Tokyo 2020 Paralympic Games

Giorno 11, girls power

Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contraffatto distese una sull’altra, abbracciate sopra una bandiera italiana, appoggiata sulla pista di atletica dell’Olympic Stadium di Tokyo bagnata da un pioggia battente che da giorni domina la capitale nipponica. E’ uno dei flash, una delle immagini copertina di splendida paralimpiade azzurra. (altro…)

Giorno 10, medaglie da impazzire

A due giornate dal termine nuoto, atletica e canoa portano a sessantacinque le medaglie italiane, nono posto del medagliere. C’è di che gioire! (altro…)

Giorno 9, medaglie da impazzire

Record che vanno giù come birilli, medaglie da impazzire, soltanto in questa nona giornata ne sono arrivate 10 per un numero totale da brividi che tocca quota 58! (altro…)

Giorno 8: continuano le notti azzurre!

Sta diventando una piacevole consuetudine questo ciclismo che colora di azzurro le nostre notti, sono già 6 le medaglie portate in dote dal paraciclismo. In questi giochi dai molti plurimedagliati, Luca Mazzone sale sul secondo gradino del podio nella categoria H1-H2 di handbike dopo l’argento nell’H2. Il corridore cinquantenne è alla settima medaglia paralimpica tra questi giochi, Rio 2016 e Sidney 2000, di cui due nel nuoto. (altro…)

Giorno 7: entra in scena il paraciclismo

È andata da poco in archivio l’ennesima splendida giornata per i colori azzurri. Nove nuove medaglie fanno salire il bottino a quota quarantatré, nono posto nel medagliere. (altro…)

Giorno 6, giro di boa

Medaglie senza soluzione di continuità. In questa sesta giornata dei Giochi, sono ben sette le medaglie al collo degli atleti azzurri per un tourbillon emotivo pericolosamente instabile. Un doppio fantastico oro arriva dalla solita piscina, dove le bracciate di Carlotta Gilli e Ariola Trimi conducono direttamente sul podio. (altro…)

Giorno 5: tanta roba!

Che domenica! Si seguita a nuotare tra le medaglie al Tokio Acquatic Center, la distanza più breve ci regala ben due medaglie d’oro, nel maschile e nel femminile. Il 50 di Simone Barlaam, stile libero S9, è di altissimo livello, oro e primato paralimpico: 24.71. (altro…)

Giorno 4: go Bebe, go!

Un sabato paralimpico davvero esaltante! Vittorie, medaglie, prestazioni di livello ma anche storie, racconti di vita, emozione a trecentosessanta gradi. Che spettacolo queste Paralimpiadi! (altro…)

Giorno 3: medaglie a cavallo!

E sono tre! Fantastico tris per Carlotta Gili che, con un oro e due argenti in soli tre giorni, è già il personaggio copertina insieme a Francesco Bocciardo di queste Paralimpiadi azzurre. (altro…)

Giorno 2, che emozioni!

Si continua ad esultare anche in questa seconda giornata. Ancora pioggia di medaglie dal Tokyo Acquatic Center, Oro per Francesco Bocciardo nei 100 stile libero S5 e per Stefano Raimondi nei 100 rana SB9. Argento per Luigi Beggiato nei 100 stile libero S4, per Carlotta Gilli nei 100 dorso S13 e per la staffetta 4×50 mista stile libero, a Monica Boggioni il bronzo nei 100 stile libero S5. (altro…)

Giorno 1, piovono medaglie!

Iniziano col botto le Paralimpiadi azzurre, dopo la prima giornata di gare il medagliere italiano sale subito a quota cinque: due ori, un argento e due bronzi. Il pingue bottino giunge interamente dal Tokyo Acquatic Center, il nuoto paralimpico nostrano non delude le attese e si conferma sui suoi altissimi livelli. (altro…)

We have wings – Noi abbiamo le ali!

Le prime emozioni paralimpiche sono giunte con la cerimonia inaugurale, la primissima botta emotiva arriva con la comparsa sulla pista dello stadio olimpico della delegazione italiana guidata dai porta bandiera Bebe Vio e Federico Morlacchi. I loro trascorsi, le loro vittorie, non possono non far gioire per questo particolarissimo momento, sentimenti parzialmente mimetizzati dalle necessarie mascherine. Da Bebe e Federico sono attesi a breve tante altri momenti da fermo immagine. (altro…)

Paralimpiadi: oggi è il grande giorno!

Ci siamo! La grande e prolungata attesa è finita, confidiamo fortemente che la lunga estate azzurra continui, con le sue emozioni, le sue esultanze, le sue ironie. (altro…)

Torna su ↑

Torna su