Internazionale (IPC) Andrew Parsons ha affermato che i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 sono fondamentali per affrontare i crescenti livelli di emarginazione e discriminazione che le persone con disabilità stanno affrontando a causa della pandemia COVID-19.Intervenendo durante una conferenza stampa per celebrare la fine di una revisione del progetto IOC-IPC con Tokyo 2020, Parsons ha sottolineato come la pandemia globale abbia avuto un impatto sproporzionato sulle persone con disabilità in tutto il mondo. Crede che i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, che saranno trasmessi a un pubblico televisivo globale previsto di 4,25 miliardi di persone, siano più che mai necessari per riportare la disabilità al centro dell’agenda di inclusione: “Il mondo ha bisogno dei Giochi la prossima estate e, per il miliardo di persone facenti parte del mondo con disabilità, le Paralimpiadi del prossimo anno non sono mai state così importanti o più urgenti” ha detto Parsons, che ha parlato tramite collegamento video dalla sua casa a Brasilia. “Il COVID-19 ha peggiorato le cose, aumentando i livelli di discriminazione ed esclusione in molte aree vitali.

Il cambiamento inizia con lo sport e i Giochi Paralimpici del prossimo anno saranno una piattaforma per mettere la disabilità al centro dell’agenda della diversità e mostrare al mondo perché l’inclusione è importante. Con numeri record fissati per Tokyo 2020, siamo determinati a utilizzare le Paralimpiadi per cambiare gli atteggiamenti, abbattere le barriere di disuguaglianza e creare più opportunità per le persone con disabilità.

Fonte: gazzetta.it