Il goalball è lo sport più praticato dalle persone con disabilità visiva, non vedenti o ipovedenti, è di origine tedesca e il nome significa “pallarete”. Nel 1980 il goalball è entrato ufficialmente nel programma dei Giochi Paralimpici di Arnhem.

È giocato in palestra da due squadre composte da tre giocatori, un centrale e due ali, (più due riserve), sistemati a triangolo nelle due metà opposte del campo.

La superficie di gioco è rettangolare e misura 18 metri di lunghezza per 9 metri di larghezza, al fondo di ogni lato corto è sistemata una porta alta 1,30 m e larga come il lato stesso. Una linea al centro demarca la metà del campo di gioco.

All’interno di ciascuna area, sono collocati dei segnali tattili che aiutano gli atleti ad orientarsi in campo.

La palla è simile a quella da calcio, pesa 1.25 kg ed ha otto fori corrispondenti ad altrettanti campanelli, così può essere sentita mentre corre da una parte all’altra del campo.

Ogni partita dura 20 minuti e consiste di due tempi da 10 minuti ciascuno, intervallati da una pausa di 5 minuti. Durante tutta la durata di essa sono consentite fino a tre sostituzioni per squadra.

Scopo del gioco è segnare più goal possibili all’altra squadra fino alla porta avversaria: le azioni sono alternate, quindi tutti i giocatori sono ora attaccanti e ora difensori.

Il goalball è uno sport praticato sia dagli uomini sia dalle donne e necessita il massimo silenzio, dato che i giocatori devono sentire distintamente correre la palla sul campo; per rendere il confronto equilibrato, tutti gli atleti indossano speciali occhiali oscurati, che azzerano le eventuali residue capacità visive.

In Italia, per gli sport dedicati alle persone con disabilità visiva, si fa riferimento alla FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi) e all’IBSA (International Blind Sports Federation).

Nel nostro paese si gioca anche una variante del goalball chiamato Torball. Questo, a differenza del primo, non è mai entrato nel programma dei Giochi paralimpici.

Regolamento tecnico