logo della testata


Divisione Servizi Sociali e rapporti con le Aziende sanitarie


Informa Stranieri e Nomadi




Comune di Torino > Informa Stranieri e Nomadi > L'archivio delle news  



Circolare del 22/03/2010 - Dipartimento per gli affari di giustizia: qualsiasi provvedimento restrittivo venga emanato nei confronti di un cittadinos straniero va comunicato al consolato del paese di origine del cittadino.


La circolare suddetta chiarisce che ogni provvedimento restrittivo in materia di libertà personale che venga emanato nei confronti di un cittadino straniero vada comunicato al consolato più vicino territorialmente del paese di provenienza del cittadino medesimo (ad esempio obbligo di dimora, divieto agli espatri, arresti domiciliari, custodia cautelare in carcere ecc.).

Tale adempimento viene meno nel caso il cittadino straniero sottoposto a provvedimento restrittivo abbia presentato domanda di asilo politico o nei suoi confronti siano state adottate misure di protezione temporanea per motivi umanitari.

Al contempo, ai sensi dell'art. 4 del dpr 394/1999, l'obbligo di comunicazione non scatta quando ricorra il rischio di persecuzione per motivi di razza, sesso, lingua, religione, opinioni politiche, origine nazionale e condizioni personali o sociali.

La Circolare del Ministero della Giustizia rafforza le previsioni dell'art. 36, comma 1, lettera b) della Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari del 1 dicembre 1964 "relativamente alla comunicazione senza indugio all'autorità consolare dell'arresto del cittadino straniero nel caso questi ne faccia domanda".





Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità