BERLINO – E’ nato il terzo sesso. Non è ancora stato battezzato, forse si chiamerà “inter”, forse “divers”, ma intanto la Corte costituzionale tedesca ha deciso che ha il diritto di esistere.    

Alla nascita, le persone intersessuali, che nascono cioè con caratteristiche “che non possono essere attribuite alle tipiche definizioni di maschile o femminile”, secondo la definizione dell’Alto rappresentante dei diritti umani dell’Onu, dovranno essere registrate con un “termine positivo” secondo i giudici di Karlsruhe. E l’invito esplicito al legislatore è ad approvare una legge sul “terzo sesso” entro il 2018.    

La sentenza arriva dopo che una persona intersessuale aveva fatto ricorso ovunque per farsi riconoscere la definizione di “inter” o “divers”. Finalmente un tribunale lo ha ascoltato, e per fortuna è il tribunale più potente della Germania.

Fonte: repubblica.it