logo della testata


Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > Servizio Stranieri > Servizi > Cosa fare per...  



Cosa fare per... Richiedere l'assistenza sanitaria.



L'assistenza sanitaria è erogata in Italia dal Servizio Sanitario Nazionale con parità di trattamento e piena uguaglianza di diritti e doveri rispetto a/alle cittadini/e italiani/e.

L'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale è obbligatoria per i/le cittadini/e stranieri/e titolari di un permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato, lavoro autonomo, motivi famigliari, asilo politico, asilo umanitario, richiesta asilo, attesa adozione, affidamento, acquisizione cittadinanza.
E' inoltre obbligatoria per i/le cittadini/e disoccupati/e e iscritti/e nelle liste di collocamento e per i famigliari a carico, regolarmente soggiornanti.

Per l'iscrizione ci si deve rivolgere agli uffici amministrativi distrettuali delle Aziende Sanitarie Locali del luogo di residenza o domicilio, presentando i seguenti documenti: documento d'identità, permesso di soggiorno valido (o carta di soggiorno), codice fiscale, certificato di residenza o autocertificazione di domicilio.


Per informazioni, rivolgersi a:

ASL TO1 - Sede amministrativa: via San Secondo 29 - 10128 Torino - tel. 011-5661566 - fax 0115662015 - indirizzo mail: info@alsto1.it - Sito Web ASL TO1

ASL TO2
Torino Nord: Centralino area est (osp Giovanni Bosco Circoscrizioni 6 e 7) 011-2401111
Centralino area ovest: (Ospedale Maria Vittoria ed Ospedale Amedeo di Savoia, Circoscrizioni 4 e 5). Telefono 011-4393111 indirizzo mail: urp@aslto2.it - Sito Web ASL TO2

SOVRACUP - ASL TO1 e ASL TO 2: SOVRACUP per prenotazione esami e visite specialistiche: 840705007 (da telefono fisso) e 0115160666 da cellulare


All'atto dell'iscrizione viene rilasciata una tessera sanitaria individuale ed è possibile scegliere il medico di medicina generale o il pediatra per i bambini da 0 a 14 anni.

L'iscrizione è valida per tutta la durata del permesso di soggiorno.

Per rinnovare la tessera sanitaria è necessario presentare all'ASL la ricevuta della richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno. In seguito al Protocollo d'Intesa del 16 dicembre 2004, tra Provincia di Torino, Regione Piemonte, Prefettura, Questura e Direzione Provinciale del lavoro di Torino, la ricevuta di rinnovo del titolo di soggiorno è valida ai fini della proroga della tessera sanitaria fino al momento dell'ottenimento del permesso stesso. Dopo il ritiro del permesso di soggiorno occorre ritornare alla ASL per il ritiro della tessera valida fino al momento del prossimo rinnovo.

Ai figli minori degli/delle stranieri/e iscritti al Servizio Sanitario Nazionale è assicurata, fin dalla nascita, l'assistenza sanitaria, anche in mancanza dell'effettiva iscrizione degli/delle stessi/e sul permesso di soggiorno del genitore.

I cittadini stranieri con permesso di soggiorno superiore a tre mesi, i quali non rientrino nelle categorie per cui è previsto l'obbligo di iscrizione al S.S.N., sono tenuti a stipulare una polizza assicurativa contro il rischio di malattia, infortunio e per la maternità, con un istituto assicurativo italiano o di altro paese oppure, in alternativa, ad effettuare l'iscrizione al S.S.N., pagando un contributo annuale anche per i familiari a carico.

L'iscrizione volontaria può essere richiesta anche da chi soggiorna per motivi di studio o per le persone collocate alla pari.

Non è consentita l'iscrizione alle/ai cittadine/i straniere/i per ingressi regolari inferiori ai novanta giorni ad eccezione dei visti per studio o lavoro alla pari.

Agli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia ma non iscritti al S.S.N., vengono assicurate sia le prestazioni ospedaliere urgenti, sia quelle per le quali non ricorrano gli estremi dell'urgenza.
Per entrambe è necessario pagare le tariffe stabilite dalla Regione Piemonte.

Alle/ai cittadine/i straniere/i prive/i di permesso di soggiorno sono assicurate le cure ospedaliere o ambulatoriali urgenti o comunque essenziali, anche se continuative, in caso di malattia e infortunio.

Sono anche garantite la tutela della gravidanza e della maternità, la tutela della salute dei minori e le vaccinazioni.
Le prestazioni sono gratuite per i cittadini che dichiarino con autocertificazione di non avere risorse economiche sufficienti (dichiarazione di stato di indigenza, valevole 6 mesi).

Agli stranieri senza permesso di soggiorno le ASL rilasciano un tesserino con un codice regionale, sul quale viene apposta la sigla S.T.P. (straniero temporaneamente presente), valido 6 mesi e rinnovabile in caso di permanenza in Italia, da esibire alla richiesta delle prestazioni sanitarie.

Gli stranieri in possesso del tesserino S.T.P. possono rivolgersi agli sportelli I.S.I. (Informazioni Sanitarie Immigrati). Gli sportelli I.S.I. sono dislocati presso alcune ASL. Tali servizi sanitari hanno funzione di sportello informativo e di accompagnamento per ciò che concerne prestazioni sanitarie e servizi richiesti.

I.S.I. Sportelli Informazione Sanitaria Stranieri
(per immigrati senza permesso di soggiorno)



L'accesso alle strutture sanitarie non può comportare alcun tipo di segnalazione all'autorità di Polizia, salvo i casi in cui questa sia obbligatoria per legge.





Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità