logo della testata


Divisione Servizi Sociali e rapporti con le Aziende sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > L'archivio delle news  



Circolare Regione Piemonte del 18/11/2009 n. 41538
Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini stranieri non comunitari in fase di emersione


Ai sensi della circolare 6/VI/I.3BA5719/P del 17 aprile 2007, le persone con regolare ricevuta di presentazione della richiesta di regolarizzazione, in attesa della convocazione allo Sportello Unico per l'Immigrazione, sono iscrivibili in base alla "norma del salvo buon fine" così come già in uso per coloro che richiedono il primo rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro.

Nel caso in cui la convocazione presso lo Sportello Unico per l'immigrazione ed il successivo parere della questura esprimessero parere positivo in merito all'emersione/regolarizzazione l'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale rimarrebbe valida.

Nel caso il riscontro fosse invece negativo il cittadino non comunitario tornerebbe ad essere irregolare e, di conseguenza, assistibile presso i centri ISI.

Le eventuali spese sanitarie sostenute dalle aziende nel periodo di iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale saranno coperte dal versamento "a titolo cauzionale" effettuato al momento della richiesta (il contributo forfetario di 500 euro).
Nel caso i cittadini non comunitari che chiedono l'iscrizione non fossero in possesso del Codice Fiscale, è possibile l'emissione di un codice da non convalidare e da utilizzare esclusivamente ai fini sanitari, tramite il programma SCE/REV.

Oltre alla circolare della Regione Piemonte, sono state emanate circolari analoghe dalla Provincia Autonoma di Trento il 16/10/2009 e dalla Regione Emilia Romagna in data primo dicembre 2009.





Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità