Table of Contents Table of Contents
Previous Page  3 / 24 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 3 / 24 Next Page
Page Background

“Non potevo immaginarmi una città

bella come Torino, nulla vi manca;

l’occhio non è mai ferito, ma sempre

colpito e affascinato. Scegli i più bei

palazzi di Parigi, Lione, Bordeaux:

adornali d’architettura italiana, ponili in

fila uno dopo l’altro, forma così delle

strade adorne di portici perfettamente

allineate: ti sarai fatto in piccolo un’idea

di Torino. Più procede il mio viaggio,

più scopro altre città, meno di ritrovare

un’altra Torino.”

Alphonse De Lamartine

Maçon, 1790 – Parigi, 1869

“Quando la sera cammino lungo il Po e i

miei occhi riposano al di là del fiume su

quel ricco variopinto pittoresco sfondo

di colline e di boschi, non posso quasi

credere ai miei occhi!….”

Friedrich Wilhelm Nietzsche

Rokken, 1844 – Weimar, 1900

“I could never have imagined a city as

lovely as Turin, it is lacking in nothing;

one’s gaze can fall on no jarring

elements, only inspiration and beauty.

Choose the finest palaces of Paris, Lyons

and Bordeaux, adorn them with Italian

architecture, and place them one after

the other in rows, creating arcaded,

perfectly aligned streets: this will give

you some idea of Turin. The further I

proceed in my travels, the more cities I

discover, the less hope I have of finding

another Turin”.

Alphonse De Lamartine

Maçon, 1790 – Parigi, 1869

“When in the evening I walk along the

Po, my gaze resting across the river

on that picturesque backdrop of richly

coloured hillsides and woods, I can

hardly believe my eyes!…”

Friedrich Wilhelm Nietzsche

Rokken, 1844 – Weimar, 1900

Numerosi artisti e poeti che hanno

visitato Torino ne sono rimasti colpiti

e allo stesso tempo stupiti. Torino

è una città dai molteplici volti, non

così semplice da apprezzare al primo

impatto: si fa scoprire lentamente. I

torinesi la amano e ne vanno fieri, ma

anche i visitatori, a loro volta sorpresi,

la apprezzano e desiderano custodirne

il ricordo magari portando a casa un

oggetto speciale.

Per questo nel 2009 è nato

ObjecTo

,

la linea di merchandising ufficiale della

Città di Torino che oggi si presenta

rinnovata nello stile, ma con lo stesso

obiettivo: far conoscere la città in tutte

le sue sfaccettature attraverso una serie

di oggetti originali e “simbolici”.

Il

nuovo ObjecTo

nasce dalla

collaborazione tra la Città e un gruppo

eterogeneo di imprenditori, artigiani e

giovani creativi, accomunati dall’amore

per Torino e convinti che i magnifici

palazzi, le linee urbane squadrate, la

dolcezza delle colline lungo il Po, i musei

e le prelibatezze eno-gastronomiche

porteranno il visitatore a desiderare un

“souvenir” della città sabauda.

Many artists and poets who visited Turin

were impressed and amazed at the same

time. Turin is a many-faceted city, not so

easy to appreciate at first glance: it must

be discovered slowly. The people of Turin

love and are proud of it, but surprised

visitors are also appreciative and would like

to conserve its memory perhaps by taking

home a

special object.

This is why

ObjecTo

was born in 2009:

the official City of Turin merchandising

line, which today has renewed its style, but

maintains the same objective: getting across

all the facets of the city through a series of

original and “symbolic” objects.

The

new ObjecTo

is a collaboration

between the City and a diverse group of

entrepreneurs, artisans and creative young

people, united by their love of Turin and

convinced that the magnificent palaces,

the urban square lines, the sweetness of

the hills along the Po, the museums and

delicious food and wine will lead the visitor

to want a “souvenir” of the city of Savoy.

2

3

Official Torino Souvenir