La street art per dire «no» alla violenza sulle donne e i bambini. Un concorso di idee indirizzato ai giovani, studenti e non solo, per riqualificare i giardinetti in uno dei più popolosi quartieri di Alba che, attraverso immagini e colori, trasmetteranno così un messaggio importante di civiltà.

82ts83g64388-20423-kmni-u1100692488087umd-1024x576lastampa-itIl Comune propone il contest «Panchine rosse-blu stop alla violenza», con la realizzazione di un’immagine che sarà riprodotta sulle sedute e i muretti in cemento dell’area verde «Maestri del Lavoro» di corso Piave.

SENSIBILIZZAZIONE

L’iniziativa fa parte delle varie attività promosse negli ultimi mesi dall’assessorato alle Pari opportunità guidato da Rosanna Martini, che hanno coinvolto in particolare le scuole superiori della città con corsi di formazione rivolti ai docenti, incontri e convegni.

«Il concorso è un modo per sensibilizzare i più giovani e nello stesso tempo riqualificare un’area della città con una tecnica, il writing, che a nostro parere può avere grandi potenzialità nella riqualificazione degli spazi urbani – spiega Martini -. E chi meglio dei ragazzi, così pieni di entusiasmo e idee, può interpretare questo tipo di arte? Speriamo così di dar loro la possibilità di esprimere il proprio talento rendendoli protagonisti di un progetto di arte urbana su un tema delicato e importante su cui occorre riflettere e di cui bisogna parlare, specie tra le nuove generazioni».

Al concorso possono partecipare tutti i giovani del territorio, di età compresa tra 14 e 28 anni, da soli o presentando un elaborato in gruppo entro il 28 febbraio, realizzando un progetto di writing sul tema del contrasto alla violenza sulle donne (con il colore rosso) e i bambini (blu).

Il regolamento prevede massima libertà di espressione, qualsiasi tecnica per i lavori, a mano o al computer, la possibilità di proporre disegni, fotografie, loghi e slogan, illustrazioni e altro ancora, in formato jpeg o pdf ad alta risoluzione. In palio, oltre alla possibilità di veder realizzato il proprio progetto, anche tre premi da 300, 200 e 100 euro in buoni acquisto per i primi classificati.

LA GIURIA

Dice ancora Martini: «A scegliere i vincitori, sarà una giuria presieduta dall’artista torinese Karim Cherif, che ha già partecipato ad alcuni momenti di sensibilizzazione in città. La premiazione sarà durante la rassegna “Marzo Donna 2017” e, con la primavera, i lavori selezionati saranno realizzati dai ragazzi stessi con il supporto della ripartizione Opere pubbliche del Comune con materiali ovviamente forniti dall’amministrazione». Informazioni su www.comune.alba.cn.it oppure 0173/292357.

Fonte: lastampa.it