logo della testata


Divisione Servizi Sociali e rapporti con le Aziende sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > L'archivio delle news  



Assegno di maternità (art. 66 L. 448/98 e s.m.i.)
Concessione del beneficio alle cittadine non comunitarie rifugiate politiche.


La Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie, nello specifico il Settore Prevenzione alle Fragilità Sociali e Sostegno agli adulti in difficoltà (Ufficio Assegni alle Famiglie) del Comune di Torino, specifica il contenuto del messaggio dell'I.N.P.S n. 12712 del 21 maggio 2007.

Con tale comunicazione l'I.N.P.S. ha evidenziato che, sulla base di quanto statuito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, anche le cittadine non comunitarie, in possesso dello status di rifugiate politiche, abbiano diritto a richiedere l'assegno di maternità (art. 66 L.448/98 e s.m.i.), anche nel caso non siano titolari di carta di soggiorno, purché possiedano i requisiti richiesti al fine dell'ottenimento dell'assegno medesimo.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha però ritenuto non estensibile in favore dei cittadini rifugiati politici l'erogazione dell'assegno per famiglie con almeno tre figli minori (art. 65 l. 448/98 e s.m.i.).
Si rinvia quindi alla circolare n. 62 del 6 aprile 2004, in cui si evidenziava che, per quanto attiene l'assegno erogato dai Comuni ai nuclei familiari con tre figli minori, la normativa di riferimento (D.M. 21 dicembre 2000 n. 452 e successive modifiche) adotta un criterio più restrittivo in merito all'individuazione dei beneficiari di tale prestazione, indicando tra i destinatari solo i cittadini italiani o comunitari residenti sul territorio dello Stato.

Da quanto citato risulta quindi che i cittadini non comunitari rifugiati politici non hanno titolo a beneficiare dell'assegno destinato ai nuclei familiari con almeno tre figli minori.





Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità