logo della testata


Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > Servizio Nomadi > Dati > Osservatorio  



Attività in ambito socio-assistenziale.

L'accoglienza delle donne e dei bambini Rom



Nel corso del 2003 presso l'ufficio Rom, Sinti e Nomadi ha iniziato ad operare un'Assistente Sociale, con lo specifico incarico di seguire i casi di donne con bambini.
Sono donne di etnia Rom, che provengono prevalentemente dalle Repubbliche della Ex Jugoslavia e dalla Romania e che, talvolta, si trovano in posizione di irregolarità.
Sono di età compresa tra i 15 e i 30 anni, in alcuni casi coniugate, spesso conviventi, con a carico uno o più figli minorenni.

La legge 40/98 garantisce l'assistenza sanitaria e la tutela sociale alle donne in gravidanza e alle mamme fino al sesto mese di vita del bambino, assicurando l'inespellibilità e, in presenza dei requisiti richiesti dalle Questure, un permesso di soggiorno per cure mediche.
La suddetta legge insieme all'esigenza, sempre più sentita, di protezione e tutela - soprattutto nel periodo invernale - per le donne durante gli ultimi mesi di gravidanza e durante il puerperio, ha portato ad un aumento delle richieste di assistenza ed accoglienza.

È in questo contesto e con questi obiettivi che viene a collocarsi il lavoro che il Comune di Torino svolge attraverso l'ufficio Rom, Sinti e Nomadi, nell'ambito del settore di accoglienza ed assistenza alle donne appartenenti a popolazioni nomadi che arrivano nella nostra città.

Questo spazio, ampiamente interessato nei primi 10 anni di attività dell'ufficio, è destinato ad essere nuovamente ampliato, in considerazione dei crescenti flussi migratori provenienti dall'Est Europeo, comprendenti i Rom, e di conseguenza sarà prevista una verifica e una disponibilità delle risorse.
Sarà un lavoro di qualità, in cui verrà privilegiata la lettura sempre più approfondita e meno semplicistica del fenomeno, per intervenire in modo organico e poter assicurare ai nomadi una vita dignitosa.

A tale scopo è prevista, per il prossimo anno, la realizzazione di un Progetto di Ricerca, sia all'interno delle aree sosta, sia fra le tribù nomadi itineranti che si trovano a transitare sul nostro territorio, al fine di poter aggiornare l'analisi dei bisogni della popolazione Rom e Sinta, per fornire loro servizi sempre più efficienti.

In un'ottica di accoglienza, ma anche di verifica del fenomeno del nomadismo, la finalità del nostro lavoro è ancora quella di contribuire alla tutela del diritto al nomadismo, all'accoglienza, al miglioramento delle condizioni di vita e alla diffusione - fra la generalità della popolazione cittadina - di una maggiore conoscenza delle specificità culturali dei Rom, Sinti e Nomadi.





Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità