logo della testata


Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > Servizio Stranieri > Servizi > Cosa fare per...  



Cosa fare per... Chiedere il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.



A decorrere dall'8 gennaio 2007, la carta di soggiorno per cittadini stranieri è stata sostituita dal permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
Questo tipo di permesso di soggiorno è a tempo indeterminato. Non ha scadenza, non deve essere rinnovato. È valido come documento di identificazione personale per cinque anni. La data di scadenza apposta sul titolo dunque è riferita alla sola validità del titolo come documento identificativo.

REQUISITI PER LA RICHIESTA DEL PERMESSO UE PER SOGGIORNANTI DI LUNGO PERIODO

I cittadini stranieri in possesso di un permesso di soggiorno per attesa occupazione che abbiano dopo la perdita del posto di lavoro trovato un nuovo impiego, potranno richiedere il permesso UE per soggiornanti di lungo periodo dimostrando l'attualità delle risorse (sempre che soddisfino gli altri requisiti).
Il permesso UE per soggiornanti di lungo periodo può essere richiesto anche dai titolari di un permesso di soggiorno per assistenza minore (ex art. 31, comma 3 del Testo Unico 286/98), dai titolari di permesso per motivi religiosi o residenza elettiva, dai titolari di protezione internazionale (Asilo politico - Protezione sussidiaria), dai titolari permesso di soggiorno art. 27 TU 286/98 che abbiano la qualifica di infermieri professionali, sempre che soddisfino i requisiti richiesti.

La richiesta può essere presentata anche per il coniuge non legalmente separato e di età non inferiore ai diciotto anni; figli minori, anche del coniuge o nati fuori dal matrimonio, figli maggiorenni a carico che non possano permanentemente provvedere alle proprie indispensabili esigenze di vita anche in ragione del loro stato di salute che comporti invalidità totale, genitori a carico, genitori ultrasessantacinquenni.

I requisiti per l'estensione del permesso UE per soggiornanti di lungo periodo ai familiari sono i seguenti:

DIVIETI E REVOCHE

Non è possibile chiedere il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo nei seguenti casi:

Attenzione: la presenza di condanne non può comportare un automatico diniego del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. Dovranno infatti essere prese in considerazione la durata del soggiorno sul territorio, l'inserimento sociale, familiare e lavorativo del cittadino straniero.

Il permesso di soggiorno UE può essere revocato:

La separazione legale o lo scioglimento del matrimonio non comportano in ogni caso la revoca del permesso UE.
Nel caso di revoca per assenza dal territorio dello stato o per conferimento di permesso UE da parte di altro stato membro dell'UE è possibile riottenere il permesso di soggiorno UE dopo tre anni e, in ogni caso, ottenere un normale permesso di soggiorno.

Tuttavia, ad esclusione dei permessi di soggiorno per breve periodo, tutti gli altri sopra elencati possono essere utili nel calcolo dell'anzianità di soggiorno (esempio un titolare di permesso di soggiorno per motivi umanitari converte il suo permesso in lavoro e dopo cinque anni di residenza chiede il permesso UE per soggiornanti di lungo periodo: in questo caso viene calcolato anche il periodo di permanenza per motivi umanitari).

STRANIERO TITOLARE DI PERMESSO UE RILASCIATO DA ALTRO STATO MEMBRO DELL'U.E.

Il cittadino straniero titolare di un permesso di soggiorno UE rilasciato da altro stato membro dell'Unione Europea può rimanere in Italia oltre i tre mesi per:

A CHI VA PRESENTATA LA DOMANDA

La domanda va presentata presso gli uffici postali ( il minore dovrà essere accompagnato) oppure, senza utilizzare il kit, ci si può recare presso i Comuni che offrono questi servizi (Comune di Torino – Servizio Stranieri – via Bologna 51: per appuntamenti telefonare il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30 ed il martedì dalle 14.30 alle 17.30 ai seguenti numeri:01101120088/0095) oppure presso i Patronati.
Saranno necessari:

DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Nel caso di richiesta di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo da parte di un figlio maggiore di anni 18 in precedenza inserito nel titolo del genitore (pds UE di lungo periodo) non dovrà essere richiesta la dimostrazione dei requisiti. Infatti, il rilascio del titolo, rappresenta la mera prosecuzione del diritto di soggiorno già acquisito in precedenza.

AGGIORNAMENTO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO UE

L'aggiornamento del permesso di soggiorno UE deve essere richiesto nei seguenti casi:

Importante:
a decorrere dal 9 dicembre 2010
il/la cittadino/a straniero/a che richiede il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo che non sia in possesso di:

dovrà sostenere un test di conoscenza della lingua italiana (livello A2 del quadro comune di riferimento europeo):

Modifica all'art. 9 del Testo Unico sull'Immigrazione - Decreto Legislativo 13 febbraio 2014 n. 12 che va a modificare la direttiva 2003/109/CE e che estende il diritto a chiedere il permesso UE per soggiornanti di lungo periodo ai titolari di protezione internazionale

All'articolo 9 del testo Unico per l'Immigrazione sono apportate le modifiche in grassetto:



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità