Centro relazioni e famiglie

Nel 2017 nati 458mila bambini, mai così pochi dall’Unità d’Italia

Nel 2017 sono nati 458.151 bambini, nuovo record negativo delle nascite dall’Unità d’Italia nel 1861,

che prosegue la tendenza alla discesa delle nascite iniziata dieci anni fa. Il dato è contenuto nell’analisi demografica diffusa dall’Istat. Dal 2015 le nascite sono scese sotto la soglia limite del mezzo milione all’anno, rispetto al 2016 il calo è stato di più del 3%, pari a oltre 15 mila nuovi nati in meno, quasi 120 mila unità in meno negli ultimi nove anni. Il calo è più accentuato al Centro (-5,3% rispetto all’anno precedente). I bambini stranieri nati nel 2017 in Italia sono stati 68 mila, pari al 14,8% delle nascite, ma anche questo dato è in diminuzione. 

Meno abitanti, l’8,5% è straniero

Diminuiscono anche gli abitanti, che al 31 dicembre risultavano 60.483.973, di cui più di 5 milioni di cittadinanza straniera, pari all’8,5%. Gli stranieri al Centro-Nord sono pari al 10,7%, nel Mezzogiorno al 4,2% prosegue la rilevazione dell’Istituto nazionale di statistica, che segnala un calo complessivo di 105.472 residenti rispetto all’anno precedente dovuto in gran parte ai cittadini italiani (-202.884 residenti), compensato solo in parte dall’aumento della popolazione straniera (+97.412 unità).

Fonte: corriere.it

  • Aggiornato il 15 giugno 2018