Oltre le sbarre... La tutela dei diritti dell'infanzia

Progetto sperimentale di Servizio Civile Universale con il Comune di Torino, Settore Servizi Infanzia e la Scuola Materna Primule

Settore, area di intervento ed ente

Settore educazione e promozione culturale - Animazione culturale verso minori

Progetto sperimentale di Servizio Civile Universale con il Comune di Torino, Settore Servizi Infanzia e la Scuola Materna Primule.

La sperimentazione prevede una durata di 10 mesi e negli ultimi due mesi di attività, i volontari partecipino ad un percorso di tutoraggio finalizzato alla facilitazione dell’accesso al mercato del lavoro.

 

Obiettivi del progetto

Promuovere e garantire ai bambini ospiti dell’ l.C.A.M. (Istituto Custodia Attenuata Madri) percorsi  inclusivi e di partecipazione alle esperienze educative promosse dalla scuola dell’Infanzia in cui vengono accolti.

Favorire e sostenere le competenze genitoriali delle mamme, promuovendo verso i loro bambini processi di responsabilizzazione e cura del loro benessere.

 

Sintesi attività d'impiego dei volontari e delle volontarie

Garantire la frequenza

  • Partecipa alle riunioni tra le maestre della scuola d’infanzia e gli educatori del carcere per conoscere le situazioni ed individuare le modalità di accoglienza e partecipazione dei bambini dell’ICAM;
  • Partecipa alle riunioni di equipe delle maestre per l’organizzazione e la programmazione delle attività scolastiche;
  • Affianca il personale educativo nell’organizzazione e gestione degli spazi scolastici;
  • Gestione delle attività programmate all’interno delle diverse classi;
  • Collabora con le insegnanti nell’organizzazione di laboratori sulle emozioni per permettere di riconoscere, comprendere e nominare le emozioni (attività grafiche e creative e creazione di storie originali partendo dai vissuti condivisi);
  • Affianca le maestre nella gestione delle attività di cerchio per racconto libero;
  • Collabora con le maestre nella gestione delle attività volte alla incremento delle capacità di ascolto attivo e riproduzione verbale;
  • Collabora con le maestre nella gestione delle attività specifiche su linguaggio emotivo (attività grafiche- creative, condivisione verbale di vissuti emotivi e letture di storie con tematiche specifiche);
  • Partecipa, se richiesto, alle riunioni con i genitori per la presentazione delle attività realizzate;
  • Collabora con le maestre nell’elaborazione di report in cui documentare le attività realizzate;
  • Affianca le maestre nell’organizzazione di uscite in quartiere e di gite e/o soggiorni;
  • Partecipa attivamente alle riunioni di equipe delle maestre della materna per il monitoraggio delle attività e per un eventuale riprogrammazione temporale;
  • Partecipa attivamente alle riunioni di monitoraggio tra le maestre della scuola d’infanzia e gli educatori del carcere per verificare la frequenza e la partecipazione dei bambini dell’ICAM.

Affiancamento

  • Partecipa alle riunioni tra le maestre e gli educatori del carcere per presentare i giovani coinvolti in tale esperienza e per concordare modi e tempi della loro presenza in carcere e nella scuola;
  • Si impegna nell’individuazione di specifiche attività (per es. laboratori) da gestire autonomamente, che possano aiutare a fargli acquisire, agli occhi dei bambini, un significativo ruolo educativo, anche se non paragonato a quello delle maestre;
  • Aiuta le maestre nell’individuazione di specifici momenti in cui affiancare i bambini dell’ICAM (per esempio accompagnamenti da e per il carcere, pasti, riordino armadietto);
  • Aiuta le maestre nell’individuazione di specifici strumenti che possano facilitare la comunicazione tra le mamme e la scuola materna (per es. diario di bordo) e li utilizza;
  • Prima dell’accompagnamento a scuola effettua verifica dell’adeguatezza di abbigliamento e materiali;
  • Gestisce anche in autonomia attività ludiche e/o laboratoriali;
  • Collabora con le maestre nell’organizzazione e gestione degli spazi scolastici e nel recupero del materiale necessario alla gestione delle attività animative;
  • Partecipa attivamente alle riunioni di equipe tra le figure educative coinvolte nella scuola materna per il monitoraggio delle attività;
  • Partecipa alle riunioni di monitoraggio tra le figure educative coinvolte nella scuola materna e gli educatori del carcere per verificare l’andamento del servizio offerto ed il ruolo rivestito dai giovani.

Creare occasioni di scambio con le madri

  • Partecipa alle riunioni con gli educatori del carcere per curare il loro inserimento all’interno dell’ICAM e per programmare le attività ludiche ricreative che coinvolgano le mamme;
  • Utilizza gli accompagnamenti dei bambini a scuola ed il ritorno all’ICAM per confrontarsi quotidianamente con le mamme;
  • Partecipa agli incontri organizzati dagli educatori del carcere con le agenti della Polizia Penitenziaria che operano presso l’ICAM per presentare le attività in programmazione;
  • Organizza e gestisce, anche in autonomia, e/o con le mamme di momenti ludici e ricreativi all’interno dell’ICAM nei momenti in cui non c’è attività scolastica (per es. tardo pomeriggio, scioperi delle maestre, festività);
  • Collabora con le mamme e le Agenti della Polizia Penitenziaria nell’organizzazione degli spazi dell’ICAM per la gestione delle attività animative e/o laboratoriali;
  • Collabora con gli educatori del carcere nel recupero del materiale necessario alla gestione delle attività animative;
  • Partecipa attivamente alle riunioni di monitoraggio e verifica tra gli educatori del carcere e le figure di riferimento della scuola materna per verificare l’andamento del servizio offerto ed il ruolo rivestito dai volontari.

 

Iter di selezione

La selezione dei volontari avverrà secondo il Sistema di Reclutamento e Selezione della Città di Torino accreditato dall'Ufficio Regionale per il Servizio Civile, in sintesi la selezione prevede:

  • una valutazione curriculare dei candidati;
  • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base relative al Servizio Civile Nazionale Volontario e alle peculiarità del progetto;
  • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la corrispondenza tra il candidato e il profilo del volontario richiesto dal progetto.

L'assenza anche a uno solo dei colloqui sarà considerata rinuncia; l'esito della valutazione curriculare e il punteggio attribuito nel corso del colloquio serviranno a formare la graduatoria.

 

Condizioni di servizio e requisiti

Durata: 10 mesi

Numero ore di servizio dei volontari: monte ore annuo di 954 ore, con un minimo di 12 ore settimanali

Giorni di servizio a settimana dei volontari: 5

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:
è richiesta flessibilità nell’orario di servizio e nella programmazione del numero di ore settimanali per meglio rispondere ai bisogni dei bambini che frequentano la scuola materna.
Nel rispetto della normativa vigente disponibilità al trasferimento della sede di servizio (per es. accompagnamenti, gite, soggiorni, ...) .
Disponibilità a svolgere delle attività all’interno della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino
Rispetto della normativa sulla Privacy.

 

Requisiti

L'età per candidarsi deve essere compresa tra i 18 e i 28 anni.
Inoltre sono richiesti per la partecipazione al progetto, oltre ai requisiti previsti dal bando:

Obbligatori:
Diploma di scuola secondaria di II grado

Preferenziali:

  • Istruzione e formazione
    Diploma Scuola Media Superiore ad indirizzo pedagogico; laurea in Scienze della Formazione Primaria; laurea in Scienze dell’Educazione; laurea Scienze dei Ceni Culturali; laurea in Scienze Naturali; laurea in Psicologia; laurea in Lettere
  • Esperienze
    Attività di tirocinio o volontariato con bambini (scout, oratori, ecc.) esperienze di lavoro in campo educativo. Attività legate alla promozione del patrimonio storico-culturale.
  • Conoscenze linguistiche
    Conoscenza certificata di altre lingue.
    Corretto utilizzo della lingua italiana e capacità di lettura a gruppi ad alta voce.
  • Competenze informatiche
    Utilizzo di programmi di gestione di fotografie e testi, uso di Internet.
  • Conoscenze tecniche
    Utilizzo di macchina fotografica digitale e/o telecamera

Sedi di svolgimento e posti disponibili

  • Sede di attuazione del progetto: Comune di Torino - Settore Servizi Infanzia - Scuola materna Primule
    Comune: Torino
    Indirizzo: Via delle Primule, 36
    Cod. ident. sede: 8020
    Numero volontari per sede: 4 posti senza vitto e alloggio

 

Caratteristiche conoscenze acquisibili

Nell’ambito del presente progetto, è previsto il rilascio delle seguenti dichiarazioni valide ai fini del curriculum vitae:

  1. Attestato di partecipazione al progetto di Servizio Civile rilasciato dall’ente proponente Città di Torino 
  2. Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento corso di formazione sulla sicurezza.
  3. Dichiarazione delle capacità e competenze acquisite rilasciato dall’ente Cooperativa Sociale O.R.So. (ente terzo certificatore, accreditato presso la regione Piemonte per i servizi formativi ed orientativi) a seguito della partecipazione dei volontari al percorso di “Bilancio dell’esperienza”.

 

Formazione dei volontari e delle volontarie

Formazione generale

Consiste in un percorso obbligatorio i cui contenuti sono dettati dalla normativa nazionale per una durata complessiva pari a 42 ore. La Città di Torino organizza un percorso formativo comune a tutti i giovani avviati, che si svolgerà presso sedi della Città stessa.

Formazione specifica

La durata totale sarà di 72 ore, così come dettagliato:

  • Presentazione della Città di Torino, del Sistema Educativo e dell'Ufficio della Garante dei Diritti delle Persone private della Libertà.
  • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile.
  • La relazione educativa con i bambini.
  • Orientarsi nel Lorusso e Cutugno.

La sperimentazione del Servizio Civile Universale prevede che negli ultimi due mesi di attività, i volontari partecipino ad un percorso di tutoraggio finalizzato alla facilitazione dell’accesso al mercato del lavoro.

 

Per informazioni e presentazione candidature

Comune di Torino - Ufficio Garante delle persone private della libertà personale
Piazza Palazzo di Città, 1 
Tel:  011 01123771
Email: ufficio.garante@comune.torino.it
Pec: gioventu@cert.comune.torino.it

Gian Franco Padovano
Tel. 01101124949

 

Torna all'elenco dei progetti nella pagina Bando Servizio Civile.

 

Data aggiornamento: 
22 Agosto 2018