Città di Torino

Relazioni Internazionali

Città di Torino > Relazioni e cooperazione internazionale >

Presentazione

Torino

Un caleidoscopio di eventi ed emozioni ha confermato anche per il 2015 l’apertura internazionale che la nostra città aveva espresso negli anni passati e che rappresenta ormai un tratto identificativo della sua storia.

La prospettiva globale del Terzo Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Loca le, con la presenza del Segretario Generale dell’ONU Ban Ki-moon, l’economia con il Turin Islamic Economic Forum, gli incontri bilaterali con molti Paesi del mondo, l’apertura ai nuovi mercati con il Turin Modest Fashion Roundtable e ai nuovi orizzonti con il Forum delle Città della Nuova Via Ferroviaria della Seta; il festival The Children’s World, il convegno Sport Europeo, la conferenza sulla Carta di Gelso Coreana Hanji, la settimana dedicata a Torino City of Design in virtù del suo titolo di Città Creativa Unesco per il Design, le giornate di studio sulla cultura e sulle tradizioni dei principali Paesi del mondo sono solo alcuni dei numerosi eventi che Torino ha ospitato nel 2015.

È stato un anno caratterizzato dalle firme di importanti accordi di collaborazione con Luxor, Betlemme, Maputo, Nizza, Yangon, Gjakova, Ho Chi Minh e Tunisi. Accordi che definiscono rapporti di amicizia, collaborazioni culturali ed economiche, e che sanciscono la capacità della nostra città di presentarsi e rappresentare un riferimento riconosciuto e autorevole nell’esportare cultura e un grande patrimonio di competenza scientifica.

Torino è cambiata. Sin dai tempi della riconversione post industriale e grazie alla visione coerente di uno sviluppo condiviso dalle amministrazioni degli ultimi vent’anni, la città ha saputo disegnare il proprio futuro, tratteggiandolo sulle grandi linee dell’apertura al mondo.

E continua a cambiare. Investe su ricerca, università, eccellenza, sapere, nuove tecnologie. E non smette di essere la Torino forte e solidale che ha saputo esprimere una storia di inclusività e di integrazione.