Città di Torino

Relazioni Internazionali

Città di Torino > Relazioni e cooperazione internazionale >

Presentazione

Torino

Lo sguardo di Torino valica inevitabilmente ogni confine fisico, economico e politico per abbracciare un orizzonte grande, ampio come tutto il mondo. Non può essere altrimenti per una città che ha saputo guidare l’Italia verso l’unità e di cui è stata la prima capitale, che ha contribuito nel corso del Novecento in modo determinante allo sviluppo industriale del Paese conservando nel tempo spirito d’iniziativa e intraprendenza. Quel modo d’essere che le permette di saper cambiare, di innovarsi per rispondere, soprattutto oggi nell’era della globalizzazione, alle esigenze dei tempi, mantenendo quel ruolo di primo piano nel panorama internazionale che la storia, passata e presente, le ha assegnato.

Pensare di avere come interlocutore il mondo è per Torino una condizione naturale e necessaria. Per questo motivo l’Amministrazione comunale del capoluogo piemontese continua a curare con attenzione le relazioni internazionali mediante l’organizzazione di eventi e attraverso contatti con istituzioni pubbliche e private, associazioni, imprese e altre realtà, con l’obiettivo principale di attrarre nella propria area metropolitana investimenti finalizzati ad aprire centri di ricerca e sedi di attività produttive, a sviluppare l’economia del territorio.

È una strategia che nel 2017 ha spinto la Città di Torino - insieme a CEIP, Regione Piemonte, Unione Industriale, Camera di Commercio, Università e Politecnico di Torino - a varare il programma "Open for business": un piano pensato per favorire e facilitare l’insediamento di aziende e l’arrivo di capitali stranieri sotto la Mole, in una città che crede fortemente nella ricerca e nell’innovazione e che oggi può già vantarsi di essere casa per realtà produttive d’eccellenza in settori come aerospazio, automotive, biomedicale, telecomunicazioni e food. Turismo e cultura, che negli anni sono diventati due tra gli asset strategici per l’economia del territorio, contribuiscono anch’essi ad assicurare una dimensione internazionale, insieme all’alto livello dell’offerta formativa dell’Università e del Politecnico di Torino, frequentati ogni anno da migliaia di studenti stranieri.

Anche nel corso del 2017, come detto, la Città di Torino ha svolto un’intensa attività nell’ambito delle relazioni internazionali, aprendo o consolidando, quando già avviati, rapporti con istituzioni internazionali - come lo è stato ad esempio nella scorsa primavera con il "Turin Islamic Economic Forum" e attraverso gli incontri organizzati, a Torino e all’estero, per presentare ad altri Paesi le eccellenze del capoluogo piemontese - nell’ottica dello scambio di conoscenza e con l’obiettivo di offrire opportunità e reciproci benefici.