L’indagine “Famiglie, soggetti sociali e ciclo di vita” costituisce la principale fonte statistica sulla struttura familiare e sulle caratteristiche sociali della famiglia in Italia. istatPur mantenendo la comparabilità con le edizioni di ‘Famiglia e soggetti sociali’ realizzate nel 1998, 2003 e 2009, questa indagine si presenta rinnovata nel disegno campionario, nella popolazione di riferimento e nella struttura del questionario; è stata inoltre arricchita nei contenuti per tener conto delle mutate esigenze conoscitive.

I contenuti informativi dell’indagine permettono di approfondire vari punti del vivere quotidiano: il ciclo di vita individuale e familiare, i rapporti interni alla famiglia, le reti di relazione con parenti, amici e vicinato, il sostegno ricevuto dalle famiglie e l’aiuto dato a persone non coabitanti, la cura e l’affidamento dei bambini, la vita di coppia e le prime nozze, la permanenza dei giovani in famiglia e le intenzioni di lasciare la famiglia di origine, le intenzioni riproduttive, la mobilità sociale, l’economia familiare e il lavoro domestico, le usanze e le tradizioni familiari, i servizi assistenziali alla famiglia, il rapporto con il mondo del lavoro e la ricerca del lavoro, i percorsi lavorativi, le caratteristiche dell’abitazione. È importante raccogliere dalla viva voce dei cittadini queste informazioni, perché possono orientare gli interventi sociali e migliorare le condizioni di vita delle famiglie.

L’indagine è inserita nel Programma Statistico Nazionale, l’insieme di rilevazioni statistiche che sono ritenute necessarie al Paese.

Chi la conduce
Il Servizio ‘Registro della popolazione, statistiche demografiche e condizioni di vita’ della Direzione Centrale per le Statistiche Sociali e il Censimento della Popolazione.

Chi viene intervistato
Gli individui del campione estratto.

Chi risponde
Gli individui estratti e se uno di essi è assente (temporaneamente) o impegnato si chiede un appuntamento entro l’arco di tempo previsto per la rilevazione.

Come vengono scelti gli individui
Ogni individuo viene estratto con criterio di scelta casuale dalle liste anagrafiche comunali, secondo una strategia di campionamento volta a costituire un campione statisticamente rappresentativo della popolazione residente.

Numerosità campionaria
L’indagine è eseguita su un campione di circa 32 mila individui distribuiti in 852 Comuni italiani di diversa ampiezza demografica.

Lettera alla famiglia
Agli individui estratti nel campione, alcuni giorni prima dell’intervista, viene inviata una lettera firmata dal Presidente dell’Istat dove viene presentata l’indagine.

Periodo di rilevazione
L’indagine verrà realizzata tra il 16 maggio 2016 e il 16 giugno 2016.

Chi effettua l’intervista
Un rilevatore comunale si reca presso le abitazioni degli individui estratti, munito di cartellino identificativo, per rivolgere alcune domande all’intervistato.

Il questionario della rilevazione
Il Questionario, unico e di colore fucsia, è la base della rilevazione da somministrare per intervista diretta.

Segreto statistico
L’Istat è tenuto per legge a rispettare il segreto statistico (D. Lgs.322/89 e successive modificazioni e integrazioni). I dati raccolti in occasione di indagini possono essere utilizzati esclusivamente a fini statistici e non possono essere comunicati ad altre istituzioni o persone, se non elaborati e pubblicati in forma aggregata sotto forma di tabelle e in modo tale che non sia possibile alcun riferimento individuale.

Ai sensi della stessa normativa (art.7, c.2.) la persona intervistata potrà decidere se rispondere o meno ad alcuni quesiti di natura “sensibile” contenuti nelle varie sezioni del questionario e indicati sul retro del questionario e nella lettera informativa. Ai sensi della legge che disciplina la tutela della privacy (D.lgs.196/2003), titolare delle rilevazioni è I’Istat.

Chi usufruisce dei dati
Istituzioni, Enti di ricerca Nazionali e Internazionali, l’ufficio di statistica delle Comunità europee (Eurostat), Università, studenti e tutti i cittadini che ne sono interessati.

Titolarità dei dati
I responsabili del trattamento statistico dei dati raccolti nell’ambito della presente indagine sono il Direttore centrale per le statistiche sociali e il censimento della popolazione e il Direttore centrale per la raccolta dati dell’Istat. Per il trattamento dei dati personali il titolare è l’Istat – Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo 16, 00184 Roma, e i responsabili per l’Istat, per le fasi del processo statistico di rispettiva competenza, sono i Direttori centrali sopra indicati; al Direttore centrale per la raccolta dati è possibile rivolgersi anche per conoscere il nominativo degli altri responsabili e per quanto riguarda l’esercizio dei diritti degli interessati. L’elenco dei responsabili statistici e dei responsabili del trattamento dei dati personali dei lavori statistici dell’Istat è consultabile su questo sito web alla pagina www.istat.it/it/archivio/185004.

Per informazioni

Numero verde (gratuito) 800-811166
attivo per tutta la durata della rilevazione il lunedì e il giovedì dalle ore 10.00 alle ore 13.00
email fss@istat.it

Cinzia Castagnaro
tel. +39 06 4673.7322
email cicastag@istat.it