Divisione Servizi Sociali


Ufficio Vigilanza



Comune di Torino > Sanità e Servizi Sociali > Ufficio Vigilanza > I servizi di vacanza per minori  


Aggiornamento 11 maggio 2020


Centri e servizi di vacanza per minori

Comunicazione importante

L'ufficio vigilanza è in attesa di indicazioni Regionali circa l'attivazione dei centri e servizi vacanze per minori per l'estate 2020 e di quali procedure adottare e quale documentazione dovranno produrre i Gestori in allegato all'istanza.
Il sito verrà aggiornato in tempo reale.

Indicazioni anno 2019

La Regione Piemonte, con Determinazione Dirigenziale Direzione Sanità n. 392 del 17/05/2019 avente oggetto: "Indicazioni operative per l'applicazione della D.G.R. 28-5718 del 2/10/2017 ai Centri di vacanza per minori" ha dato indicazioni in merito all'attività di ristorazione eventualmente presente nei Centri di vacanza per minori.
Ha inoltre predisposto apposito modulo per la "Comunicazione dei dati relativi al Centro vacanza per minori al fine del controllo ufficiale", modulo da trasmettere al S.I.A.N. dell'A.S.L. di competenza. Allegato 2 della D.D. del 17/05/2019

Descrizione del servizio

Sono Centri di Vacanza i presidi per minori che forniscono agli stessi un servizio temporaneo a contenuto pedagogico ricreativo con o senza pernottamento o preparazione e somministrazione di alimenti e bevande (rif. normativo D.G.R. 11.03.2015, n. 3, Art. 17).

Con Deliberazione della Giunta Regionale 20 aprile 2018, n. 11-6760 (allegato 1) sono definite le caratteristiche delle strutture e delle aree dei Centri di Vacanza idonei per lo svolgimento del servizi, le modalità organizzative e gestionali del servizio, nonché i parametri per l'esercizio dell'attività di vigilanza.

Cliccando sui link qui sotto è possibile scaricare la
Deliberazione della Giunta Regionale 20 aprile 2018, n. 11-6760

Con la Determinazione Dirigenziale 18 maggio 2018, n. 411: D.G.R. n. 11-6760 del 20-04-2018 "L.R. 11.03.2015, n. 3, art. 17. Nuova disciplina dei requisiti strutturali, gestionali e organizzativi dei Centri di Vacanza per minori" viene approvata la modulistica per la presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.).

Cliccando sui link qui sotto è possibile scaricare la
D.D. 18 maggio 2018 n. 411, con l'allegato modulo della S.C.I.A.

È inoltre possibile scaricare direttamente la S.C.I.A. in formato PDF dal collegamento:
S.C.I.A. Centri di Vacanza per minori

I sopraccitati provvedimenti annullano e sostituiscono i precedenti.

1. PRESENTAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) PER SERVIZI DI VACANZA SENZA ATTIVITÀ DI RISTORAZIONE O CHE NON NECESSITINO DI PRESENTAZIONE DI S.C.I.A. AL S.U.A.P.
L'avvio del servizio di vacanza senza attività di ristorazione o che non necessiti di presentazione di S.C.I.A. al S.U.A.P. (esempio: i Centri di Vacanza che si avvalgono di forme di ristorazione riconducibili all'autoconsumo familiare, o quelli che si avvalgono di forme di ristorazione già autorizzate) è subordinato alla presentazione della S.C.I.A. (vedi link sopra) da trasmettere al comune territorialmente competente. Per il Comune di Torino la S.C.I.A. va presentata all'Ufficio Vigilanza, che esercita le funzioni di vigilanza in materia, all'indirizzo:

Divisione Servizi Sociali
Area Politiche Sociali
Ufficio Vigilanza
corso Casale 56 - 10131 Torino - 3° piano


con le seguenti modalità:

Eventuali informazioni possono essere richieste alla segreteria dell'Ufficio Vigilanza ai seguenti numeri telefonici: tel. 011 01125107 – 011 01125233

La S.C.I.A. è corredata da dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atti di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. 445/2000 e s.m.i., attestanti la piena rispondenza ai requisiti strutturali e di sicurezza dell'immobile ospitante, organizzativo gestionali del centro di vacanza, il possesso delle relative certificazioni/autorizzazioni richieste, nonché il numero e le figure professionali previste, secondo la modulistica, da utilizzare uniformemente nel territorio regionale, che è stata predisposta dalla Direzione Coesione Sociale con atto dirigenziale. Detto procedimento non soggiace alle procedure in materia di Sportello Unico per le Attività Produttive ai sensi dei D.P.R. 447/98 e 440/2000, tranne nel caso in cui venga attivato un Centro di Vacanza che preveda attività di ristorazione che necessiti di presentazione di S.C.I.A. ai sensi dell'art. 6 del Reg. (CE) n. 852/2004.



2. PRESENTAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) PER SERVIZI DI VACANZA CON ATTIVITÀ DI RISTORAZIONE CON OBBLIGO DI PRESENTAZIONE DI S.C.I.A. (+ all. notifica sanitaria) AL S.U.A.P. (art. 6 Reg. CE n. 852/2004)
La ristorazione in ambito dei Centri di Vacanza, in quanto forma di preparazione e somministrazione a terzi di alimenti, nonché forma di ristorazione collettiva, è un'attività soggetta a notifica sanitaria e successiva registrazione ai sensi dell'art. 6 del Reg. (CE) n. 852/2004. L'obbligo di presentazione della S.C.I.A. al S.U.A.P. (Sportello Unico per le Attività Produttive) per queste strutture è legato all'esistenza di un'attività di ristorazione intesa come preparazione di alimenti da parte di personale appositamente dedicato, per la successiva somministrazione. È altresì obbligatoria la presentazione di S.C.I.A. al S.U.A.P. anche nei casi di sola somministrazione di pasti veicolati in multi razioni forniti da ditte registrate.
La notifica sanitaria da allegare alla S.C.I.A. ai fini della registrazione, è quella indicata nell'allegato A della D.G.R. 28-5718 del 2/10/2017 ed è scaricabile dal sito del Commercio del Comune di Torino all'indirizzo:
www.comune.torino.it/commercio/moduli/ (fondo pagina)

oppure direttamente a questo link

e deve essere trasmessa al S.U.A.P. esclusivamente via PEC all'indirizzo:
commercio@cert.comune.torino.it

Il S.U.A.P., dopo aver protocollato la S.C.I.A., provvederà al suo successivo inoltro all'Ufficio Vigilanza.

Sia nei casi di cui ai punti n. 1 che n. 2 l'UFFICIO VIGILANZA, CON PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE, PRENDERÀ ATTO DELL'INIZIO DELL’ATTIVITÀ.
Si invitano i soggetti gestori ad un puntuale rispetto degli adempimenti previsti dalla normativa di riferimento.

A conclusione delle attività è richiesto ai soggetti gestori l'invio del rendiconto del numero dei partecipanti suddivisi per età (3-5, 6-18 anni) all'Ufficio Vigilanza (vedi indirizzi sopra riportati).

Si ricorda, inoltre, che l'attività dei servizi di vacanza è soggetta a vigilanza e controllo da parte della Commissione di Vigilanza del Comune di Torino che potrà effettuare sopralluoghi in loco durante i periodi di svolgimento delle attività.

Scarica il documento in formato pdf



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità