Il Basket in carrozzina è uno sport aperto a donne e uomini con disabilità. Praticato con fini riabilitativi dai veterani americani della Seconda Guerra Mondiale, si è diffuso rapidamente in tutto il mondo occidentale sino a diventare disciplina paralimpica nei Giochi di Roma del 1960. In Italia è stato introdotto nel Centro Paraplegici di Ostia dall’allora vicedirettore e primario Dr. Antonio Maglio. Attualmente è uno degli sport per persone disabili maggiormente praticato.

Le regole del gioco, le dimensioni del campo e l´altezza dei canestri sono comuni a quelle della pallacanestro per persone normodotate e la carrozzina è, ovviamente, parte integrante del giocatore. Vige a livello internazionale un sistema di classificazione per i giocatori basato sulle limitazioni funzionali. A seconda delle abilità funzionali nei tiri, i passaggi, le spinte con i palleggi i giocatori hanno punteggi individuali da 1 a 4,5: maggiore è la compromissione motoria minore è il punteggio. Al contrario la presenza di un handicap meno importante comporta un punteggio maggiore. Tale classificazione è utile per schierare in campo squadre equilibrate: il quintetto in campo durante ogni fase di gioco non può superare il totale di 14,5 punti (limite che a livello internazionale scende a 14 punti).

Il giocatore può avanzare con la palla purché mentre è in possesso della stessa il numero delle spinte non sia superiore a due tra un palleggio e l´altro. Il giocatore fa infrazione se si solleva dal sedile e/o tocca il terreno con la pedana della carrozzina; non può rimanere più di tre secondi nella parte di area avversaria tra la linea di fondo e il bordo più distante della linea di tiro libero mentre la palla è controllata dalla sua squadra.

Sul sedile della carrozzina è ammesso un solo cuscino con uno spessore non maggiore di 10 cm e questo deve avere le stesse dimensioni del sedile della carrozzina.

Alla carrozzina possono essere aggiunti dispositivi anti-ribaltamento che utilizzino non più di due rotelline (castors) posizionate nella parte posteriore della carrozzina.

Il Campionato Italiano di basket in carrozzina inizia generalmente ad ottobre per finire a giugno dell’anno successivo. Le squadre sono divise in A1, A2, B (con 3 gironi A, B e C), Minibasket, Coppa Italia ed Eurolega.

Il basket in carrozzina è governato dall’IWBF (International Wheelchair Basketball Federation).

Regolamento tecnico

 

Pallacanestro in Piemonte

Associazione HB Torino

Associazione PMT Basket Torino

 

Link utili

Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina