Progetto di Servizio Civile della Cooperativa Progetto Tenda

Settore, area di intervento ed ente

Erogazione di servizi socio-assistenziali, sanitari ed educativi.

 

Obiettivi del progetto

Promuovere la costruzione di effettive opportunità di inclusione e di autentica mediazione culturale, per far sì che nativi e migranti siano coinvolti in attività che li portino a incontrarsi, conoscersi, confrontarsi, decostruire stereotipi e stemperare pregiudizi, negoziare posizioni e ruoli, promuovendo la partecipazione attiva alla co-costruzione dello spazio sociale.

 

Sintesi attività d'impiego dei volontari e delle volontarie

Laboratori itineranti di cittadinanza e di orientamento all'abitare

  • Costruzione della relazione con i destinatari di progetto
    Il primo quadrimestre sarà focalizzato sulla relazione nonché sulla conoscenza del contesto settoriale: a tale scopo i volontari parteciperanno alla fase di accoglienza, prenderanno visione dei progetti socio-educativi individuali e concorreranno alla redazione delle schede socio-anagrafiche e alla valutazione dei bisogni formativi. Tutte queste attività saranno realizzate in affiancamento agli educatori.
  • Fase preparatoria
    Gli educatori coinvolgeranno i volontari nella espletazione di piccole attività quotidiane e in alcuni accompagnamenti individuali. Si porrà altresì particolare attenzione a promuovere la conoscenza diretta, da parte dei volontari, della rete territoriale che compone il Sistema di Protezione a Torino, e degli enti che collaborano.
  • Fase operativa
    Trascorso il primo quadrimestre i volontari potranno condurre in modo autonomo alcuni momenti di socialità e piccole azioni di orientamento e supporto individuale, sempre coadiuvati e supervisionati dal personale della Cooperativa. Saranno inoltre accompagnati dagli educatori alla conoscenza diretta dei soggetti che operano con la Cooperativa Progetto Tenda.

Ai volontari potrà essere interamente affidata:

  • l’acquisizione di dati socio-anagrafici
  • la ricerca e mappatura delle risorse e opportunità del territorio
  • il caricamento su banca dati SPRAR delle azioni sviluppate e l’archiviazione della documentazione.

Nel periodo successivo l’attività dei volontari si concentrerà quindi su: la raccolta delle iscrizioni; la redazione delle schede; l’organizzazione delle uscite; l’organizzazione delle visite al patrimonio storico-artistico di Torino; la documentazione scritta e fotografica delle stesse, di cui non saranno dunque semplici spettatori, ma veri e propri attori.
Parteciperanno agli incontri frontali in affiancamento agli educatori e ai formatori, non solo come osservatori ma anche per svolgere attività di documentazione foto-audiovisiva, ed elaboreranno un report finale.

Sostegno alla genitorialità e uscta dall'isolamento sociale di donne sole con bambini

  • Costruzione della relazione con i destinatari
    Il primo quadrimestre sarà focalizzato sulla conoscenza delle mamme e dei loro figli: i volontari parteciperanno alla fase di accoglienza, prenderanno visione dei progetti socio-educativi individuali e concorreranno alla redazione delle schede socio-anagrafiche e alla valutazione dei bisogni formativi.
  • Fase preparatoria
    Gli educatori coinvolgeranno i volontari nella mappatura dei servizi e delle ludoteche e negli incontri con le biblioteche in cui si terrà “Nati per leggere”.
  • Fase operativa
    I volontari potranno condurre in modo autonomo alcuni momenti di socialità e piccole azioni di orientamento, supporto e accompagnamento individuale, sempre coadiuvati e supervisionati. Saranno accompagnati dagli educatori alla conoscenza diretta dei soggetti che opereranno con la cooperativa per queste attività.

Ai volontari potrà essere interamente affidata:

  • l’acquisizione dei dati socio-anagrafici
  • la ricerca e mappatura dei servizi
  • il caricamento su banca dati SPRAR delle azioni sviluppate e l’archiviazione della documentazione.

I volontari saranno inoltre presenti agli incontri frontali in affiancamento agli educatori e ai formatori, non solo come osservatori ma anche per svolgere attività di documentazione foto-audiovisiva, ed elaboreranno un report finale.

Favorire l'incontro e lo scambio tra culture diverse e sensibilizzare la cittadinanza

Per le attività con le scuole il contributo dei volontari sarà il seguente:

  • primo quadrimestre di conoscenza dei destinatari, dei servizi, della rete e del contesto settoriale
  • selezione mirata insieme agli educatori dei testimoni presso i Centri di accoglienza
  • partecipazione all’elaborazione delle proposte didattiche
  • ricerca, elaborazione e assemblaggio dei materiali e documenti scritti e visivi utilizzati
  • redazione di schede con dati relativi all’asilo e al rifugio in Italia e in Europa e cenni alla normativa
  • predisposizione di bibliografia per gli insegnanti
  • organizzazione degli incontri
  • partecipazione agli incontri con un ruolo attivo di ausilio dei conduttori.

Raccolta e redazione delle “schede dei saperi”:

  • primo quadrimestre di conoscenza dei destinatari, dei servizi, della rete e del contesto settoriale
  • affiancamento agli operatori della Cooperativa nella promozione della iniziativa
  • redazione di un report conclusivo (con fotografie e illustrazione dell’esperienza)
  • ausilio nella comunicazione delle iniziative di promozione e dei suoi esiti
  • selezione e archiviazione del repertorio fotografico delle attività.

Realizzazione di almeno quattro serate/cene. I volontari parteciperanno al progetto Indovina chi viene a cena attraverso:

  • un primo quadrimestre di conoscenza dei destinatari, dei servizi, della rete e del contesto settoriale
  • l’affiancamento agli operatori della Cooperativa nella promozione della iniziativa
  • la raccolta delle adesioni
  • la definizione e diffusione del calendario delle attività
  • la partecipazione agli incontri di preparazione degli appuntamenti accanto ai conduttori e all’antropologa della Cooperativa (come osservatori e per attività di documentazione)
  • la redazione di un report conclusivo (con fotografie e illustrazione dell’esperienza)
  • l’ausilio nella comunicazione della iniziativa e dei suoi esiti
  • la selezione e archiviazione del repertorio fotografico delle attività.

Realizzazione dei quattro reading previsti, con:

  • un primo quadrimestre di conoscenza dei destinatari, dei servizi, della rete e del contesto settoriale
  • l’affiancamento agli operatori della Cooperativa nella promozione della iniziativa
  • la raccolta delle adesioni
  • aiuto nella scelta dei testi da leggere degli ospiti delle accoglienze che partecipano
  • la definizione e diffusione del calendario
  • la partecipazione agli incontri di preparazione degli appuntamenti
  • la redazione di un report conclusivo (con fotografie e illustrazione dell’esperienza)
  • l’ausilio nella comunicazione della iniziativa e dei suoi esiti
  • la selezione e archiviazione del repertorio video-fotografico delle attività.

Corsi di rafforzamento dell'italiano

  • raccolta iscrizione e affiancamento agli iscritti per la compilazione delle schede di iscrizione
  • caricamento dei dati relativi alle caratteristiche socio-anagrafiche degli iscritti
  • somministrazione (con i docenti) dei testi di ingresso
  • affiancamento dei docenti L2 in aula per il sostegno delle donne con maggiori difficoltà
  • monitoraggio, con i docenti, della regolarità di frequenza delle allieve
  • redazione modulistica sull’andamento dei corsi
  • comunicazioni con i CTP competenti per l’iscrizione/il monitoraggio dell’andamento dei corsi istituzionali; redazione del report finale.

I volontari seguiranno inoltre individualmente o in piccoli gruppi le persone utilizzando tablet o pc dotati di apposite piattaforme didattiche.

 

Iter di selezione

La selezione dei volontari avverrà secondo il Sistema di Reclutamento e Selezione della Città di Torino accreditato dall’Ufficio Regionale per il Servizio Civile, in sintesi la selezione prevede:

  • una valutazione curriculare dei candidati
  • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base relative al Servizio Civile Nazionale Volontario e alle peculiarità del progetto
  • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la corrispondenza tra il candidato e il profilo del volontario richiesto dal progetto.

L’assenza anche a uno solo dei colloqui sarà considerata rinuncia; l’esito della valutazione curriculare e il punteggio attribuito nel corso del colloquio serviranno a formare la graduatoria.

 

Condizioni di servizio e requisiti

Numero ore di servizio dei volontari: monte ore annuo di 1400 ore, con un minimo di 12 ore settimanali

Giorni di servizio a settimana dei volontari: 5

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:
Si richiede flessibilità oraria e disponibilità ad operare nei giorni festivi. Inoltre è richiesto il rispetto delle procedure della Cooperativa relative alla privacy.

Requisiti

L'età per candidarsi deve essere compresa tra i 18 e i 28 anni.
Inoltre sono richiesti per la partecipazione al progetto, oltre ai requisiti previsti dal bando:

Obbligatori:
Diploma di scuola secondaria di II grado

Preferenziali:

  • Istruzione e formazione
    Laurea in Scienze della Formazione primaria, Laurea in Scienze dell’educazione, Laurea in Psicologia, Laurea in Scienze politiche, Laurea in Comunicazione interculturale.
  • Esperienze
    Esperienze lavorative, di tirocinio, stage o volontariato presso enti che operino a favore di uomini e donne migranti
  • Competenze linguistiche
    Conoscenza approfondita della lingua francese e inglese
  • Competenze informatiche
    Pacchetto office, navigazione internet
  • Patente B

 

Sedi di svolgimento e posti disponibili

  • Sede operativa della Cooperativa
    Comune: Torino 
    Indirizzo: corso Principe Oddone 94/bis
    Cod. ident. sede: 8567
    Numero volontari per sede: 2 posti senza vitto e alloggio
  • Coop Progetto Tenda - Sportello integrazione
    Comune: Torino 
    Indirizzo: corso Principe Oddone 94/bis, piano 2°
    Cod. ident. sede: 125210
    Numero volontari per sede: 1 posto senza vitto e alloggio
  • Coop Progetto Tenda – Centro di accoglienza
    Comune: Torino
    Indirizzo: Lungo Dora Liguria 58
    Cod. ident. sede: 125140
    Numero volontari per sede: 1 posto senza vitto e alloggio
  • Coop Progetto Tenda - Negarville
    Comune: Torino
    Indirizzo: Via Negarville 30/2
    Cod. ident. sede: 125212
    Numero volontari per sede: 1 posto senza vitto e alloggio.

 

 

Caratteristiche conoscenze acquisibili

Nell’ambito del presente progetto, è previsto il rilascio delle seguenti dichiarazioni valide ai fini del curriculum vitae:

  • Attestato di partecipazione al progetto di Servizio Civile rilasciato dalla Città di Torino
  • Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento corso di formazione sulla sicurezza.
  • Dichiarazione delle capacità e competenze acquisite rilasciato dall’ente Cooperativa Sociale O.R.So. (ente terzo certificatore, accreditato presso la regione Piemonte per i servizi formativi ed orientativi) a seguito della partecipazione dei volontari al percorso di “Bilancio dell’esperienza”.

 

Formazione dei volontari e delle volontarie

Formazione generale

Consiste in un percorso obbligatorio i cui contenuti sono dettati dalla normativa nazionale per una durata complessiva pari a 42 ore. La Città di Torino organizza un percorso formativo comune a tutti i giovani avviati, che si svolgerà presso sedi della Città stessa.

Formazione specifica

Consiste in un percorso obbligatorio i cui contenuti variano in funzione del progetto per una durata complessiva pari a 80 ore, così come dettagliato:

  • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile
  • La cooperazione sociale
  • La progettazione sociale
  • Accompagnamento sociale e presa in carico delle donne migranti
  • Metodologie e azioni per l’inclusione socio- lavorativa dei migranti
  • Genitorialità nella migrazione
  • Conoscenza della metodologia di intervento educativo e delle azioni di accompagnamento all’inclusione sociale
  • La legislazione in materia di immigrazione e asilo
  • Il lavoro socio-educativo nei centri di accoglienza maschili per rifugiati
  • Le competenze demo-etno-antropologiche nel lavoro educativo e nel dialogo interculturale.

 

Per informazioni e presentazione candidature

Cooperativa Progetto Tenda

corso Principe Oddone 94 bis, Torino
tel. 0115831891
email: segreteria@progettotenda.net

 

Torna all'elenco dei progetti nella pagina Bando Servizio Civile

 

Data aggiornamento: 
22 Agosto 2018