La boccia è uno sport per atleti con disabilità (cerebrolesi, tetraplegici, atleti con patologie neurologiche ed i cosiddetti les autres), facente parte del programma dei Giochi paralimpici.

È una disciplina praticata in gran parte del mondo ed è sport paralimpico da sette edizioni consecutive,  a partire da New York nel 1984 dove si sono tenuti i VII Giochi paralimpici estivi. La boccia è molto simile ad un altro sport paralimpico: il bowls che ha fatto parte del programma per sette edizioni consecutive dal 1984 al 1996.

La Boccia è un gioco di lancio di precisione della palla, simile alle bocce o alla petanque.

Tutte le competizioni sono open, aperte sia agli uomini che alle donne, e possono essere a livello individuale e a squadre. Lo scopo del gioco è quello di avvicinarsi al pallino avendo a disposizione sei biglie, ognuna di diverso colore per ciascuna squadra.

La partita si articola in quattro periodi di gioco per le gare individuali o a coppie, e sei periodi di gioco per le competizioni a squadre: l’obiettivo del gioco è quello di lanciare le sfere il più vicino possibile al jack, che è la palla-target.
Alle Paralimpiadi di Londra 2012 hanno partecipato 104 atleti in 7 diverse competizioni.
In Italia, dopo una fase sperimentale, dal 2012 è stata riconosciuta disciplina agonistica.
Regolamento Tecnico

 

Boccia in Piemonte
In Piemonte la Boccia Paralimpica è poco praticata, ma saltuariamente il gruppo torinese “Nessuno è bocciato” si riunisce per praticare questa disciplina.

 

Link Utili
Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali