logo della testata


Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > Servizio Stranieri > Servizi > Cosa fare per...  



Cosa fare per... Chiedere l'assegno di maternità erogato dal Comune



Chi può presentare la richiesta:


Chi non può presentare la richiesta:



Redditi e patrimoni da dichiarare:
La situazione economica della famiglia cui far riferimento è la seguente:


Concessione dell'assegno di maternità:

Per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni avvenute nel 2008, il beneficio può essere concesso per un importo massimo di € 299,53 mensili per un periodo massimo di 5 mesi. Il periodo per il quale è concesso e l'importo mensile dell'assegno dipendono dalla situazione anagrafica e dall'eventuale indennità di maternità percepita.
Nel calcolo della situazione economica si considerano determinate problematiche (genitore unico, entrambi i genitori lavoratori, presenza di componente con handicap permanente). La legge prevede che non si debbano superare determinati limiti di reddito e patrimonio (ISE): ad esempio, per le richieste relative all'anno 2008, per una famiglia di 3 persone non si deve superare la somma di € 31.223,51. Per composizione familiare diversa, il limite di reddito e patrimonio varia in proporzione.
I suddetti importi sono rivalutati annualmente sulla base della variazione dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati calcolato dall'ISTAT.
Per gli importi aggiornati consultare il sito www.comune.torino.it/assegni


Termini di presentazione della domanda:

La domanda va presentata entro 6 mesi dalla data del parto o dall'ingresso del minore nella scheda anagrafica del richiedente
(nell'ipotesi di adozione o di affidamento preadottivo).
Nei casi speciali in cui la richiesta può essere presentata dal padre o dalle altre persone diverse dai genitori del bambino la domanda va presentata entro un anno dalla nascita, dall'affidamento preadottivo o dall'adozione del minore.

Cumulo dei due tipi di assegni;

I due assegni (di maternità e per la famiglia con almeno tre minori) possono essere concessi entrambi, nel caso siano presenti entrambe le condizioni per ottenerli, ovvero cioè tre figli minori dei quali almeno uno nato da meno di sei mesi oppure in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento sempre da meno di sei mesi. Il Comune di Torino considera gli assegni erogati quali componenti del reddito del nucleo familiare ai fini della valutazione dell'accesso ad eventuali altri interventi socio assistenziali comunali (ad esempio ai contributi di assistenza economica).

Come e dove si presentano le richieste;
Se si ritiene che la propria famiglia anagrafica si trovi nelle condizioni descritte ai punti precedenti, si deve presentare:

  1. una richiesta al Comune di Torino;
  2. una dichiarazione sulla composizione e sulla situazione economica della famiglia, compilando un apposito modulo che è previsto dalla legge.

La dichiarazione verrà utilizzata per compilare una certificazione dei redditi e del patrimonio della famiglia (calcolando un valore chiamato Indicatore della Situazione Economica) per verificare il diritto all'erogazione degli assegni.
In seguito a questa certificazione ed al calcolo, il Comune emetterà un provvedimento per concedere o meno gli assegni e l'INPS provvederà a pagarli.
Si ricorda che coloro i quali presentino dichiarazioni false sulla composizione della famiglia oppure sulla situazione economica incorrono in gravi responsabilità penali. Il Comune procederà a controlli di quanto dichiarato anche tramite la Guardia di Finanza.
Per presentare la richiesta e la dichiarazione, i residenti nella Città di Torino devono rivolgersi ad uno qualsiasi dei Centri di Assistenza Fiscale (C.A.F.) che operano per conto del Comune di Torino (è opportuno telefonare per fissare un appuntamento).
Il C.A.F. fornirà tutto l'aiuto necessario per la compilazione delle richieste e delle dichiarazioni sulla situazione economica. L'assistenza prestata dai C.A.F. è completamente gratuita.

Le sedi dei C.A.F. presso i quali si può presentare la domanda, insieme ad informazioni più dettagliate sulle caratteristiche che devono possedere le famiglie che desiderano richiedere gli assegni si possono trovare al seguente indirizzo internet: www.comune.torino.it/assegni
Il cittadino che presenta la richiesta non deve recarsi al Comune poichè il C.A.F. presso il quale ha presentato la dichiarazione e la richiesta invierà direttamente la documentazione al Comune stesso che provvederà ad inviare comunicazione al cittadino sia in caso di approvazione, sia in caso di diniego. In caso di diniego verranno spiegate le motivazioni e le modalità per presentare un' eventuale richiesta di riesame.
In caso di accettazione della domanda, il Comune trasmetterà i dati all'INPS che provvederà a pagare gli assegni, dandone comunicazione al cittadino richiedente.
I cittadini che hanno presentato le richieste devono comunicare tempestivamente al Centro di Assistenza Fiscale ogni evento che determini la variazione della composizione del nucleo familiare.

Per avere ulteriori informazioni:

Ulteriori informazioni possono essere richieste all'Ufficio Assegni alle Famiglie - Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie del Comune di Torino, via Bruino 4 - Torino.
L'Ufficio riceve il pubblico nei seguenti giorni: mercoledì ore 14.00/16.00 e giovedì ore 10.00/12.00.
Per informazioni telefonare al n. verde 800732040 nei seguenti giorni e orari: lunedì – mercoledì – venerdì ore 10.00/12.00.
Sito web: www.comune.torino.it/assegni



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità