logo della testata


Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > Servizio Stranieri > Servizi > Cosa fare per...  



Cosa fare per... Richiedere la conversione o il riconoscimento della patente estera.



La conversione della patente di guida rilasciata da paesi extra U.E.

Deve avvenire entro un anno dalla data di acquisizione della residenza in Italia del/della titolare.
Dopo tale periodo, infatti, il/la titolare non è più abilitato/a alla conduzione di veicoli sul territorio italiano.

La conversione è possibile solo per i seguenti Stati, con cui l'Italia ha stipulato un accordo di reciprocità (dati aggiornati ad gennaio 2007):


La conversione consiste nel rilascio di una nuova patente italiana corrispondente a quella estera.

La richiesta di conversione si presenta presso l'Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile (per la Provincia di Torino l'Ufficio è in via Bertani 41 - 10137 Torino - Tel. 011/3012100)

Sono necessari i seguenti documenti:


Il Ministero dei trasporti, con nota n. 84647 del 14 settembre 2007, conferma che il/la cittadino/a non comunitario/a regolarmente soggiornante sul territorio, "non sussistono impedimenti al rilascio di patenti di guida e carte di circolazione ai cittadini extracomunitari il cui permesso di soggiorno sia in corso di rinnovo, nel rispetto della direttiva del ministero dell'Interno del 5 agosto 2006, n. 11050".

Queste indicazioni erano già state date nella nota del ministero dei trasporti del 20 settembre 2006, aggiornate in data febbraio 2007 e ribadite nella nota del settembre 2007.

La principale novità della nuova circolare è rappresentata dal fatto di rilasciare patenti di guida e carte di circolazione "anche ai cittadini/e non comunitari/e che siano in attesa del rilascio del primo permesso di soggiorno per lavoro subordinato".

Il cittadino interessato dovrà quindi esibire la ricevuta attestante la richiesta di rinnovo o di primo rilascio per lavoro subordinato, ma non sarà di competenza della Motorizzazione Civile verificare la regolarità formale dell'istanza.


La richiesta di conversione della patente può essere presentata anche da una persona diversa dal diretto interessato, munita di delega in carta semplice e fotocopia di un documento di identità dell'interessato.



Il riconoscimento di validità della patente rilasciata da Stati dell'Unione Europea

Consiste nel rilascio di un tagliando da applicare sulla patente estera.

I titolari di patente rilasciata da Stati dell'Unione Europea possono guidare sul territorio italiano senza obbligo di conversione dopo un anno dall'acquisizione della residenza in Italia, ma è consigliabile che richiedano il riconoscimento di validità della loro patente estera sia per facilitare le procedure di rinnovo che per ottenerne un duplicato.

La richiesta di riconoscimento si presenta presso l'Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile (per la Provincia di Torino l'Ufficio è in via Bertani 41 - 10137 Torino - tel. 011/3012100)

Sono necessari i seguenti documenti:


Se, secondo la normativa italiana, la patente estera è scaduta:


La richiesta di riconoscimento di validità della patente può essere presentata anche da una persona diversa dal diretto interessato, munita di delega in carta semplice e fotocopia di un documento di identità dell'interessato.



Patente cittadini/e romeni/e e bulgari/e Circolare del 28/12/2006 della Direzione generale per la Motorizzazione

Dal primo gennaio 2007 Romania e Bulgaria sono entrate a far parte dell'Unione Europea e, di conseguenza, la Direttiva 91/439/CE e successive modifiche, dovrà essere applicata anche alle patenti di guida rilasciate in detti Stati.

L'Italia aveva già in precedenza concluso accordi bilaterali per la conversione delle patenti romene e bulgare che sono oramai sorpassati in quanto si applica la direttiva UE, più favorevole, che prevede il riconoscimento che permette (tramite il rilascio di apposito tagliando) la guida senza conversione della patente ed il rilascio di un duplicato in caso di furto o smarrimento.

In caso di dubbi sull'autenticità della patente da riconoscere, l'Amministrazione potrà richiedere relativa attestazione di autenticità, tramite le Rappresentanze diplomatiche degli stati presi in considerazione.
Le stesse autorità diplomatiche rilasciano la certificazione prevista per l'eventuale emissione di un duplicato.

Non appena perverranno istruzioni dalle Istituzioni Comunitarie, verranno comunicati gli indirizzi delle Autorità Centrali, a cui rivolgere eventuali richieste senza utilizzare più il tramite dei canali diplomatici.



Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito Internet
www.motorizzazionetorino.it



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità