Il Canottaggio è stato introdotto nel calendario del Giochi Paralimpici di Pechino 2008. L’equipaggiamento è adattato alle esigenze degli atleti con disabilità, in base a quanto stabilito dal regolamento tecnico. La Federazione Internazionale Canottaggio (FISA) è l’organismo che si occupa del Para-Rowing.

La pratica del Para-Rowing, come nel canottaggio per persone normodotate, è aperta a uomini e donne. È suddiviso in quattro categorie (LTA4+, TA2x, AW1x, AM1x) presenti nel programma delle gare dei Campionati Mondiali di Canottaggio.

Le gare si disputano su una distanza di 1000 metri per tutte e quattro le specialità ma

le specialità del LTA4+ e del TA2x prevedono equipaggi misti (uomini e donne) mentre AW1x è riservata alle donne (woman) e AM1x agli uomini (man). La partenza è in linea retta ma il Comitato Esecutivo può rinunciare all’uso di pontili mobili per la partenza.

Le categorie sono divise in base alla disabilità:

LTA (Legs – Trunk – Arms) è riservata ad atleti che possono usare tutto il corpo, per esempio non vedenti, amputati ad un arto o altre minime disabilità fisiche. I disabili intellettivi possono partecipare in questa categoria. Le gare sono effettuate con il carrello mobile.

Alla categoria TA (Trunk – Arms) possono partecipare gli atleti che possono usare solo il tronco e le braccia, ad esempio: quanti non hanno l’uso delle gambe o gli amputati ad entrambi gli arti inferiori e le gare sono effettuate con il carrello ed il sedile fissi.

La A (Arms) è riservata agli atleti che possono usare solo le braccia, ad esempio tutti coloro che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco e le gare sono effettuate con il carrello fisso.

Ogni categoria prevede tipi di imbarcazioni specifiche e lo scafo e gli adattamenti hanno caratteristiche imposte dal regolamento della FISA.

Regolamento tecnico

 

Canottaggio in Piemonte

Società canottieri Armida