Il baskin è una nuova attività sportiva che si ispira al basket ma ha caratteristiche particolari ed innovative che permette la partecipazione attiva di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità (fisica e/o intellettiva) che consenta il tiro a canestro e normodotati contemporaneamente.

 

BASKIN 2015Mettendo così in discussione la rigida struttura degli sport ufficiali e questa proposta, effettuata nella scuola, diventa un laboratorio di società.

Lo sport è nato a Cremona in un contesto scolastico dalla collaborazione di genitori, professori di educazione fisica e di sostegno. Questo progetto ha visto la collaborazione, in quello che viene definito «lavoro di rete», di realtà scolastiche e di associazioni del territorio ognuna delle quali ha contribuito, con la propria specificità, al successo del baskin.

Anche i ragazzi normodotati beneficiano di questo percorso. Infatti nel baskin essi imparano ad inserirsi e ad organizzare un gruppo che conta al suo interno gradi di abilità differenti. Essi devono così sviluppare nuove capacità di comunicazione mettendo in gioco la propria creatività e instaurando relazioni affettive anche molto intense. Inoltre la condivisione degli obiettivi sportivi coi ragazzi disabili permette loro di apprezzare le ricchezze e le capacità che la diversità porta con sé.

Il campo ha le misure standard di un campo da basket con due canestri tradizionali più due canestri laterali posti trasversalmente al campo e con due aree semicircolari suddivise in cinque settori. Sotto il canestro laterale è possibile inserire un altro canestro più basso per i giocatori in carrozzina.

Il gioco si suddivide in 4 tempi da 6 minuti ciascuno. Il tempo viene bloccato ad ogni interruzione. Ci sono 12 giocatori per squadra dei quali 6 obbligatoriamente in campo.

 

Baskin in Piemonte

ASD Baskin Ciuff