Divisione Servizi Sociali


Ufficio Vigilanza



Comune di Torino > Sanità e Servizi Sociali > Ufficio Vigilanza > I servizi di vacanza per minori  


Aggiornamento 10 giugno 2021


Centri e servizi di vacanza per minori

Sono Centri di Vacanza i presidi per minori che forniscono agli stessi un servizio temporaneo a contenuto pedagogico ricreativo con o senza pernottamento o preparazione e somministrazione di alimenti e bevande (rif. normativo D.G.R. 11.03.2015, n. 3, Art. 17).

Con Deliberazione della Giunta Regionale 20 aprile 2018, n. 11-6760 (allegato 1) sono definite le caratteristiche delle strutture e delle aree dei Centri di Vacanza idonei per lo svolgimento del servizi, le modalità organizzative e gestionali del servizio, nonchè i parametri per l’esercizio dell’attività di vigilanza.

Indicazioni per l’avvio delle attività estive rivolte a bambini/e e adolescenti nell’anno 2021

Le disposizioni per l’apertura dei Centri di Vacanza (c.d. Centri Estivi) per bambini/e e adolescenti sono contenute all’interno dei seguenti provvedimenti normativi, ai quali si invita a fare riferimento:

L’apertura di un centro estivo deve essere preceduta dalla presentazione di una S.C.I.A. (Segnalazione Certificata Inizio Attività), da redigere secondo il modello approvato dalla Regione Piemonte con Determinazione Dirigenziale n. 411 del 18 Maggio 2018, e da inviare al Comune in cui ha sede il servizio; per quanto riguarda il Comune di Torino la S.C.I.A. deve essere inviata all’indirizzo P.E.C. scia.centriestivi@cert.comune.torino.it

La S.C.I.A. è corredata da dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atti di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. 445/2000 e s.m.i., attestanti la piena rispondenza ai requisiti strutturali e di sicurezza dell’immobile ospitante, organizzativo gestionali del centro di vacanza, il possesso delle relative certificazioni/autorizzazioni richieste, nonché il numero e le figure professionali previste, secondo la modulistica.

Ulteriore modulistica utile (approvata con Determinazione Dirigenziale della Regione Piemonte n. 526 del 3 Giugno 2020):

  1. PRESENTAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÁ (S.C.I.A.) PER SERVIZI DI VACANZA SENZA ATTIVITÁ DI RISTORAZIONE

    L’avvio del servizio di vacanza senza attività di ristorazione o che non necessiti di presentazione di S.C.I.A. al S.U.A.P. per la somministrazione di alimenti e bevande (esempio: i Centri di Vacanza che si avvalgono di forme di ristorazione riconducibili all’autoconsumo familiare, o quelli che si avvalgono di forme di ristorazione già autorizzate) è subordinato alla presentazione della S.C.I.A. da trasmettere al Comune territorialmente competente, come sopra indicato.

  2. PRESENTAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÁ (S.C.I.A.) PER SERVIZI DI VACANZA CON ATTIVITÁ DI RISTORAZIONE

    La ristorazione in ambito dei Centri di Vacanza, in quanto forma di preparazione e somministrazione a terzi di alimenti, nonché forma di ristorazione collettiva, è un’attività soggetta a notifica sanitaria e successiva registrazione ai sensi dell’art. 6 del Reg. (CE) n. 852/2004. L’obbligo di presentazione della S.C.I.A. al S.U.A.P. (Sportello Unico per le Attività Produttive) per queste strutture è legato all’esistenza di un’attività di ristorazione intesa come preparazione di alimenti da parte di personale appositamente dedicato, per la successiva somministrazione. E’ altresì obbligatoria la presentazione di S.C.I.A. al S.U.A.P. anche nei casi di sola somministrazione di pasti veicolati in multi razioni forniti da ditte registrate.
    La notifica sanitaria , deve essere redatta sull'apposito modulo, ed inoltrata, unitamente alla S.C.I.A. e ad una scheda anagrafica , ai seguenti indirizzi P.E.C.:

  3. SERVIZI DI VACANZA ALL’INTERNO DI CENTRI AGGREGATIVI PER MINORI

    Nel caso si intendano avviare dei Centri di Vacanza all’interno di Centri aggregativi per minori autorizzati e vigilati dalla Commissione di Vigilanza sui Presidi Socio Assistenziali della Città di Torino, e in tali Centri non si svolga attività di ristorazione, oppure si svolga attività di ristorazione senza obbligo di presentazione della S.C.I.A. al SU.A.P., la S.C.I.A. stessa deve essere inoltrata ai seguenti indirizzi P.E.C.:

    Se i Centri di Vacanza che si intendono avviare all’interno dei suddetti Centri aggregativi per minori prevedono attività di ristorazione con obbligo di presentazione della S.C.I.A. al S.U.A.P., la S.C.I.A. stessa deve essere inoltrata, unitamente alla notifica sanitaria, ai seguenti indirizzi P.E.C.:





Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookieDichiarazione di accessibilità