Logo Città di Torino
Città di Torino


Città di Torino Formazione e scuola Divisione Servizi Educativi Servizi 6 - 14 anni

Servizi 6 - 14 anni

Inclusione scolastica

La Divisione Servizi Educativi - attraverso il Servizio Orientamento, Inclusione scolastica, Contrasto alla dispersione - promuove e realizza iniziative per il sostegno e l’inclusione delle bambine e bambini, delle ragazze e ragazzi nei contesti scolastici ed extrascolastici.
Le attività, rivolte alle/ai minori e alle loro famiglie, sono realizzate in collaborazione con le Scuole e le/gli insegnanti come supporto alle azioni realizzate dalle stesse Istituzioni scolastiche cittadine.

SONO ATTIVI I SEGUENTI PROGETTI
Italiano Lingua 2 a Scuola: intende contribuire al miglioramento delle competenze di italiano lingua seconda delle/degli allieve/i di recente arrivo nella nostra città inserite/i nel corso dell’anno nelle Scuole del primo ciclo d’istruzione, permettendo loro di migliorare il rendimento scolastico e la socializzazione, e di concorrere alla riduzione della dispersione scolastica.
Nell’ambito del percorso il progetto pone attenzione all'individualità e quindi al singolo bambino o bambina, pertanto non solo alla non conoscenza dell’italiano (dato che accomuna gli stranieri neoarrivati), ma le diverse situazioni linguistiche: lingue d'origine, scolarizzazione precedente, esposizione alla lingua italiana in ambito extrascolastico. Italiano L2 a Scuola è realizzato in collaborazione l’Università degli Studi di Torino e si avvale di studenti universitari appositamente selezionati che svolgono il ruolo di borsisti realizzando corsi intensivi effettuati nell’orario curricolare. ·
Come si accede al Progetto
Il Servizio Inclusione invia apposita lettera e modulistica alle Segreterie delle Istituzioni scolastiche nelle quali si indicano i criteri per le segnalazioni. Successivamente alla raccolte le richieste, in funzione delle risorse disponibili, il Servizio in accordo con l’Università compone i gruppi e assegna i moduli alle Scuole richiedenti.

Noi e le nostre lingue: realizzato in collaborazione l’Università degli Studi di Torino, ha quale principale obiettivo la valorizzazione delle competenze plurilingue e la sensibilizzazione alla varietà interlinguistica.
Le attività laboratoriali, realizzate da studenti universitari appositamente selezionati, sono caratterizzate dal coinvolgimento attivo delle alunne e alunni, individualmente e in gruppo, stimolando un confronto interlinguistico tra le diverse lingue, fra cui la lingua di scolarizzazione, le lingue straniere oggetto di insegnamento, la lingua madre e altre lingue non appartenenti al repertorio delle alunne/i.
La condivisione e il confronto delle attività sono finalizzati a rielaborare l'esperienza vissuta, attraverso anche un approccio ludico e cooperativo, per riflettere sugli aspetti relazionali e metacognitivi.
La proposta progettuale per la valorizzazione del plurilinguismo e della multiculturalità in classe è volta a migliorare l’interazione e integrazione pluriculturale nelle nostre Scuole e a supportare le singole Istituzioni scolastiche nelle proposte di educazione multiculturale attraverso iniziative e attività finalizzate all’accrescimento delle potenzialità del singolo e di tutti, coerentemente a quanto stabilito nelle “Indicazioni nazionali per la costruzione del curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione” (MIUR 2012) e alla luce delle “Indicazioni nazionali e nuovi scenari (MIUR 2018) ·
Come si accede al Progetto
In funzione delle risorse disponibili, il Servizio in accordo con l’Università, seguendo un principio di rotazione e di disponibilità ad una partecipazione delle/i docenti attiva e fattiva alla sperimentazione, propone alle Scuole che hanno partecipato alle attività dell’L2 l’adesione all’iniziativa.

Mediazione interculturale: l’Ufficio in collaborazione con la cooperativa che gestisce il servizio, mette a disposizione interventi mirati di mediazione interculturale realizzati da mediatrici e mediatori qualificati. Tali interventi sono finalizzati a sostenere le relazioni tra le Scuole dell’obbligo, dell’infanzia e le famiglie che non parlano la lingua italiana e possono riguardare la consegna della pagella, specifici interventi a sostegno dei protocolli di accoglienza previsti dalle Scuole, colloqui con le famiglie. ·
Come si accede al Progetto
Il Servizio Inclusione invia apposita lettera e modulistica alle Segreterie delle Scuole nelle quali si indicano i criteri per le richieste. Pervenute le richieste, in funzione delle risorse disponibili, successivamente il Servizio in accordo con la cooperativa conferma la disponibilità ad effettuare il servizio di mediazione.

Servizio di accompagnamento scolastico per le minori e i minori rom, sinti e caminanti: è rivolto alle/ai minori che vivono nelle due Aree sosta autorizzate di Strada Aeroporto e di via Germagnano. È finalizzato a
far sperimentare rapporti positivi nel contesto educativo attraverso il sostegno e il rafforzamento della relazione tra la/il minore, la sua famiglia e la scuola frequentata (dell’infanzia e del ciclo dell’obbligo scolastico), anche attraverso la figura dell’Operatore/Operatrice contesto abitativo e contesto scolastico
Nello specifico il Progetto è così articolato: 1.
Accompagnamento alle Scuole dell'obbligo del territorio della V e della VI Circoscrizione: -
accompagnamento e facilitazione nell’interazione dei bambini/e e dei ragazzi/e al mondo della scuola; -
accompagnamento e facilitazione nell’interazione delle famiglie con il contesto scolastico; -
orientamento e sostegno alle famiglie per l’accesso ai servizi.
Per l’Area sosta di str. Aeroporto attivazione di un servizio di accompagnamento con scuolabus messo a disposizione dall’Amministrazione comunale. Per l’Area sosta di via Germagnano è possibile attivare il servizio per minori in situazioni di specifica fragilità (ad es. in condizione di disabilità). 2.
Accompagnamento alle scuole dell’Infanzia:
Per le bambine e i bambini da 3 a 5 anni, sono confermate le azioni finora realizzate: -
percorsi di prima alfabetizzazione e socializzazione in strutture esterne al campo -
sostegno per la frequenza alle scuole dell’infanzia. ·
Come si accede al Progetto
In relazione alle risorse disponibili e in accordo con le Istituzioni scolastiche e le famiglie vengono realizzati interventi specifici, monitorati nel corso dell’anno.

Progetto Nazionale per l’inclusione delle bambine e dei bambini rom, sinti, caminanti – PON Inclusione: dal 2013 la Città di Torino aderisce a questa iniziativa promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e sostenuta scientificamente dall’Istituto degli Innocenti. Anche nel triennio 2017/2020 sono partner progettuali gli IC Parri/Vian e Leonardo da Vinci, entrambi situati nella zona nord di Torino (Circoscrizioni 5 e 6) e riferimenti scolastici per le famiglie residenti nelle aree di strada dell’Aeroporto e di via Germagnano.
Le classi che partecipano al progetto sono 22 e oltre 400 i minori coinvolti di cui circa 40 i minori rsc. Quasi la totalità di tali minori vivono in questi campi autorizzati.
Partner del Progetto, oltre ai due IC, sono l’Associazione ASAI di Torino e, per le attività previste dal cofinanziamento della Città, la Cooperativa Liberitutti e l’Associazione AIZO.
Tali organizzazioni sono da tempo impegnate in azioni e progetti a favore dei minori e delle loro famiglie in condizione di fragilità e svantaggio, con l’obiettivo di promuovere la loro inclusione scolastica e sociale.
Fanno parte della rete, oltre ai Servizi sociali della Città, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, l’ASL Città di Torino, la Federazione Italiana Medici Pediatri ed altre organizzazioni del Terzo Settore.
Nel corso degli anni sono state realizzate iniziative di formazione, sensibilizzazione e disseminazione dei contenuti progettuali. ·
Come si accede al Progetto
In relazione alle risorse disponibili e in accordo con i partner di progetto vengono individuate le classi nelle quali realizzare con metodologie innovative, laboratori, attività di sostegno specifiche, attività di extrascuola ed estive. Tali interventi sono monitorati nel corso dell’anno attraverso specifici strumenti di governance

Opportunità educative per una città più equa: iniziativa realizzata, grazie al sostegno dell’impresa sociale “Con i bambini”, in partnership con i Servizi sociali della Città e le organizzazioni del Terzo Settore impegnate nel nostro territorio. Molti gli ambiti d’intervento, tutti rivolti alla fascia 0/6 anni: laboratori, attività di accompagnamento ai servizi per l’infanzia, con particolare attenzione all’empowerment delle famiglie fragili. In tal senso un’azione è specificatamente dedicata alle bimbe e bimbi rsc con l’obiettivo di favorire un ingresso precoce nel sistema educativo cittadino. Nel biennio 2018/20 in relazione a questa azione saranno coinvolti circa 8 nuclei familiari con interventi di accompagnamento alla frequenza (iscrizioni, affiancamento, sostegno educativo…) dei minori facenti parte dei nuclei e alle loro madri ·
Come si accede al Progetto
L’équipe di progetto è formata, oltra che dai Servizi educativi, dalle operatrici educative delle cooperative La Valdocco e Stranaidea. A queste spetta il compito di costruire con le famiglie beneficiarie il percorso progettuale. L’équipe attiva risorse e rete per realizzare quanto concordato.


ACCESSIBILITA’ La struttura è accessibile.
MODALITA’ DI ACCESSO Si può accedere ai Servizi recandosi di persona negli orari di apertura o telefonando ai numeri indicati. MEZZI PUBBLICI 3 – 4 - 11 – 12 - 16 – 18 – 19 - 27 - 51 – 57 - 77 PARCHEGGI E’ possibile parcheggiare nei parcheggi liberi, a pagamento nella zona blu o nel posteggio multipiano di corso XI Febbraio
Informazioni
Sede Via Bazzi, 4 Secondo Piano
Telefono:
011 0112 7573 – 011 0112 6478 – 011 0112 7433
Fax: 011 0113 3827


Materiali

Informazioni