Un ciclo di incontri sulla “nonnità” che si terranno il 2 – 16 – 30 novembre, 14 dicembre, 18 gennaio, 1 – 15 febbraio, 1 – 15 marzo dalle 10.00 alle 12.00 presso la Biblioteca civica don Lorenzo Milani in via dei Pioppi n. 43 a Torino. 
Per informazioni: 366 86 51 434 oppure luciano1.tosco@gmail.com

Essere nonni oggi è un’esperienza bellissima ma anche spesso piuttosto complicata. Se da un lato i nonni sono tanti e importanti per i genitori (dieci su quattordici milioni si occupano abitualmente di sette milioni di bambini, per un impegno dal valore virtuale di ventiquattro miliardi di euro l’anno), la loro rilevanza si esprime sempre più non solo nella tradizionale funzione dell’accudimento e, in quella più recente, a volte anche del sostegno economico-reddituale, nonchè della “memoria” generazionale.

Infatti, le condizioni socio-culturali odierne e le diffuse fragilità famigliari richiedono una affettività e relazionalità integrativa a quella dei genitori, nonché l’esercizio di un significativo ruolo educativo nelle aree della conoscenza, dei comportamenti e relazioni, della moralità e dei valori. Negli ultimi anni sono stati pubblicati validissimi saggi a cura di esperti che definiscono ruolo e competenze dei nonni analizzando questioni e problemi in cui gli stessi possono trovarsi e offrono loro consigli, attingendo dal loro specifico sapere disciplinare.

Ma ben poca voce hanno finora potuto (o voluto) esprimere i diretti interessati (pur possedendo un, almeno implicito, grande bagaglio di “sapere”) nella costruzione, dalla diretta esperienza, di percorsi di “nonnità”, cioè riflessioni sul ruolo, competenze, complessità, strategie di opposizione alle difficoltà, natura dei legami. Per questi motivi si ritiene importante la condivisione e il confronto tra nonni, aspiranti tali e con tutti quelli che in forma non professionale (zii, parenti, vicini, amici) hanno cura dei più piccoli e del loro mondo.

Una proposta di riflessione e confronto

Per questi motivi sono stati organizzati incontri di riflessione e confronto che verteranno sui seguenti temi:

  • Chi sono i nonni. Sono illustrati e discussi aspetti di contesto delle condizioni sociali, culturali, economiche e demografiche in cui si inseriscono e che influenzano i nonni e il loro ruolo oggi.
  • Come sono i nonni/la relazione con i nipoti. Cosa ricevono i nonni dai nipoti e cosa possono loro offrire.
  • Cosa lasciano i nonni/La memoria. Il nonno/a può favorire il mantenimento di legami intergenerazionali con la trasmissione del ricordo, raccontando la storia della famiglia di almeno quattro generazioni. La narrazione può essere attraverso oggetti e cose, orale ma anche scritta. Gli strumenti principali di quest’ultima sono il diario e l’autobiografia.
  • Con chi si relazionano i nonni. I nonni si rapportano non solo ai nipoti ma anche ad una costellazione di adulti, in primo luogo i genitori. Quali le positività per l’evoluzione dei nipoti di queste relazioni, come renderle tali, quali le difficoltà, complessità e trabocchetti? E come controllarli?
  • Il mondo bambino. Cosa fanno e sanno i nonni. Ogni nonna/o avrà pensato, di fronte ai giochi, capricci, gioie, comportamenti di un bimbo: “Ma cosa passerà in quella testolina?”. Quanto il mondo bambino è diverso da quello adulto e come il nonno/a può ri-scoprirlo?
  • Le domande difficili. I bambini riempiono gli adulti di perché. Ci sono domande (tipo quelle su Dio e dopo la morte) che non possono avere risposte con pretesa di verità,   ma solo opinioni di fede. Per altre, come quelle sul mondo naturale o fisico, c’è la risposta, ma, a volte, i nonni possono anche non saperla. In entrambi i casi è importante saper comunicare in modo comprensibile e rispettoso del mondo bambino, della sua evoluzione e funzionamento. E’ già successo ai nonni di ricevere domande difficili? Hanno o meno risposto e come?
  • Nido e/o Nonni. Non c’è contrapposizione tra educazione famigliare e educazione in servizi educativi per i bimbi nella prima infanzia. Le scelte possono essere dovute da molti fattori.   Cosa ne pensano i nonni? E quale la loro esperienza?
  • Le regole e i no. Il rapporto tra i desideri del bambino e le regole famigliari e sociali. Come deve comportarsi l’adulto pone domande anche i nonni. Cosa fanno i nonni quando il nipotino vuole qualcosa? La “complicità” dei nonni. Quando e come dire no.

La locandina