logo della testata


Divisione Servizi Sociali e rapporti con le Aziende sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > L'archivio delle news  



Comune di Milano: discriminazione ingiustificata l'esclusione di figli di cittadini/e stranieri/e irregolari dagli asili nido.


La prima sezione civile del Tribunale di Milano ha emesso l'ordinanza numero 2380/08, con la quale ha accolto il ricorso avente come oggetto l'azione civile di discriminazione, presentato da una madre a tutela della figlia minore contro la circolare n. 20 del Settore Servizi all'Infanzia del Comune di Milano, che richiedeva la presentazione del permesso di soggiorno del genitore per effettuare l'iscrizione dei minori all'asilo.

Nella sentenza il giudice ha affermato che la scuola d'infanzia, pur non essendo scuola dell'obbligo, deve intendersi compresa nel complessivo sistema scolastico nazionale e come tale rientra nella previsione normativa dell'art. 38 del T.U. sull'Immigrazione 286/98, che garantisce il diritto all'istruzione/educazione a tutti/e i/le minori, anche coloro che siano privi di permesso di soggiorno.

Nella sentenza viene anche affermato che non può ritenersi legittimo il requisito della residenza al fine della fruizione del servizio.
Inoltre, nel caso preso in esame, il requisito della residenza risulta privo di effettiva giustificazione ed in contrasto con l'obbligo di tenere in considerazione l'interesse superiore del minore.





Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità