Città di Torino >
Tasse e tributi > Diritti sulle Pubbliche Affissioni > Allestimento recinzioni di cantiere

Diritti sulle Pubbliche Affissioni

Diritti sulle Pubbliche Affissioni

Allestimento recinzioni di cantiere

I cantieri edili, sono elementi estremamente visibili e caratterizzanti del tessuto urbano e assumono attualmente particolare rilievo in relazione alle numerose opere di trasformazione edilizia che coinvolgono Torino. Perciò risulta di estrema importanza curare il decoro dei cantieri stessi, migliorarne l'impatto estetico e far sì che da elementi spesso di disturbo visivo, si trasformino in elementi di arredo urbano e occasione di informazione per i cittadini, contribuendo così alla valorizzazione dell'immagine della Città.

Recinzioni e tabelle

Schema Affissioni cantieri

Nel sottolineare ulteriormente la funzione di visibilità e quindi di comunicazione pubblica, insita nelle strutture di cantiere, il Regolamento Pubbliche Affissioni (nr.148) della Città di Torino, all'art. 9, attribuisce al Comune, in modo esclusivo e gratuito, la facoltà di utilizzare le recinzioni di cantiere per eseguirvi le affissioni di manifesti.

Tale norma è vincolante e pertanto nessuno ha la facoltà di opporsi aII'esposizione di pubblicità autorizzata dalla Civica Amministrazione.

Il Regolamento dispone che tutte le recinzioni di cantiere ricadenti su aree comunali devono essere attrezzate, entro il primo mese di occupazione, con tabelle di m 2 x 1,40. Dette tabelle dovranno essere applicate sulle strutture di recinzione alternativamente in orizzontale e verticale, rispettando una regolare scansione con un intervallo di cm 50 tra loro e un allineamento di base compreso tra cm 40 e cm 80 dal piano di calpestio, a seconda dell'altezza della recinzione. Le tabelle dovranno inoltre avere un fondo in lamiera o alluminio e una cornice di cm 5 di colore BLU RAL 5002. Eventuali deroghe a quanto sopra prescritto o variazioni al posizionamento delle tabelle potranno essere concesse dal Servizio Affissioni.

 

Una normativa nell'interesse di tutti

Allo stato attuale tale disposizione non trova però piena attuazione. Infatti su un buon numero delle recinzioni di cantiere presenti nella nostra Città le affissioni vengono eseguite direttamente sulle recinzioni delimitanti i lavori.

Ciò provoca sicuramente un maggiore deterioramento del supporto della recinzione e determina maggiori costi per l'impresa costruttrice dovuti alla necessità di dover effettuare un'accurata pulizia delle recinzioni a fine cantiere.

Tale modalità di affissione diretta non giova né all'immagine della Citta né al decoro dei cantieri stessi offrendo sovente un antiestetico impatto visivo dovuto anche alla facile deteriorabilità del manifesto in caso di cattive condizioni atmosferiche.

Si invitano pertanto tutte le ditte a voler attuare quanto previsto dal Regolamento citato e si precisa che la mancata ottemperanza è perseguibile con l'applicazione di una sanzione da € 206,58 a € 1549,37.

Uno strumento di approfondimento

La Città ha già da tempo adottato il Manuale di coordinamento visivo dei cantieri con il quale si offrono alle imprese edili alcune indicazioni inerenti elementi grafici e strutturali atti a caratterizzare le recinzioni come elementi di arredo e comunicazione.

Al manuale fanno preciso riferimento le imprese incaricate della realizzazione dei progetti di trasformazione urbana previste per I Giochi olimpici invernali del 2006 ei soggetti, privati od istituzionali che, a vario titolo, si occupano della gestione, del coordinamento e della comunicazione di tali cantieri, simbolizzati appunto dal logo TORINO NON STA MAI FERMA

Torna su

Ultimo aggiornamento: 10 Settembre, 2014

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro