnamento dell’utenza svantaggiata verso gli uffici competenti e circa l’uso dei canali telematici presso Sportelli rivolti al pubblico (volontari e volontarie con il diploma)
  • Gestione anche in autonomia della compilazione della scheda di rilevamento criticità e bisogni rispetto la diversa utenza che si presenta agli uffici pubblici (tutti)
  • Collaborazione con i dipendenti nell’elaborazione dei dati raccolti con le schede di rilevazione e aggiornamento delle informazioni da trasmettere (volontari e volontarie con il diploma)
  • Partecipazione agli incontri con gli uffici pubblici per aggiornare dall’analisi dei dati della scheda di rilevazione e sulla necessità/possibilità di effettuare modifiche da realizzare nella modulistica, nella strumentazione, ecc che possano migliorare l’accesso ai servizi (tutti)
  • Partecipazione agli incontri semestrale di confronto e scambio con i dipendenti che incontrano i cittadini agli sportelli o negli uffici al pubblico riguardo alle difficoltà incontrate e alle soluzioni individuate (tutti)
  • Partecipazione alle riunioni di coordinamento dell’Ufficio (tutti)
  • Attività finalizzate ad avviare un monitoraggio su eventuali situazioni di isolamento dovute alla mancanza di autonomia linguistica all’interno delle strutture educative cittadine

Collaborazione all’elaborazione e compilazione di una scheda per rilevare e monitorare gli accessi e le difficoltà manifestate da utenti e dipendenti (volontari e volontarie con il diploma)

  • Affianca i dipendenti nel fornire agli uffici informazioni circa l’uso dei canali telematici e la pubblicazione della Guida ai servizi 
  • Partecipa agli incontri bimestrali di confronto e scambio con il personale dipendente seguendo un calendario di temi che riguardano le difficoltà incontrate e le soluzioni individuate 
  • Collabora nell’elaborazione trimestrale dei dati raccolti con le schede di rilevazione e aggiornamento delle informazioni 
  • Collabora con i dipendenti nell’organizzazione degli incontri di formazione sulle tematiche relative alle attività a contatto con pubblico multiculturale
  • Partecipa agli incontri di verifica, dopo sei mesi, sulla variazione degli indicatori e la conformità degli strumenti disponibili 
  • Partecipa alle riunioni di coordinamento dell’Ufficio e analisi dei dati raccolti per classificare le tipologie di difficoltà incontrate dai cittadini

Incrementare le occasioni di collaborazione con le associazioni per diffondere la conoscenza di regolamenti, normative e procedure amministrative (volontari e volontarie con il diploma)

  • Collabora nell’organizzazione di almeno quattro incontri per conoscere le procedure amministrative necessarie alla realizzazione di eventi pubblici 
  • Affianca i dipendenti nella realizzazione di almeno tre incontri con i Servizi comunali titolari delle varie autorizzazioni 
  • Affianca i dipendenti nell’analisi delle difficoltà riportate durante gli incontri per individuare i punti critici e i margini di semplificazione delle procedure 
  • Collabora con i dipendenti nell’accompagnamento, in forma sperimentale, di 2 associazioni nel corso dell’iter amministrativo 
  • Gestisce, anche in autonomia, la promozione degli eventi utilizzando le funzioni partecipative dei social network 
  • Collabora con i dipendenti nel monitoraggio della realizzazione e della partecipazione ai 2 eventi 
  • Collabora con i dipendenti nella valutazione dell’evento attraverso l’elaborazione di una relazione finale

Fornire una comunicazione agile rendendo più visibili e accessibili i servizi e le iniziative tramite l’utilizzo di canali telematici

  • Partecipa alle riunioni di equipe per organizzazione e programmazione delle attività comunicazione: aggiornamento dati e traduzione e distribuzione della guida “Torino è la mia città” in formato cartaceo ed elettronico ed aggiornamento delle pagine del sito della Città ed in particolare la pagina del sito “TorinoPlurale” (tutti)
  • Collabora alla raccolta della documentazione riguardante: o le attività svolte presso l’ufficio per il Coordinamento delle politiche per l’Intercultura, o l’attività di progettazione e programmazione delle associazioni (tutti)
  • Collaborazione con i dipendenti nella registrazione degli accessi alla pagina web “Torinoplurale” (volontari e volontarie con il diploma)
  • Partecipa agli incontri con le associazioni straniere al fine di individuare le iniziative pubbliche, per es. formative, culturali, tradizionali, a cui partecipare per la diffusione della guida “Torino è la mia città” (volontari e volontarie con licenza media)
  • Collabora nell’organizzazione delle iniziative pubbliche per es. formative, culturali, tradizionali, a cui partecipare per la diffusione della guida “Torino è la mia città” (volontari e volontarie con licenza media)
  • Gestisce anche in autonomia la distribuzione della guida “Torino è la mia città” presso i diversi uffici pubblici cittadini (volontari e volontarie con licenza media)
  • Affianca i dipendenti nelle attività che permettono di diffondere sul sito le proposte di attività e fornire indicazioni utili per la vita quotidiana, per es. apertura o chiusura di uffici (volontari e volontarie con il diploma)
  • Partecipa alle verifiche semestrali dei dati contenuti nella guida “Torino è la mia città”: per es. orari ed indirizzi uffici e loro aggiornamento sulla versione disponibile on line (tutti)
  • Partecipa agli incontri di verifica ed aggiornamento mensile dei contenuti delle informazioni presenti sulla pagina del sito “TorinoPlurale” (volontari e volontarie con il diploma)

Criteri di selezione

La selezione dei volontari avverrà secondo il Sistema di Reclutamento e Selezione della Città di Torino, redatto secondo la vigente normativa, e prevede in sintesi:

  • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base relative al Servizio Civile Universale e alle peculiarità del progetto;
  • un test scritto di preselezione costituito da domande a risposta multipla focalizzate sulla conoscenza del Servizio Civile Universale e delle specificità del progetto. Il test verrà somministrato solo nel caso in cui il numero di candidature ammissibili ricevute per il progetto ecceda le trenta unità e risulti contemporaneamente superiore a 10 volte il numero dei posti disponibili. I candidati che avranno risposto correttamente ad almeno il 60% delle domande avranno diritto a proseguire la selezione;
  • una valutazione curriculare dei candidati (solo per coloro che avranno superato l’eventuale test di preselezione);
  • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la corrispondenza tra le caratteristiche del candidato e il profilo del volontario richiesto dal progetto.

L’assenza anche a uno solo dei colloqui e all’eventuale test di preselezione sarà considerata rinuncia; l’esito della valutazione curriculare e il punteggio attribuito nel corso del colloquio serviranno a formare la graduatoria.

Condizioni di servizio, aspetti organizzativi e requisiti

Durata 12 mesi
Numero ore di servizio dei volontari: Monte ore annuo di 1.145 ore, cui si sommano 20 giorni di permesso retribuito;
Giorni di servizio a settimana dei volontari: 5

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:
Disponibilità a svolgere il servizio anche in orario serale e/o festivo nel caso ce ne fosse la necessità.
Rispetto della normativa sulla privacy. Rispetto dei codici di comportamento in vigore per i dipendenti del Comune di Torino.
Disponibilità a utilizzare i permessi personali nel caso in cui durante il periodo di servizio ci fossero giorni di chiusura del Comune.

Requisiti

L'età per candidarsi deve essere compresa tra i 18 e i 28 anni.
Inoltre sono richiesti per la partecipazione al progetto, oltre ai requisiti previsti dal bando:

Obbligatori:
Il progetto risulta essere a “composizione mista” in quanto:

  • N. 2 posti sono riservati a giovani con bassa scolarizzazione (in possesso di un titolo di studio non superiore al diploma di scuola secondaria inferiore, che non hanno quindi conseguito un diploma di scuola superiore)
  • N. 4 posti richiedono invece il possesso del Diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Preferenziali (valutati in fase di selezione):

  • Esperienze
    Esperienze di relazione con il pubblico, associazionismo multiculturale, lavoro di gruppo
  • Competenze informatiche
    Capacità di utilizzo PC (programmi di scrittura e di calcolo, navigazione internet, utilizzo social media, eventuali programmi per la grafica e la comunicazione)

Sedi di svolgimento e posti disponibili

Codice progetto: R01NZ0151219103476HNAZ

  • Comune di Torino - Settore Integrazione
    Comune: Comune di Torino
    Indirizzo: Via Corte d’Appello, 16
    Codice sede: 100325
    Numero volontari per sede: 6 posti senza vitto e alloggio

 

Caratteristiche conoscenze acquisibili

Nell’ambito del presente progetto, è previsto il rilascio delle seguenti dichiarazioni valide ai fini del curriculum vitae:

  1. Attestato di fine servizio, rilasciato dal Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale
  2. Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento del Corso di Formazione sulla Sicurezza
  3. Attestazione delle competenze acquisite in relazione alle attività svolte durante l’espletamento del servizio utili ai fini del curriculum vitae (Attestato specifico rilasciato e sottoscritto dalla Città di Torino e dall’Ente terzo O.R.So. scs, ente terzo certificatore accreditato presso la regione Piemonte per i servizi formativi ed orientativi)

 

Formazione dei volontari e delle volontarie

Formazione generale

Consiste in un percorso obbligatorio i cui contenuti sono dettati dalla normativa nazionale per una durata complessiva pari a 42 ore. La Città di Torino organizza un percorso formativo comune a tutti i giovani avviati, che si svolgerà presso sedi della Città stessa.

Formazione specifica

Consiste in un percorso obbligatorio i cui contenuti variano in funzione del progetto per una durata complessiva pari a 72 ore.

Titoli dei moduli:

  • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile.
  • Immigrazione, integrazione e collaborazione tra cittadini e istituzioni locali.
  • Promuovere la conoscenza dei Servizi.
  • Il Regolamento sulla gestione condivisa dei Beni Comuni Urbani.
  • La progettazione dello spazio pubblico.
  • Qualità degli spazi urbani.
  • Strumenti di programmazione gestionale ed economica della Città.
  • Comunicazione.
  • Le occasioni di collaborazione con le associazioni.
  • L’informazione diretta e mediata.
  • La progettazione, programmazione e realizzazione di un evento.

Misura aggiuntiva: tutoraggio finalizzato alla facilitazione dell'accesso al mercato del lavoro

L'attività di tutoraggio aiuterà il volontario e la volontaria a cercare il lavoro dopo il servizio civile.
Durata del periodo di tutoraggio: 2 mesi
Questo percorso avrà una durata complessiva pari a 22 ore, e sarà articolato in incontri di gruppo e colloqui individuali di consulenza orientativa.

Nello specifico l’attività di tutoraggio è finalizzata a fornire strumenti e informazioni utili alla progettazione del proprio futuro formativo/professionale e alla ricerca attiva del lavoro (in Italia e all’Estero), anche attraverso il supporto alla predisposizione di un curriculum vitae aggiornato con l’esperienza di SCU, che evidenzi
le competenze tecniche e trasversali acquisite durante l’anno di servizio.

Per informazioni

Servizio Integrazione della Città di Torino
Ufficio Coordinamento per le politiche d’integrazione
Barbara Rivoira
Via Corte d’Appello 16 Torino  – 01101130324
barbara.rivoira@comune.torino.it
 

Questa scheda è una sintesi, per conoscere più approfonditamente le caratteristiche del progetto è necessario leggere la versione completa del documento.

 

La candidatura è esclusivamente online attraverso la  piattaforma Domanda on Line (DOL)
Per informazioni vai alla pagina Come candidarsi. 

 

Torna all'elenco dei progetti nella pagina Bando Servizio Civile

 

Data aggiornamento: 
24 Settembre 2019