logo della testata


Divisione Servizi Sociali e rapporti con le Aziende sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > L'archivio delle news  



Assegno di maternità di base concesso dai Comuni in favore di cittadine non comunitarie rifugiate politiche.

Circolare INPS del 21 maggio 2007


A seguito di chiarimenti richiesti in merito al riconoscimento del diritto all'assegno di maternità di base in favore delle cittadine non comunitarie rifugiate politiche (ex art. 74 del d.lgs 151/2001, già art. 66 della Legge 448/1998, si ricorda che l'assegno di maternità di base viene concesso dai Comuni in favore delle madri cittadine italiane o comunitarie oppure non comunitarie in possesso di carta di soggiorno.

Tuttavia, con nota del 15/07/2005, inviata all'ANCI dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sulla base di quanto previsto dalla Convenzione di Ginevra (ratificata con Legge 772/1954), si ritiene che, al fine della concessione dell'assegno di maternità, le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiate politiche devono essere equiparate alle cittadine italiane.
Ne consegue che, le cittadine non comunitarie rifugiate politiche non in possesso della carta di soggiorno possono usufruire del beneficio dell'assegno di maternità di base.

Con la medesima nota il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha ritenuto non estensibile a favore dei rifugiati politici l'assegno per il terzo figlio.





Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità